Utente 225XXX
Salve. So che tramite web non è possibile chiarire al meglio e valutare tutto il caso come si deve, ma vorrei porlo nella maniera più dettagliata.

Da un pò di tempo, ho dei fastidi alla mandibola, nel senso che ogni volta che la apro (anche non molto), mi scrocchia più vero destra. Il tutto è molto fastidioso, anche perchè se compio 300 masticazioni nel mangiare, la mandibola scricchiola 300 volte. E' uno scricchiolio non molto forte ma assolutamente neanche molto debole. Andato dal dentista, mi ha detto che soffro di malocclusione ( perchè da più piccolo non ho messo un altro apparecchio notturno per evitare questo ) e mi ha prescritto il bite da mettere la notte all'arcata inferiore. Solo che, dopo che metto questo bite, una volta tolto, noto che la mandibola mi scrocchia anche alla sua a sinistra, oppure a volte mi scricchiola di più nel suo punto originale. ( sarà come appoggio la testa la notte nel dormire?) Sono 2 giorni che ho il bite, lo metto e noto la stessa cosa.

Tutto questo prima senza bite non succedeva. Se mi scricchiolava di più o mi si bloccava e non potevo aprirla, bastava che appoggiassi la testa dormendo nella parte di destra e si risistemava il tutto.

P.S.

Ho fatto delle prove manuali. Se poggio un dito sotto l'orecchio a destra all'articolazione della mandibola, questa mi scrocchia di meno da questa parte quando la apro ( però lo scricchiolio diventa più intenso a sinistra quando chiudo). Viceversa se premo a sinistra, lo scrichiolio diventa più intenso all'apertura a destra. Praticamente devo fare una sorta di premuta da entrambi i lati per evitare " Quasi " il non scricchiolio

Come devo comportarmi?

Premetto che ho subito un intervento di craniotomia suboccipitale e se non saglio i problemi prima di questo intervento erano molto meno intensi ( se non nulli... ora non ricordo di preciso )

Grazie per la vostra attenzione

[#1] dopo  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
Mettere il bite non e' un problema ma e' individuare e diagnosticare correttamente la patologia e quindi far preparare il bite corretto per il paziente la vera difficolta'. Il bite non cura certo la malocclusione per la quale eventualmente servira' poi l'ortodonzia e neppure cerca di curare i rumori articolari che possono sparire ma non certo per quello scopo esclusivo viene posizionato un bite. A parte il fatto che l'ha solo da. 2 gg e quindi solo dopo un periodo decisamente piu' lungo si possono prendere delle decisioni anche se i benefici anche se parziali possono essere repentini, non ho capito il reale motivo x cui e' stato posizionato e per cui lo deve portare solo la notte. Importante che lei sia seguito da un collega esperto in gnatologia che sappia valutare attentamente la situazione articolare, occlusale e muscolare e quindi solo poi le dia le indicazione terapeutiche piu' corrette
Cordiali saluti
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it