Utente 238XXX
Salve,
ho 27 anni e da circa 4 anni soffro costantemente di dolori muscolari localizzati sulle spalle e sul trapezio risultando più evidenti sul lato sinistro.Delle volte esso è accompagnato da un dolore vicino all'orecchio e con dei ronzii. Frequentemente il dolore parte al risveglio e peggiora se non prendo un anti infiammatorio.Il resto delle volte il dolore è sopportabile ma in ogni caso mi porta ad avere una postura con spalle chiuse e testa pronata in avanti. Premetto che all'età di 18 anni ho subito un trauma contusivo alla parte sinistra del viso.
Ho fatto prima visita da un maxillo facciale che mi ha consigliato un bite senza risolvere niente e in seguito una visita gnatologica.Mi è stato di nuovo consigliato un bite xchè quello che avevo prima non andava bene ed è stato costruito in base ad una kinesiografia.Inoltre devo effettuare applicazioni costanti di impacchi caldi.
Allo stato attuale noto l'apertura mandibolare migliorata in altezza ma i dolori muscolari non sono scomparsi per niente.Il dottore ha detto che son dovuti al fatto che dormo male e che devo dormire rivolto verso un lato piuttosto che su un altro.E' un ipotesi plausibile? Comunque anche questa soluzione ha fallito.
Altre informazioni che non sò se possono essere utili.Noto un dolore mandibolare quando parlo molto e il dolore cervicale risulta una costante in seguito ad un attività sportiva anche leggera Ho eseguito un ortopanoramica dentale e in seguito mi è stato consigliato di rimuovere i 4 denti del giudizio (cosa che ho effettuato).Inoltre noto dolori costanti alla parte bassa della schiena e ultimamente soffro di fascite plantare localizzata sempre a sinistra che sto curando con delle suolette di scarico.La fascite potrebbe essere causata anche da una errata deambulazione dovuta a pregressi traumi al ginocchio destro che mi porta a caricare maggiormente sulla sinistra.

Ora vi chiedo quali alternative ci sono al bite?da chi mi potrei rivolgere?un operazione potrebbe essere una soluzione?Ho iniziato a prendere in conto anche quest'ultima ipotesi visto che sto prendendo in media 8 Oki al mese e il problema è uno di quelli che ti fà sentire sempre più invalidato.
Grazie delle risposte.

[#1] dopo  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
la chirurgia non viene utilizzata e non è una soluzione mentre lo è essere seguiti da un bravo gnatologo che eventualmente in collaborazione con altre professionalità se necessario le potrà migliorare la situazione clinica
lei soffre da circa 4aa per cui deve avere pazienza, mi sembra di capire che comuque le condizioni anche se parzialmente siano migliorate ma chiaramente molta strada ancora c'è da fare , nella speranza che il collega che la sta seguendo sia in grado di completare il èiano di terapia e nell'eventualità di chiedere la collaborazione di colleghi in grado di lavorare anche sulla componente muscolare
cordiali saluti
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it

[#2] dopo  
Utente 238XXX

un visita da un fisiatra posturologo potrebbe essere utile?

[#3] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Sicuramente si, il posturologo dovrebbe essere "il direttore d'orchestra" che stabilisce le varie competenze.
Se il fisiatra sente da lei che "Allo stato attuale noto l'apertura mandibolare migliorata in altezza ma i dolori muscolari non sono scomparsi per niente." decide che serve un bite, ci vuole uno gnatologo che lo confezioni. La kinesiografia è un metro di valutazione, nient'altro; è un indice di accuratezza diagnostica, ma da sola non certifica che il bite sia il migliore possibile.
Si faccia fare un bite da uno gnatologo e contestualmente faccia anche una visita fisiatrica (magari 10 gg dopo).
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#4] dopo  
Utente 238XXX

