Utente 407XXX
Egregio Dottore,
è cominciato tutto con il gonfiore alla parotide sinistra.
Il giorno successivo all' episodio di rigonfiamento durante i pasti, ha cominciato a sopraggiungere un dolore alla mascella che non mi abbandona da quattro settimane.
Ho fatto una terapia con Sinflex e la parotide non si è più gonfiata, ma il dolore mascellare rimane sempre, si attenua solo quando dormo, poi nella giornata comincia a farsi sentire.
Ho eseguito una panoramica da cui mi hanno detto essere tutto a posto e un eco al collo da cui risulta un infiammazione della parotide in assenza di calcoli e dei linfonodi in corrispondenza di aspetto reattivo non superiori al cm.
Mi hanno detto di eseguire una rm al collo con contrasto ma mi chiedo se questo possa dare risposta anche al dolore mandibolare.
Non so come comportarmi sembra quasi che nessuno sappia esattamente inquadrare il problema.
Ringrazio del cortese riscontro.

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, con tutta probabilità lei presenta una Parotite Cronica. Personalmente ritengo che la parotite cronica trovi un'indispensabile e determinante elemento patogenetico nel terreno piuttosto che nell'agente eziologico. Per terreno intendo una struttura sfavorevole, che in questo caso é costituita dall'ipertono del massetere legato alla sfavorevole occlusione dentaria. Il massetere comprime il dotto di Stenone, cioé quel tubicino che che porta la saliva dalla ghiandole Parotide al vestibolo della bocca, all'altezza del primo molare superiore. La compressione causa ristagno salivare e quindi il gonfiore a molte dell'ostruzione. Il ristagno favorisce l'infezione e a volte la formazione di calcoli. Queste, però, sono entrambe complicanze e non la vera patologia: infatti ricorrono nonostante le terapie. Anzi, se il problema si limita al gonfiore senza infezione, e se i calcoli non vengono riscontrati (come nel suo caso, vedi referto ecografia) dalla ecografia , il caso clinico rimane incompreso, ma se riscontrati portano fuori strada, come tutte le volte che si confonde la causa con l'effetto.

Qualche ragguaglio in più sull’argomento può trovarlo aprendo questo link:
http://www.studiober.com/patologie/patologia-delle-ghiandole-salivari/
N.B.: dopo aver aperto il link, deve clikkare su: "continua e apri il sito.."

Per questo le suggerisco di consultare anche un dentista-gnatologo , esperto in disfunzioni cranio mandibolari., cioé di quella problematica che ruota attorno all'articolazione temporo mandibolare (ATM).
La terapia consiste nell'applicazione di un dispositivo intraorale che, riposizionando la mandibola, comporti la detensione del muscolo massetere prima contratto: la cessazione delle crisi costituisce chiara conferma diagnostica.
Le suggerirei di dare un'occhiata, in questo stesso sito all'articolo linkato qui sotto, nell'ipotesi che lei possa riscontrarvi elementi di somiglianza con il suo problema.
https://www.medicitalia.it/minforma/Gnatologia-clinica/1217/Parotite-ricorrente-e-calcoli-salivari-colpa-dei-denti

Cordiali saluti ed auguri
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 407XXX

Egregio Dr, la ringrazio per la risposta. Non avrebbe un professionista da segnalarmi ( sono di Milano), anche perché il dentista che mi ha visitato era gnatologo e mi ha prospettato solo un ' probabile bruxismo e di provare il bite ( se poi non andava bene potevo smettere di usarlo ) e inoltre per lui le due cose , parotite gonfia e dolore mandibola non erano associate. Per questo mi sono sentita sballottata e in dubbio perché sia otorino che dentista non capiscono quale possa essere il problema . Purtroppo sino a oggi non ho mai avuto bisogno del dentista quindi non ho nessuno di fiducia . Ma questa cosa possibile che venga tutto d'un botto senza magari minimi sintomi precedenti ? Il dolore alla mascella e' a volte insopportabile possibile che neanche un analgesico possa alliviarlo? Ho provato tachipirina e sinflex ma come se non prendessi nulla. Dimenticavo, adesso il dolore e' solo mascellare, la parotide non si è più gonfiata, e' possibile. La ringrazio .

[#3] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Signora, deve considerare che lei presenta probabilmente quel quadro clinico che va sotto diverse denominazioni a seconda della sua diversa manifestazione clinica: Ipertrofia Parotidea, scialoadenite ricorrente o cronica, Ipertrofia Mssetero- Parotidea, Parotite non epidemica (se associata a infiammazione e o infezione) Scialolitiasi se si riscontrano calcoli, Ipertrofia Essenziale del Massetere se questo muscolo assume dimensioni anche esteticamente sgradevoli. Si tratta di quadri definiti abbastanza enigmatici nella letteratura scientifica, con qualche indicazione terapeutica per l''episodio acuto o per l''approccio chirurgico, ma senza spiegazioni per le recidive e le cronicizzazioni, come quella che la riguarda.
Per questo è comprensibile che "sia otorino che dentista non capiscono quale possa essere il problema".
Mi permetto di sottolineare che gli unici lavori scientifici che in letteratura hanno dato una interpretazione logica e una proposta terapeutica a questa patologia sono quelli che ho scritto io:

Bernkopf E. Broia V. Approccio gnatologico all’ipertrofia massetero parotidea. Attualità Dentale, n. 12, Anno 1997, 268-76.

Il quadro pediatrico ripropone il medesimo schema interpretativo dell'adulto:

Bernkopf E. Colleselli P. Broia V De Benedictis F.M.:Is recurrent parotitis in childhood still an enigma? a pilot experience. Acta Paediatrica 2008 97, pp. 478–482 Impact Factor: 1.297

E. Bernkopf, G.C. De Vincentiis : Parotite (o Parotidite) Ricorrente Giovanile e Malocclusione dentaria. Medico e Bambino pagine elettroniche 2008; 11(9)

Per questo non mi sentirei di proporle dei nomi, il che oltretutto sarebbe contrario alle regole del sito.

Ma questa cosa possibile che venga tutto d'un botto senza magari minimi sintomi precedenti ?
R: si
Il dolore alla mascella e' a volte insopportabile possibile che neanche un analgesico possa alleviarlo?
R:Si tratta di un gonfiore improvviso. non esiste farmaco adatto, perché è necessario risolvere l'ostruzione che si viene a creare.

Dimenticavo, adesso il dolore e' solo mascellare, la parotide non si è più gonfiata
R: probabilmente si associa una problematica a carico dell'Articolazione Temporo Mandibolare (ATM), che rientra nel quadro generale e nell'ipotesi di trattamento proponibile.

Cordiali saluti ed auguri.
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#4] dopo  
Utente 407XXX

Grazie della cortese risposta.
Un ultima cosa, c'è qualche esame che potrei eseguire prima di ritornare dal gnatologo?
Grazie ancora

[#5] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Mi pare abbia già effettuato l'ecografia che, se era mirata sulla parotide, é l'esame più indicato. Tuttavia, se l'argomento é ben conosciuto, il quadro clinico e anamnestico é quasi sempre sufficiente ad impostare la terapia.
Cordiali saluti ed auguri.
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#6] dopo  
Utente 407XXX

Egregio Dr mi scusi se disturbo nuovamente ma ho un dubbio. Il mio medico curante ha provato a darmi un integratore ' futurase' antinfiammatorio. Ha dato qualche miglioramento solo che non mi capacito di una cosa. Il problema è' nato sul lato sx della parotide ma adesso praticamente mi è rimasto dolore e lieve gonfiore lato destro in corrispondenza dell ' angolo mento e mascella . Scusi davvero , il mio medico di base mi prende per paranoica e io mi sto attivando per trovare uno gnatologo in zona da me . Grazie