Utente
Gentili dottori, ho 26 anni e ho avuto rapporti sempre con lo stesso e unico partner per anni.
Qualche mese fa ho però fatto solo del petting con un'altra persona, e più o meno dopo un mese ho avuto una cistite (che non avevo mai avuto) curata con cistalgan suggerito dalla farmacista.
Da quella cistite (ma forse anche prima) ho cominciato ad avere a periodi alterni delle perdite maleodoranti (acquose a volte gialle), a volte con odore molto pungente (davvero molto forte) altre volte con un odore di pesce.
Ho fatto per una settimana gynocanesbalance per vaginosi batterica per ripristinare il ph e aveva risolto il problema.
Fatto sta che sono tornate alla fine del ciclo, infatti ho notato che compaiono dalla fine del ciclo.
Ho paura che possa trattarsi di un'infezione sessualmente trasmissibile dato che non ho mai avuto negli anni scorsi questo problema (soprattutto il sospetto mi viene per la cistite) , ma avendo funzionato le pipette per vaginosi e avendo i sintomi di quella pensavo di aver risolto.
Riporto per info che ho sempre avuto ciclo e ovulazione dolorosi e ho l'utero retroverso.
Spero di poter effettuare tamponi prima possibile (data la situazione difficile attuale) nel mentre vorrei però avere informazioni su questi sintomi.

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La sintomatologia è riferibile ad una VAGINOSI BATTERICA (da Gardnerella vaginalis ) che non è considerata malattia sessualmente trasmissibile.
Altra possibilità diagnostica è quella di una vaginite da batteri aerobi (vaginite aerobia) , che ha molti sintomi in comune come un essudato vaginale abbondante , odore sgradevole (nella vaginosi di pesce avariato) , la diagnosi differenziale si esegue con l'esame batteriologico a fresco , osservando la presenza o assenza di bacilli di DODERLEIN , e valutando il pH vaginale.
SALUTONI
#restiamoacasa
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
Grazie della risposta, dottore. Che differenza c'è tra le due? Soprattutto in che modo vengono curate, con antibiotici?

[#3]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Hanno sensibilità diversa agli antibiotici TOPICI (VAGINALI) non SISTEMICI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI