Utente 468XXX
Buongiorno. Scrivo la seguente in quanto sono tuttora alla ricerca di un farmaco adatto per la mia invalidante dismenorrea. Questo perché ancora non ho preso in considerazione di iniziare una cura con la pillola anticoncezionale. Per cui nel frattempo vorrei un consulto a riguardo visto che ho delle difficoltà che ora spiego. In seguito all’assunzione di tutti i farmaci antinfiammatori non steroidei (fans) che ho provato fino ad ora (moment, oki, aulin, brufen) ho avuto disturbi gastrointestinali più e meno forti, malgrado l’assunzione di compresse gastroprotettori (pantorc 20mg). Deduco pertanto o di essere intollerante oppure di avere qualche disturbo allo stomaco. Per questo motivo ho ripiegato da sempre sulla tachipirina 1000 che, non mi ha mai dato problemi del genere e di cui però, forse, essendo un antinfiammatorio blando, ho sempre abusato. Ora mi ritrovo nella situazione in cui, forse impressionandomi, presento dei disturbi nell’area del fegato (forse per abuso di paracetamolo appunto), e temo l’assunzione di qualche altro antinfiammatorio della categoria fans. Nell’ultimo ciclo mestruale ad esempio mi hanno suggerito “ feldene fast”, compressa sublinguale, in quanto mi hanno detto che non passando per lo stomaco, non mi avrebbe creato problemi, ma non ne ho avuto il coraggio. Mentre ho scoperto dell’esistenza del “buscopan compositum” pensando che magari potrebbe fare al mio caso visto che essendo 500 mg di paracetamolo più il principio attivo del buscopan può essere più adatto a placare i dolori mestruali, assumendo con più parsimonia il paracetamolo.
Comunque chiedo il vostro consulto e aiuto per una terapia farmacologica più appropriata al mio caso.
Ringrazio per la gentile attenzione.
Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Condivido che la DISMENORREA regredisce benissimo con l'uso degli estro-progestinici (pillola, anello e cerotto ) .
Alternativa ai FANS , analgesici vari è la PEA (palmitoiletanolamide) che non ha azione gastrolesiva, non rientra nei farmaci antiinfiammatori .
E' un analgesico naturale simile alle sostanze prodotte dal nostro organismo (endocannabinoidi ) .
Queste sostanze vengono adottate anche per la cura della VULVODINIA , con ottimi risultati.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI