Utente 163XXX
Gentile dottore,

sono un ragazzo di 24 anni e volevo chiedere (anche) un suo parere in merito ai disturbi che avverto da circa due mesi a questa parte (e per i quali è stato escluso un problema di origine neurologica).
Nella fattispecie la sintomtologia percepita si sostanzia in:

1) senazione di occlusione (nodo) sul lato destro della gola (a livello della laringe), con tensione muscolare diffusa al collo (lato dx) ed interessamento dell'occhio dx (ridotta capacità e fluidità nell'aprire e muovere l'occhio medesimo);

2) rigidità articolare e facile affaticamento della mano e braccio destro (con frequente formicolio alla mano qualra distesa lungo il corpo);

3) facile affaticabilità ed occasionali parestesie al pide e gamba destra;

4) fascicolazioni diffuse (frequenti alle palpebre e al mento).

Per quanto concerne gli accertamenti diagostici eseguiti, ad oggi mi sono sottoposto a visita neurologica, RMN encefalica e spinale, RX torace e analisi del sangue (tutti i test risultano nella norma).

Volevo pertanto domandare se, sulla base della sintomatologia riportata sussistono i presupposti per considerare un eventuale problema di occlusione dentale (od altro plausibile disturbo gnatologico).
*specifico al riguardo che di avere i due "denti del giudizio" inferiori parzialmente inclusi (ancora non rimossi), i quali mi hanno occasionalmente causato alcuni problemi nevralgici (comunque non gravi).

Grazie per la gentile disponibilità.

Cordialmente.

[#1] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Interessante che non ci sia nulla di neurologico. Quando ci si trova davanti casi così complessi uno specialista potrebbe non essere sufficiente.
l'ortopedico potrebbe aver difficoltà a spiegare il nodo alla gola (pertinenza otorino), mentre è adatto per valutazioni del collo; l'oculista potrebbe spiegare la ridotta capacità di muovere l'occhio; lo gnatologo conosce (dovrebbe) il nervo trigemino e molti dei disturbi da Lei descritti sono di pertinenza di zone innervate dal trigemino. Prima di pensare a togliere i denti del giudizio controlli da uno gnatologo l'eventuale (secondo me probabile) presenza di malocclusione dentale.
Saluti
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum