Utente
Salve, da quasi in anno prendo la pillola a causa dell'acne e non ho mai avuto particolari problemi.
Il mio ciclo era regolare e puntuale come un orologio svizzero ma 2 mesi fa sono stata impossibilitata a prenderla per una settimana e, dopo aver ricominciato come se nulla fosse, non mi è più venuto e non so proprio come fare a ripristinare la cosa.
Premetto che prima dell'interruzione avevo finito Una confezione e dopo, quando ho ricominciato, ne ho iniziata una del tutto nuova secondo istruzioni del farmacista.
Hi la sunstone dell'ovaio policistico e non ho mai avuto rapporti quindi penso che sia da escludere l'ipotesi dell'essere incinta.

[#1]  
Dr.ssa Daniela Pelotti

24% attività
8% attualità
12% socialità
ABBADIA CERRETO (MI)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Chi ha acne e ovaia micropolicistiche ha una intolleranza ai cibi con glutine. Il glutine con meccanismo autoimmune può distruggere lentamente la funzionalità ovarica Producendo anticorpi anti riserva ovarica o antiovaio. Il glutine può causare colon irritabile, disbiosi e malassorbimenro di sostanze necessarie al benessere del corpo.
Ancora poca attenzione viene data in Italia al ruolo delle intolleranze alimentari nel modificare, anche in maniera consistente, l’assorbimento dei farmaci assunti per via orale.

In particolare ci sono due grandi tipologie di intolleranze alimentari:

Intolleranza al glutine: la malattia è chiamata Celiachia a causa della quale si producono anticorpi che 'sbagliano bersaglio' e che, in altre parole, vanno ad attaccare la mucosa dell’intestino provocando uno stato infiammatorio cronico responsabile delle alterazioni negli assorbimenti a livello intestinale - almeno finché non viene diagnosticata la malattia - di ferro, calcio e oligoelementi essenziali. Le persone affette da Celiachia da bambini, ad esempio, possono andare incontro a difficoltà di crescita e, da adulti, ad anemie importanti. Nelle donne in età fertile la celiachia può addirittura attaccare l’ovaio provocando infertilità, amenorrea e Menopausa precoce.
Intolleranza al lattosio: interessa circa 20 milioni tra uomini e donne (60% della popolazione). Le donne che hanno questo problema manifestano disturbi alimentari, in particolare con grande produzione di gas, dovuta ad alterata fermentazione intestinale, per cui soggette a coliche addominali e alterazione nell’assorbimento dei farmaci.
Può essere che stai diventando sempre più intollerante a questi cibi o che in questi mesi ne hai abusato maggiormente!
Dr.ssa Daniela  Pelotti