Utente
Buonasera,
ho avuto l'ultima mestruazione il 14 maggio e il 6 giugno il test di gravidanza precoce è risultato positivo.

Purtroppo il 24 giugno ho avuto delle perdite di sangue e il ginecologo mi ha prescritto gli ovuli di progesterone e il dosaggio delle beta HCG.
il 27 giugno, a seguito di eco TV, segnalava la minaccia di aborto e una camera gestazionale dismorfica di 10 mm.
Alla medesima data le beta HCG erano a 1882.

Ho ripetuto le analisi il 30 (purtroppo presso un altro laboratorio) ed erano a 2433.

Il 2 luglio, a seguito di eco TV che inizialmente gli era sembrata rassicurante rispetto alla precedente (ha detto "se la vedessi oggi per la prima volta, non vedrei nulla di preoccupante, seppur la camera gestazionale sia lievemente dismorfica"), mi ha fatto la diagnosi di aborto, motivando - da quel che ho capito - sulla base delle dimensioni della camera, che il 2 luglio ha segnato di 8+2mm, e della crescita "patologica" delle beta HCG.

Non so perché ma, dopo aver passato il weekend nella convinzione assoluta di averlo perso, oggi mi è venuto il dubbio che possa aver sbagliato, le dimensioni dell'embrione non mi sembrano così anomale, sbaglio?

[#1]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
16% socialità
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
SOLOFRA (AV)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
I dati che riporta, di fatto, non lasciano ben sperare. Occorre però giungere comunque ad una diagnosi definitiva di aborto. Cosa che succederà con l'ecografia vaginale, al punto in cui si trova e non con ulteriori misurazioni delle beta.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli