Utente 254XXX
Gentile dottore,
sono un uomo di 42 anni è vorrei delle delucidazioni riguardo il mio problema.
Tre mesi fa a seguito di una faringite ho avuto problemi alla deglutizione nella parte destra della gola pensavo fosse appunto la faringite, ma toccando con dito mi sono ritrovato un piccolo edema alla fine del mascellare destro subito dopo l'ottavo nell'incavo della zona palatina. Mi sono rivolto al mio dentista che oltre a darmi terapia antibiotica mi ha prescritto una OPT.
Dopo terapia il dolore è subito sparito e l'edema regredito ma con lingua percepivo una piccola punta simile ad una lenticchia duro elastico ( penso sotto all'uncino pterigoideo). L'OPT ha evidenziato l'ottavo superiore destro distopico in antero - lateroversione e quello inferiore sempre destro parzialmente incluso distopicamente in mesoversiione, per cui il dentista ha pensato che la mia infiammazione provenisse da quello ottavo superiore da togliere e così ho fatto.
E' passato un mese e mezzo ma quella piccola formazione dura poi morbida poi dura...poi morbida etc etc è rimasta.
Mi sono rivolto a due maxillo facciali che mi hanno diagnosticato una marcata infiammazione dell'uncino pterigoideo.. ma di cosa si tratta precisamente anche perchè ci sto a capire ben poco. Mi ha parlato di bite. Ma potrebbe il tutto rientrare in un problema di malocclusione o di disfunzione AMT. Intanto per mia iniziativa farò una risonanza che per giunta il maxillo facciale mi ha prescritto s.m.c. in quanto non la riteneva essenziale. Ho fatto una CONE BEAM 3D al mascellare destro che non ha evidenziato nulla solo una sinusite mascellare. Vi prego ditemi qualcosa in più perchè la cosa mi sembra cosi strana..

grazie per l'attenzione

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, la"piccola formazione dura poi morbida poi dura...poi morbida etc etc " mi rimane incomprensibile. Potrei pensare ad un sequestro osseo, residuo di una microfrattura nella sede dell'estrazione. Il consiglio di un biter dovrebbe riferirsi ad un riscontro di disfunzione dell'Articolazione Temporo Mandibolare (ATM), argomento che prevede un approccio prevalentemente clinico (a poco possono di solito servire le diagnostiche per immagini). Non credo ci si possa esprimere via rete senza poter visionare direttamente la cosa.
Cordiali saluti ed auguri
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 254XXX


Gentile dottore, nel ringraziarla per l'attenzione mi spiego meglio.
Capisco che è una condizione un po ambigua ma purtroppo anche per me da spiegare.
Il problema era già presente prima dell'estrazione dell'ottavo.
Infatti il dentista ha parlato di una infiammazione possibile dovuta all'ottavo sia prima che dopo l'estrazione e che si andrebbe ad assestare a decorso completo di guarigione.

I medici della maxillo facciale invece mi hanno riferito che l'ottavo non centra niente seppur andava comunque tolto visto com'era.

Questa piccola formazione nasce dall'incavo tra gengiva dell'ottavo e il palato contiguo, sottostante l'uncino pterigoideo, se non lo tocco con la lingua si ammorbidisce ma se lo tasto con la lingua si irrigidisce. Non so se si tratta di muscolo, nervo. ( Ho letto che l'uncino p. è coperto dal muscolo tensore del velo palatino). Ma cos'è un muscolo masticatore??

La piccola formazione in questione ( parliamo di pochi millimetri) non è ovale, è come se fosse un po cordonata a punta e spesso mi da fastidio in quanto mi sento tirare.

Inoltre ho notato anche un lieve gonfiore alla guancia esterna destra e se la tocco sento che si irrigidisce all'interno alla zona in questione come se ci fosse collegamento tra muscolo o nervo...non so.

Il medico maxillo facciale mi ha parlato come Le dicevo di una infiammazione dell'uncino P. come disfunzione anatomica.

Mi chiedo se è una situazione che andrebbe la pena prendersi anche un parere di natura gnatologica e se una infiammazione del genere potrebbe rientrare in quanto tale.
Grazie

[#3] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
"Mi chiedo se è una situazione che andrebbe la pena prendersi anche un parere di natura gnatologica "
Me lo chiedo anch'io, ma è evidente che bisognerebbe poter vedere.
Cordiali saluti ed auguri
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#4] dopo  
Utente 254XXX

Gent.le dott.re
probabilmente mi sono espresso male. La mia domanda voleva significare se per questa problematica conviene affidarsi più ad uno gnatologo, considerata la mia ignoranza in materia e rispetto al problema che ho. In effetti la richiesta principale di questo mio consulto nasceva nel capire e se le risultava possibile una infiammazione del genere, se mi poteva dire qualcosa in più e se ci potesse essere razionalità con un disordine AMT, pur rendendomi conto, che per certe problematiche questo tipo di consulti on line pongono veramente dei limiti.

Saluti

[#5] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, penso che un consulto presso uno gnatologo sarebbe senz'altro da richiedere.
Cordiali saluti ed auguri
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com