Utente
Salve, ho una curiosità di carattere amministrativo.
Non so se le informazione che ho io sono esatte.
Mi spiego:
La mia ginecologa privata mi ha detto che probabilmente dovrò togliere un fibroma uterino che sta crescendo.
Per farlo in regime ospedaliero pubblico qual è l’iter da seguire?
Che io sappia la ginecologa privata scrive un certificato in cui annota la patologia riscontrata e il trattamento consigliato (intervento).
Con questo certificato devo andare dal medico di base?
Il medico di base farà un’impegnativa con richiesta di ricovero?
Da qui quali sono gli step successivi?
Dove devo andare con questa richiesta di ricovero?
Grazie per le informazioni.

[#1]  
Dr. Marcello Navazio

28% attività
20% attualità
12% socialità
BOLOGNA (BO)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile signora,
sono lo stesso medico che le ha risposto il 16 aprile scorso ... forse non sono stato chiaro oppure desiderava l'opinione di un altro Collega... io non posso che confermare quanto le ho già detto: col certificato del libero professionista privato, tramite richiesta di visita specialistica da parte del medico di base, accede alla struttura pubblica (ospedale o clinica convenzionata) che provvede col proprio personale a verificare la sua eventuale patologia e ne stabilisce l'iter di cura . Confidando di averle chiarito i dubbi residui, la saluto cordialmente.
Dr. MARCELLO NAVAZIO
Specialista in Ginecologia ed Endocrinologia
Bologna

[#2] dopo  
Utente
Salve dottore, quello che non mi è chiaro è questo: il mio ginecologo privato scrive un certificato in cui palesa la patologia e consiglia l’intervento e fin qui ci siamo. Dopodiché il medico di base quindi non invia direttamente a intervento? Bensì richiede una visita specialistica con un ginecologo del ssn? Spero di aver capito bene. Grazie

[#3]  
Dr. Marcello Navazio

28% attività
20% attualità
12% socialità
BOLOGNA (BO)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Sì, signora, il medico di base può richiedere ricovero per patologia che, comunque, prima di essere sottoposta a terapia chirurgica, andrà verificata da chi, materialmente, dovrà intervenire. Quindi, anche se la richiesta fosse esplicitamente per intervento chirurgico, l'iter che verrebbe seguito è sempre il medesimo. Cordiali saluti.
Dr. MARCELLO NAVAZIO
Specialista in Ginecologia ed Endocrinologia
Bologna

[#4] dopo  
Utente
Perfetto. Grazie mille