Vi ringrazio per le risposte e per la disponibilità.
Volevo precisare che il bite che attualmente porto da 5 mesi mi è stato confezionato dallo gnatologo ed è esso che mi ha migliorato l'apertura senza però migliorare i dolori muscolari per questo motivo avevo bisogno di un consulto su ulteriori soluzioni da adottare.E' possibile che il dolore sia causato dal fatto che dormo male?
Inoltre volevo avere un parere anche sulla visita neurologica nella quale mi è stato diagnosticato :" riferita sintomatologia con caratteri prevalentemente costrittivi in regione cervicale.Esame neurologico nella norma".Prescrizione di LAROXIL 5 gocce a sera.Con le gocce devo dire che il dolore cervicale scompariva quasi ma appena smettevo ricominciava.
Vi ringrazio per tutte le vostre risposte perchè come ho detto il problema mi porta ad essere sempre stanco,svogliato,incapace di afferrare e alzare oggetti,a prendere anti infiammatori in continuazione senza contare il fattore psicologico che và ad essere "sotto terra" per tutti i soldi che sto spendendo senza ottenere benefici e per non sapere che azioni intraprendere o a chi rivolgersi (ho 27 anni).

[#5] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Io chiederei un altro parere.
" riferita sintomatologia con caratteri prevalentemente costrittivi in regione cervicale.Esame neurologico nella norma" è una descrizione dei sintomi che Lei gli ha descritto. Con il laroxil sempre un po di stanchezza potrebbe esserci, ma consigli farmacologici senza visita non sono possibili.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#6] dopo  
Utente 238XXX

Aggiornamento sulla mia situazione dopo visita fisiatrica-posturologa.
Riferita cervicalgia post-traumatica con disfunzione atm sx e clic funzionali.Assetto posturale asimmetrico a carico dx.Cefalea ricorrente.
si consiglia:
-rx rachide cervicale standars,obliqua e trans-orale
-rx rachide in toto in ortostasi su griglia + bacino + 1/3 superiore dei femori nelle proiezioni standard.

Esito radiografia:
Assenza di lesioni osse a focolaio.
Colonna vertebrale sufficientemente in asse.
Scomparsa della lordosi fisiologica cervicale.
Nella norma i metameri in esame;conservati gli spazi intersomatici.
Dente dell'epistrofeo in asse.
Bacino slivellato in basso a destra di circa 6mm

Volevo sapere se gli esami prescritti sono idonei alla mia patologia e un parere sul referto cioè cosa ho e quali potrebbero essere le cure.
Grazie.

[#7] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
C'è scritto quello che lei gli ha detto che ha avuto un trauma a cui è seguito dolore al collo (cervicalgia), disturbi dell'articolazione temporomandibolare e click, che ha mal di testa.
Lui ha osservato che lei è asimmetrico e sovraccarica di più a destra.
All'Rx vede il collo che è diritto perché i muscoli cervicali sono contratti (perché?).
Bacino slivellato a destra.
E' una discreta descrizione di cosa Lei ha, il perché e come curarlo lo saprà il fisiatra, provi a fare domande più precise a lui.
Io posso dirle che il click si cura con il bite https://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/news/821/Tanti-tipi-di-bite-ai-denti-come-sceglierlo e che sono documentate correlazioni tra malocclusione dentale e cervicalgia http://www.danieletonlorenzi.it/?p=169.
Questo è un dato certo, io comincerei a pensare ad un bite ben fatto.


http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#8] dopo  
Utente 238XXX

Gentile dottore la ringrazio per la disponibilità.
Le volevo chiedere se ci può essere una correlazione tra lo sbilanciamento del bacino e la malocclusione?inoltre come si fà a stabilire se un bite è fatto bene o meno?Le chiedo questo perchè come detto prima ho portato due bite di cui,quello che porto ora, realizzato da uno gnatologo in seguito a kinesiografia e raggi dei denti ma senza ottenere benefici sui dolori cervicali.
Inoltre esiste una soluzione alternativa al bite nel caso esso non abbia effetto?

[#9] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
1) la correlazione tra sbilanciamento del bacino e la malocclusione io l'ho riscontrata nei miei pazienti, anche se secondo gli ortopedici non è dimostrata.
2) la terapia fatta bene è quella che cura il dolore, si deve prima fare diagnosi, vedere se ci sono altre cose concomitanti, se il dolore è acuto o cronico, ecc. Alla fine va fatto il bite, se la diagnosi è favorevole e il bite ben fatto il dolore scompare. Avere strumento elettronico talvolta non è sufficiente. Non so nel Suo caso, ma spesso i bite sono di altezza insufficiente https://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/news/821/Tanti-tipi-di-bite-ai-denti-come-sceglierlo. Talvolta poi è necessario aiutarsi (temporaneamente) a terapie farmacologiche.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum