Utente 473XXX
Scrivo qui perchè da circa due mesi soffro di persistenti acufeni ,vertigini soggettive(non mi sento di girare ma di cadere verso destra,instabilità,e oscillopsia della vista quando mi soffermo a guardare un oggetto.Inoltre quando muovo la testa in qualunque posizione il mio campo visivo si muove e ho una percezione distorta di ciò che vedo(mi sembra di vedere le cose che ondeggiano,non saprei come spiegare bene.Tuttò ciò accompagnato da debolezza che si presenta e sparisce.Prima di avvertire i sintomi descritti ho avuto per una settimana uno strano mal di testa che durava qualche minuto e andava via per poi ricomparire.Passata la settimana si sono presentati i sintomi descritti e il mal di testa non è più apparso.Volevo sapere se questi sintomi possono essere collegati a una disfunzione dell'ATM in quanto mi sono accorto di avere dei click mandibolari in massima apertura della bocca e che il mio acufene(che credo di avere solo a destra) aumenta quando stringo i denti e la mandibola destra .Non ho alcun dolore alla mandibola ,alla faccia in generale e durante la masticazione.Vorrei sapere se è il caso di fare una visita gnatologica e quali esami mi sono consigliati.Aggiungo che ho già fatto visita oculistica,esami vestibolari,RMN encefalo,RX cervicale tutti negativi. Cordiali Saluti

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Francini

28% attività
0% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
alcuni sintomi da lei riferiti (click, acufeni) possono essere messi in relazione a una sindrome da incoordinazione condilo-meniscale dell'atm.
Altri no, segnatamente quelli riferiti ai disturbi visivi.
Però siccome in medicina non c'è nulla di assoluto, in un ottica di indagine a 360 gradi può essere utile nel suo caso una visita gnatologica da un collega esperto, che contestualmente le indicherà anche gli esami strumentali da eseguire più adatti al suo specifico caso.

Cordiali saluti
Dr. Alessandro Francini
Messina
Risposta a carattere informativo, non diagnostico nè terapeutico