Utente 356XXX
Buon giorno, da circa un anno ormai soffro di cefalea persistente 24 ore su 24, non pulsante ma costrittiva, insorta improvvisamente (mai sofferto prima), fui operato da un granuloma nella rocca petrosa di sinistra ma il sintomo non regredii, nel frattempo tolsi il dente del giudizio sinistro inferiore e incluso e superiore, ho dolori alla mandibola sinistra nello sforzare ad aprirla, associata ad alcuni rumori, la radiografia temporo-mandibolare riporta come lievemente appiattiti i condili mandibolari, simmetricamente ben contenuti nella fossetta articolare a bocca chiusa, ridotto lo spazio articolare con addensamento sclerotico reattivo delle limitanti affrontate. A bocca aperta buona l''anteriorizzazione del condilo di destra rispetto al tubercolo, ridotta l''escursione del condilo mandibolare di sinistra. Il grosso problema però rimane sempre la cefalea, poterbbe derivare da questo problema mandibolare che comunque mi crea dolore in massima apertura? La ringrazio.

[#1] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
provi a dare un'occhiata a questo articolo https://www.medicitalia.it/blog/neurologia/1038-mal-testa-cefalea-emicrania-ed-occlusione-dentale.html e vedrà come le cefalee tensive (da cui Lei è probabilmente affetto) sono spesso trattate da da non specialisti. Pensi che il muscolo temporale (spesso sede di cefalea) è un muscolo che partecipa alla masticazione (elevatore della mandibola) legga https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1968-disordine-temporomandibolare-dolore-facciale.html probabilmente troverà notizie di Suo interesse
Saluti
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#2] dopo  
Utente 356XXX

Grazie mille, quindi secondo lei è il caso di farmi seguire da un buon gnatologo per risolvere il problema legato probabilmente ad una disfunzione mandibolare e nel caso utilizzare un byte notturno?
Grazie.

[#3] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Sicuramente si, riguardo il notturno o per 24 ore dipende dalla tecnica usata dal professionista. Alcuni utilizzano tecniche che richiedono l'uso del bite per un tempo più lungo
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#4] dopo  
Utente 356XXX

Buon giorno dottore,
ormai da più di un mese faccio uso del byte notturno senza alcun miglioramento ne per la cefalea persistente 24 ore su 24 ne per il dolore alla mandibola sinistra in massima apertura. La radiografia mandibolare riporta: Bilateralmente lievemente appiattiti i condili mandibolari, simmetricamente ben contenuti nella fossetta articolare a bocca chiusa, ridotto lo spazio articolare con addensamento sclerotico reattivo delle limitanti affrontate. A bocca aperta: buona l'anteriorizzazione del condilo destro rispetto al tubercolo, ridotta l'escursione del condilo mandibolare di sinistra. Può essere tutto questo che mi crea questa cefalea sopprattutto in sede frontale? La ringrazio.

[#5] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
viene il sospetto che il bite non sia adeguato.
"ridotto lo spazio articolare con addensamento sclerotico reattivo delle limitanti affrontate" che indagine è? non credo si tratti di ortopantomografia.
Probabilmente da tempo soffre di malocclusione che ha dato i reperti per immagine che riferisce senza sintomi evidenti fino ad un anno fa. Clinicamente la situazione è descritta su http://www.danieletonlorenzi.it/?s=click+blocco&x=0&y=0 (digiti "continua ed apri il sito"). La ridotta escursione del condilo di sinistra indica un possibile blocco articolare da quel lato. Legga il paragrafo "dimensione verticale" https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1968-disordine-temporomandibolare-dolore-facciale.html dove si descrive che l'altezza mancante tra i denti è maggiore posteriormente. Quando guardo con un banale spessimetro lo spessore del bite davanti e dietro vedo spesso che è all'incirca lo stesso davanti e dietro.
Viene il sospetto che qualcosa vada rivisto
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#6] dopo  
Utente 356XXX

L'esame effettuato è una semplice radiografia articolare temporo-mandibolare. Il dolore alla mandibola iniziai ad accusarlo dopo la seconda operazione che per altro non ha portato alcun miglioramento alla cefalea, inoltre anche l'orecchio sinistro a volte si tappa. Pertanto potrebbe essere tutto collegato secondo lei ad un disturbo dell'ATM? Il mio bite è stato realizzato per sospetto bruxismo e ha lo stesso spessore in tutta la sua forma. Cosa mi consiglia di dare? La ringrazio.

[#7] dopo  
Utente 356XXX

Dimenticavo di aggiungere che accuso anche un pò di insensibilità al palato superiore sempre di sinistra.