Utente 225XXX
Salve. In primis, grazie per la vostra attenzione.

Vorrei chiedervi un parere. Da qualche mese, metto ogni notte il bite all'arcata inferiore dato che ho una malocclusione mandibolare che, ogniqualvolta che apro la bocca, mi scrocchia. Questo, naturalmente, durante il pasto è davvero insopportabile, dato che se apro la mandibola per masticare 300 volte, per 300 volte mi scrocchia la mandibola.

Ora, il problema è durante la notte. ogni mattin, mi risveglio con la mandibola bloccata ( ovvero non riesco ad aprirla ) e devo aspettare sempre quei 10 minuti che si ristabilizza il tutto (nonostante metto il bite ).

Ho notato però, questo qualche giorno fa, che dormendo dal lato sinistro, ovvero il lato dove se poggio il dito vicino l'oreccho e premo, la mandibola non scrocchia più, ho notato che il giorno dopo la mandibola non mi è scrocchiata quasi per niente ( se non pochissimo e per tutta la giornata ). Naturalmente, ho dovuto dormire senza cuscino e con la testa poggiata completamente sul materasso.
Cosa diversa invece, se dormo normalmente e la mattina mi risveglio sempre con la mandibola quasi bloccata nell'attesa che in quei 10 minuti dopo alzatomi si ristabilizzi e per tutta la giornata poi, mi scrocchia in modo evidente.

Il dentista, mi ha detto che anche se la mattina mi risveglio con la mandibola che mi si blocca, l'importante è che metto sempre il bite dato che con il tempo migliora da solo. Secondo voi cosa devo fare??

Ah, p.s.

Per curare questa malocclusione, lo stesso dentista mi ha detto che oltre al bite, c'è anche un altro tipo di apparecchio sempre notturno che si usa nei casi di peggioramento di malocclusione nonostante sia stato usato il bite. Di cosa si tratta?

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, dal suo racconto si evince che lei presenta una incoordinazione condilo meniscale. a bocca chiusa, cioé, il menisco, il "cuscinetto" che si interpone fra il condilo mandibolare e la cavità dell'osso temporale che lo accoglie (Cavità Glenoide) , scivola in avanti, e viene ricatturato nel movimento di apertura . La ricattura provoca il rumore di schiocco.
Lo scopo del bite, in questi casi, dovrebbe essere quello di mantenere la posizione di "ricattura". Nel suo caso sembrerebbe che questo obiettivo non si raggiunga stabilmente con il bite che porta, e probabilmente per questo il Collega intende realizzarne un atro. Cordiali saluti ed auguri
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
L'apparecchio notturno di cui parla il suo dentista potrebbe essere il Grindcare .

Trova informazioni sul mio sito www.malocclusione.it
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#3] dopo  
Utente 225XXX

Salve Dottore,

ma è grave come cosa? In effetti, come dice il Dottore Bernkopf credo siano le stesse parole che ha detto il dentista

Inoltre, però , quando metto il bite la sera, e sto al pc ad esempio, sento proprio che migliora lo scrocchiolio, o meglio scrocchia di meno..

Voi cosa mi consigliate?

[#4] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Le opinioni sono varie: a mio parere in casi come il suo il bite va portato 24 ore: non ha senso evitare lo schiocco di notte e ricascarci di giorno. Nessun ortopedico asccetterebbe di "ingessare solo di notte".
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#5] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Se vuole capire come avviene il meccanismo del click del disco articolare legga http://www.danieletonlorenzi.it/atm/gnatologo-gnatologia-ovvero-studio-dell%E2%80%99articolazione-temporomandibolare-atm/
Se il suo bite non funziona è perché probabilmente andrebbe fatto in maniera diversa https://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/news/821/Tanti-tipi-di-bite-ai-denti-come-sceglierlo
Il click ha meccanismi diversi dal click e dal blocco mandibolare.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#6] dopo  
Utente 225XXX

Salve a tutti. Vorrei aggiornare la mia situazione attuale. Premetto che porto il bite da 5 mesi circa.

