Utente 258XXX
Gentilissimo/a,

Vi contatto a causa di sanguinamenti vaginali anomali e febbre a seguito di un tampone vaginale e di un pap-test, eseguito lo stesso giorno.

Il tampone mi era stato suggerito dal mio medico curante dati i fastidi che avevo iniziato ad avere (bruciore, crampi, pochissime perdite grige). Mentre il pap test lo ho richiesto io in più per un controllo.

A seguito del pap test non ho avuto sanguinamenti fino a due giorni dopo e da quel momento non si sono ancora fermati (oggi è il quarto giorno da pap test. Inoltre, i crampi al basso ventre sono aumentati e mi è salita la febbre a 38,7.

Vi chiedo un gentile parere se sia il caso di preoccuparmi di una eventuale estenzione dell’infezione e se debba richiedere l’intervento di uno specialista senza attendere i risultati del tampone, dato che ho avuto diverse volte tamponi vaginali positivi allo streptococco.

Grazie e una buona giornata.

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
il sanguinamento dopo un prelievo per esecuzione di PAPtest è lieve ed è causato dalle spatoline (AYRE e cytobrush), ma se abbondante e persistente come nella sua descrizione , va esclusa la presenza di un ECTROPION (piaghetta) , di un piccolo polipo endocervicale o di una eventuale cervicite ( infezione della cervice ) .
Un esame colposcopico potrebbe essere utile associato ad una coltura di tampone endocervicale per Clamidia, gonococco e Micoplasmi.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI