Utente
Ho 47 anni e mi sono da poco sottoposta ad isterectomia totale.
Il problema è nato dalla positivita all'HPV 16 salito da livello basso a cin3 nel giro di un mese.
A prescindere da ciò vorrei adesso capire come comportarmi per il futuro quanto ai rapporti: in assenza di complicazioni e con decorso post laparoscopico regolare, quanto tempo devo attendere prima di avere rapporti?
Il mio partner è opportuno che si sottoponga ad una peniscopia o ad esami specifici?
L'eventuale peniscopia mi mette al sicuro?
Rischio di avere recidive dipendenti dalla ripresa dei rapporti?
Che tipo di cautele devo adoperare?
Inevitabile, mi creda, porsi tante domande... mi aiuti, cortesemente, a capire cosa posso e cosa non posso fare... grazie

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Se è stata sottoposta ad ISTERECTOMIA TOTALE , vuol dire che il collo uterino (cervice ) è stato asportato insieme al corpo uterino , e di conseguenza manca l'organo "bersaglio " dell' HPV , responsabile del carcinoma del collo uterino ( ceppi HPV ad alto rischio ) . Quindi il problema non si pone .
Diversa è la situazione in caso di ISTERECTOMIA sub- TOTALE con conservazione del collo uterino.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
Gentile dottore, grazie del riscontro. Si, la mia isterectomia è stata totale con asportazione del collo dell'utero, tube ed ovaie. Quali sono i tempi per una ripresa dei rapporti?

[#3]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
E' importante valutare la cicatrizzazione del fondo vaginale , per poter tranquillamente riprendere l'attività sessuale
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI