Utente 375XXX
È da un anno che soffro di vertigini e instabilità. E anche di ansia che secondo me ne è la conseguenza. Ho fatto una serie di controlli come analisi al sangue, holter,visita orl e radiografia cervicale. tutto negativo. Ho fatto una stratigrafia condilare in quanto nella masticazione avverto a sinistra un rumore strano e fastidioso. Ne è emersa una malocclusione. Sono in attesa di una diagnosi definitiva e sono tanto triste perchè non capisco da dove deriva questo mio malessere. Volevo sapere se le mie vertigini rientrano nella tipologia di quelle causate da disfunzioni dell'atm: le mie sono continue, a volte piu intense a volte meno ma fisse. Mi passano solo da sdraiata invece sono presenti in piedi e seduta. Sono soggettive in quanto mi sento io instabile rispetto l'ambiente, tipo uno stordimento e poco equilibrio. L'otorino mi ha fatto delle prove ma non è stato evidemziato nistagmo. ho anche fatto il test di romberg a occhi aperti e chiusi. In pratica non mi muovo piu di tanto a parte qualche lieve oscillazione ma io mi sento ruotare fortemente attorno il mio baricentro ma senza mai cadere. È piu che altro una sensazione di stare in barca o in piedi su un autobus in marcia. Ho spesso male al collo ancbe se la radiografia non ha evidrnziato niente di che a parte un inizio di spondilosi ai metameri e una marcata rettilineizzazione della cervicale. Soffro spesso di emicrania e negli ultimi sei mesi mi è venuta due volte un'emicrania forte che coinvolgeva un dolore all'occhio e tutto l'occipite compreso il rachide. Ho preso una settimana di naprosyn senza miglioramenti. I miei sintomi possono essere tutti legati a un problema dell'atm?non so piu a chi rivolgermi. Inoltre porto apparecchio fisso dal lontano 2008 con quad helix. il bite è possibile metterlo anche con l'apparecchio fisso?in attesa di un vostro riscontro, cordiali saluti. E grazie tante in anticipo per la risposta

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, Vertigini, cefalea e cervicalgia sono tutti sintomi spesso associati a disfunzioni dell'Articolazione Temporo Mandibolare (ATM) , a loro volta spesso legate a Infatti, sia in funzioni normali (deglutizione, masticazione) che patologiche (digrignamento, serramento) la mandibola, trascinata dai muscoli elevatori, ha la tendenza ad avvicinarsi alla mascella facendo perno sul condilo e fermandosi solo quando le arcate dentarie antagoniste entrano in contatto fra loro.
Ma se questo contatto avviene per qualunque ragione (scheletrica, dentale, iatrogena, ecc.) in una posizione scorretta (morso profondo, deviato, retruso) ecco che, per un periodo di ore/giorno incredibilmente alto, indipendentemente dalla volontà o dallo stato di sonno o veglia, i muscoli masticatori risultano contratti, e predispongono all'insorgenza della cefalea, erroneamente chiamata "muscolo tensiva", denominazione da molto tempo cancellata, e che, quindi, non dovrebbe più essere impiegata per non generare confusioni.
Le suggerirei di non trascurare questa possibile causa anche nel caso delle vertigini: appunto la disfunzione dell’Articolazione Temporo Mandibolare (ATM). Del resto anche la letteratura scientifica riferisce che quando alcuni sintomi di usuale pertinenza otorinolaringoiatria e neurologica non sono sostenuti da problemi riscontrabili in sede specialistica, o non se ne trova la soluzione , è al possibile conflitto fra condilo mandibolare e orecchio e allo squilibrio muscolare sostenuto dalla bocca che bisogna rivolgere qualche attenzione.
La vertigine e la cefalea , fra questi sintomi, sono forse i più tipici.
Anche nel suo caso , pertanto, in presenza di questi due sintomi ribelli alle terapie, le consiglierei di farsi visitare anche da un dentista-gnatologo che si occupi abitualmente di problemi delle Articolazioni Temporo Mandibolari (ATM): non tutti i dentisti coltivano questa sottospecialità.
Le suggerirei di dare un'occhiata agli articoli linkati qui sotto, nell'ipotesi che lei possa riscontrarvi elementi di somiglianza con il suo problema.
Cordiali saluti ed auguri.

http://www.medicitalia.it/minforma/Gnatologia-clinica/1408/La-vertigine-di-pertinenza-odontoiatrica

http://www.medicitalia.it/minforma/Odontoiatria-e-odontostomatologia/934/La-cefalea-che-viene-dalla-bocca

www.studiober.com/pdf/Cefalea_Otite_Cervicalgia.pdf
N.B.: dopo aver aperto il link, deve clikkare su: "continua e apri il sito.."
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com