Solo che non riesco a capire una cosa: il bite lo porto la notte e a volte quando sono in casa. Portandolo la notte, da circa un mese a questa parte, quando mi alzo, la mandibola rimane perennemenne bloccata e sono costretto la mattina, poi, a tenerla aperta ( dopo il clik ) per qualche minuto.

Ho notato però, che quando sono al pc e porto il bite, non riesco a capire ma il click è come se scomparisse ( non del tutto però ). Il bite fa diciamo " effetto " solo quando non sto nel letto

Ora, il bite comunque manda in riposo la mandibola stessa, oppure è come se non lo mettessi?

Cosa mi consigliate?

grazie

[#7] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
quando mi alzo, la mandibola rimane perennemenne bloccata
R: non é buon segno: ne parli con il suo dentista

sono costretto la mattina, poi, a tenerla aperta ( dopo il clik ) per qualche minuto.
R: anche con il bite la mandibola dovrebbe stare "dopo il click".

Nek suo caso, a mio parere, come già le dissi, le 24 ore sarebbero di rigore.
Clordiali saluti.
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#8] dopo  
Utente 225XXX

Salve Dott. Grazie mille per la sua risposta.

Riguardando la sua ultima risposta, ovvero che il bite dovrebbe stare dopo il click, vorrei avere una piccola delucidazione riguardante un piccolo problemino.

Rimanendo per molto tempo con la bocca aperta dopo il click, ( avendo quindi un netto miglioramento all'apertura) ho visto che alla richiusura ho problemi con la parte "sinistra" della mandibola..infatti ho problemi nel richiuderla totalmente, sentendo anche da quest'altra parte il click e quindi l'impedimento di masticare a causa del dolore.

Cosa ne pensa lei?

P.s.

Ho sentito che in alcuni casi si può ricorrere all'intervento. In cosa consiste? Si hanno poi cicatrici sul volto?

Grazie

[#9] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
E' importante che il click sparisca, ma non tanto spalancando la bocca, il che é ininfluente, ma chiudendola in una posizione mandibolare diversa , chiamata "posizione terapeutica" ,, ndividuata dal bite.
La cirurgiua é riservata a pochissimi casi gravissimi, e possibilmente da evitare.
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#10] dopo  
Utente 225XXX

Salve. Come mai è da evitare? Si vedranno cicatrici ?? Grazie

[#11] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Allungando la dimensione verticale http://www.danieletonlorenzi.it/atm/terapia-dei-disordini-disfunzione-dellarticolazione-temporo-mandibolare-temporomandibular-disorder-tmd/ è chiaramente necessario trovare un rapporto tra le arcate corretto. Il bite deve rispondere a due esigenze:
1) deve essere sufficientemente alto per non far più sentire il click;
2) dare un rapporto tra i denti corretto.
Individuato questo rapporto corretto si può fare trasformare il bite in masticazione corretta http://www.danieletonlorenzi.it/atm/rialzare-la-masticazione-con-ceramiche-o-senza-limare-i-denti-gli-overlay-dentali/
Perché è meglio evitare (se possibile) la chirurgia?
E' necessario trovare un equlibrio nel rapporto tra i denti inferiori e superiori. Se un bite non va bene si può limare, aggiungere resina, buttarlo via. Pensi che sempre un bite va ricontrollato e spesso ritoccato. E' un intervento reversibile. Un'intervento di chirurgia è irreversibile, non si ritocca nulla. La bibliografia scientifica lo sconsiglia.
Saluti
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#12] dopo  
Utente 225XXX

Grazie per la sua risposta. A breve, prenderò appuntamento presso uno gnatologo.

Dottore, prima di recarmi dallo gnatologo, saprebbe indicarmi quali lastre e/o esami devo effettuare per mostrare il tutto al medico e far capire il problema risolvendolo nella maniera più precisa?

grazie

[#13] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Un'ortopantomografia per escludere altre patologie dentali, es. granulomi. Per la diagnosi http://www.danieletonlorenzi.it/?s=blocco&x=0&y=0 dovrebbe essere sufficiente.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum