Utente
Ciao a tutti, da quasi un mese sto soffrendo di diversi problemi intimi
In seguito ad un tampone vaginale, positivo per streptococco b emolitico del gruppo B, negativo per miceti ho intrapreso la cura antibiotica con monuril (2 giorni) e chemicetina ovuli (x sei sere) combinati ad una regolare alimentazione e regolare assunzione di fermenti lattici
Ad oggi non ho più perdite bianche, non ho più bruciore MENTRE urino, piuttosto avverto una sensazione di dolore/bruciore/aghi che si intensificano di più, ma sono presenti in condizioni basali, dopo che urino
Cosa può essere?

Conviene assumere un antidolorifico x qualche giorno (ibuprofene) e crema locale di fitostimoline?

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Dalla terapia posso dedurre che si tratti di una vaginite , ma la terapia impostata è rivolta ad una infezione delle vie urinarie (monuril)
E' importante escludere una concomitante VULVITE che provoca la sintomatologia riferita ("una sensazione di dolore/bruciore/aghi che si intensificano di più, ma sono presenti in condizioni basali, dopo che urino""").
Non è possibile consigliare terapia senza un corretto inquadramento clinico e una corretta diagnosi
SALUTONI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI