Utente 524XXX
essendo un ragazzo di 24 anni che da almeno 2 anni soffre di problemi posturali,e avendo girato circa mille posti con all'incirca le solite risposte(anche se simili sempre diverse tra loro:dipende dalle cicatrici,dipende dai denti,dipende dai piedi,dipende dalla psicologia,hai la scoliosi,hai la fibromialgia,ecc),e non avendo mai risolto nulla(ho usato plantari e bite),girovagando su internet in cerca disperata di uno specialista come fa chiunque non risolve i problemi,ho trovato questo sito,naturalmente io non sapendone nulla di questi argomenti(so solo che le soluzioni proposte fino adesso sono state inutilie alquanto dispendiose),vorrei chiedere un commento a questo sito,da parte di piu' dottori pero'....grazie anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Il problema è di solito che si va dal fisiatra e prescrive plantari, dal dentista e fa sempre bite, non è facile trovare chi propone un "approccio globale" alle problematiche. Basta una cattiva digestione e si assorbono pochi sali minerali. Il medico sportivo prescrive spesso integrazioni con potassio e magnesio, il "posturologo" no. Si "seziona" il benessere in una confusione caotica di specialisti. E' un errore. La psicologia poi dopo che si è (inutilmente) visto tanti medici è quasi sempre coinvolta. Basta risolvere il problema posturale che di solito l'umore torna normale.
Saluti
Daniele Tonlorenzi
PS ci dice che disturbi ha?
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#2] dopo  
Utente 524XXX

I sintomi sono rigidita' della parte destra,asimmetria che va peggiorando,con bacino alto nella parte destra e conseguente gamba piu' corta,spalla sinistra che prima era piu' alta,grossa contrattura a livello del trapezio destro,vertebre sempre piu' vicine(infatti mi scrocchiano continuamente,piedi tendenti al piatto e due cicatrici aperte dentro il naso a causa di un operazione sbagliata a l setto nasale...cmq il trattamento che sto facendo e' estrazione denti del giudizio(tutti e 4,(levati 3 ne manca uno)) plantari e ora mi dovrei mettere il bite, da quando mi sono messo i plantari e i mi sono levato i denti del giudizio mi sono iniziate a venire vertigini,mal di testa,dolore all'atm,difficolta' nella deglutizione,tant'e' che in questi giorni me li sono dovuti levare(senza mi sento molto storto,ma perlomeno non ho quei capogiri,e la rigidita' al collo e' diminuita)
La mia storia clinica:
da piccolo avevo un po' di scoliosi ( il palato stretto)
poi forse con il nuoto e l'apparecchio per i denti era quasi scomparsa,all'eta' di 15 anni ho dovuto abbandonare permotivi di scuola,a 19 ho riniziato tranquillamante piano piano ed ho alternato, a volte praticavo a volte no(nel frattempo sono anche usciti i denti del giudizio e ristorto tutti i denti,oppure era propio il loro andamento di ritornare storti ) ,fino a 23 anni che ho iniziato ad andare in palestra e a giocare a calcio, ho preso diversi kg di massa,per 1 anno tutto a posto poi sono iniziati i primi dolori e le prime visite,qui il calcio mi e' stato sconsigliato e la palestra pure,allora io mi sono ridato al nuoto e alla bicicletta :sport privi di traumi,all'inizio tutto bene poi piano piano anche qui i primi sintomi,e soprattutto sento che quando nuoto lavoro solo con la parte destra...non so se sia la causa della stortura o l'effetto(comandano le ossa o i muscoli?)...cmq ora come ora a quasi 25 anni mi e' toccato smettere.Nelle visite mi e' stato detto un po' di tutto come citato nel post precedente:fibromialgia,cicatrice aperta nel naso ,denti del giudizio,atm,piedi piatti,psicologia(premetto che se non sto male io non e' che sono in ansia per il nulla,anzi,il fatto e' che lo sport e' veramente una passione grandissima (faccio anche l'istruttore di nuoto ) ,e sentirmi dire di smettere a quest'eta' non e' bello,specialmente mentre uno ha capogiri mal di testa ecc...)

il fatto e' che per queste cose,mi e' parso di capire in due anni di visite non ci sono standard, e le opinioni son ocompletamnte contrastanti uno dall'altro,io per ora sto andando a tentativi anche in studi olistici,ma per ora tanti soldi spesi e zero risultati...Grazie e ricordatevi di commentare il sito in testa al post..Ciao

[#3] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Mi pare che non abbia ancora fatto diagnosi. Questa si fa in un modo semplice, si misura con pedana baropodometrica. Si valuta la postura ad occhi aperti ed occhi chiusi, deafferentando l'appoggio podalico, il sistema stomatognatico, ecc. Mi pare che ancora Lei non abbia una diagnosi chiara. Ho dato un'occhiata (veloce) al sito del bite, non condivido quanto scritto, anche se (talvolta) uso anch'io questa metodica. Io sono per un approccio olistico e (quando serve) per un tipo di bite diverso nei pazienti con dolore. Per comprendere questo tipo di bite si deve conoscere le vie neurofisiologiche del trigemino. Se vuole consigli sul Suo caso sono a disposizione, se vuole parlare del nucleo mesencefalico del trigemino di quello della radice discendente, dei rapporti tra trigemino e vestibolo, dei fusi neuromuscolari bisogna cercare un'altra sede.
Saluti
Daniele Tonlorenzi
PS Vuole un esempio di come sia possibile avere instabilità, lombalgia ed altro non di natura occlusale? In caso di cupulolitiasi (distacco di otoliti dalla macula dell'utricolo)l'unico modo per star bene è la terapia della patologia.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#4] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Manca solo che fa venire il cancro e poi c'è tutto.

Diversi dei concetti sono giusti, è l'insieme che non va, la correlazione fra le cose e gli eventi.

Ma: l'asma, la tossicodipendenza, i disturbi ormonali, il tunnel carpale, la celiachia...
Ma siamo seri, per favore!

Poi c'è la solita confusione ignorante su quale è la causa e quale è l'effetto, oltre alle poche nozioni sui concetti di crescita e di anatomia.

L'invito a tutti i pazienti è quello di sceglere accuratamente le fonti di informazione, scartando gli spacciatori (anche in buona fede, come qusto signore) di verità assolute.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#5] dopo  
Utente 524XXX

Per il prof Tonlorenzi:
La diagnosi c'e' stata ed e' stata da due studi olistici con odontoiatra posturologo eccc...e con varie pedane baropodometrica occhi chiusi occhi aperti,test di meesserman ecc....e le risposte sono state QUASI tutte uguali(i piedi e i denti tutti,anche se con il test con i gommini in bocca non cambiava un bel niente,poi uno ci includeva una cicatrice e un altro gli occhi),ma i rimedi sono stati tutti uguali: tutti inefficaci e le spese altissime(plantari,bite,estrazioni).Tra l'altro io penso di avere una scolisi galoppante e nessuno mi ha mai chiesto una radiografia ,una risonanza,nulla.Possibile che da anni i ricercatori studiano la scoliosi senza cavarci ragno da un buco e questi con un bite ti vogliono rimettere diritto,cmq quello che vorrei dire io e' solo il fatto che un ragazzo come me in questa situazione non sa veramente che pesci prendere,perche' se si guarda le opinioni sui vari rimedi per queste cose,sono tutte contrastanti l'una dall'altra,quindi uno deve fare delle prove spendendo migliaia di euro inutilmente andando prima dal tale luminare,poi dall'altro ecc....perche' queste cose non si possono fare nel pubblico e perche' in italia non sono riconosciute???Io ci verrei anche a farmi visitare da lei...ma quanto costa ogni visita?e poi un altro concetto che vorrei esprimere e' il fatto che i dottori che svolgono attivita' a pagamento,in qualche modo forniscono un servizio,e anche parecchio costoso,quindi se uno fornisce una diagnosi sicura e pensa che con determinati rimedi si puo curare,e poi la cura non funziona o addirittura peggiora le cose,ci dovrebbe essere un rimborso(non dico io delle cose materiali tipo plantari o bite, ma perlomeno delle visite)....o sbaglio?

[#6] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Noi, esseri umani che fanno i dentisti e qualcuno anche lo gnatologo, siamo pieni di dubbi, e più aumenta la conoscenza specifica, aumentano le domande e con esse altri dubbi.
E fra i più dubbiosi ci siamo sia Tonlorenzi che il sottoscritto, così "maltrattati" nel forum del sito.
Non posso che scusarmi a nome di tutta la classe medica e odontoiatrica che non ha capito nulla del suo caso.

Non mi resta che da interrogarmi sul come ho potuto risolvere la patologia di molte persone, senza seguire il "metodo" dell'amministratore del sito in questione.
Sarà stata la fortuna, non può esserci altra spiegazione.

All'amministratore del sito vorrei dedicare un brevissimo testo di uno scrittore orientale che mi ha molto colpito.

Il Diavolo passeggiava con un amico quando vide un tale che, chinatosi a terra, raccoglieva qualcosa, andandosene via con aria molto soddisfatta.
L’amico chiese al Diavolo: “Cosa ha raccolto quel tale, da essere così soddisfatto?”
“Un pezzo di Verità” rispose il Diavolo.
“Ma lo lasci fare? Non sei preoccupato?” chiese l’amico stupito.
“Tuttaltro”, rispose il Diavolo.
“Gli permetterò di farne una religione”.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#7] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Ringrazio Sergio per la risposta data ( e che condivido). La paziente che ho dopo deve essere riabilitata perché edentula (elettromiografia normale è senza dolore). In passato ha avuto molti mesi di grave lombosciatalgia con malessere generalizzato (probabilmente elettromiografia alterata). Purtroppo è stata curata con cortisonici (potenti antidolorifici) e la paziente ha rischiato la vita. "Semplicemente" aveva una neuropatia diabetica ed il cortisone l'ha peggiorata. Per questo (come Sergio) amo il dubbio, non condivido l'approccio specialistico al dolore e nemmeno coloro che fanno diagnosi strumentale senza esame clinico.
Saluti
Daniele Tonlorenzi
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#8] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Visto che ho trovato sul sito NON MEDICO segnalato dall'utente riferimenti a questo consulto ed alla mia persona, ci terrei a puntualizzare i seguenti aspetti che riportano il discorso su un piano tecnico nella speranza che anche nella "controparte" vi sia un interesse scientifico e non solo provocatorio e denigratorio....
1) al sito al sito http://www.camera.it/parlam/leggi/deleghe/testi/05030dl.htm i comma I comma 2, 3, 4 e 5 dell'art. 45 dicono che le metodiche scientifiche non sono brevettabili.
Chi asserisce di aver brevettato una metodica medica dice cose che sono contrarie alle leggi italiane.
2) la tens per "confezionare" bite è stata descritta per la prima volta nel libro "Electronic control of muscolar contraction" 1969 B. Jankelson, editore Sci. Ed. Bull. Int. Coll. Dent.
3) lo studio dei movimenti mandibolari è descritto in “Mandibular movements in three dimensions”
J. Pros. Den. Jan-Feb 1963 - Volume 13 N. 1 del gruppo di - Ralph W. Stacy di Columbus, Ohio. Si trattava di uno studio macchinoso e non riproducibile. E' con Jankelson B.: “Kinesiometric instrumentation, a new technology” J.A.D.A., 90, 834, che nel 1975 si ottiene uno strumento con oscilloscopio in grado di poter essere usato con tutti nella terapia.
4) Nel 1934 James Costen, -che era un’Otorinolaringoiatra Americano-, mise in correlazione alcuni sintomi di sua competenza Specialistica (capogiri,acufeni, otalgia, ipoacusia, etc.) ,con delle alterazioni anatomo-funzionali dell’occlusione dentale dei suoi Pazienti, che si accompagnavano ad ulteriori sintomi presenti nella funzione dell’Apparato Masticatorio (rumori e dolori articolari delle due A.T.M Articolazioni-Temporo-Mandibolari , limitazione dei movimenti mandibolari e della apertura della bocca, etc).
Lo Studioso diede il Suo nome a tale forma patologica , definendola “Sindrome di Costen”.
5) le correlazioni tra occlusione e postura corporea si possono trovare su http://www.posturology.info/pagine/posturologia.html
Spero di aver contribuito a fare maggior chiarezza nei lettori nella speranza che sappiano sempre riconoscere e valutare le fonti delle informazioni reperibili su internet.
Daniele Tonlorenzi
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum