Utente 140XXX
Buongiorno carissimi dottori, con la presente vi chiedo un piccolo consulto in merito ad un problema che sto avendo da un po di tempo ma che ultimatene è successa una cosa un po fastidiosa e dolorosa.
Da circa 2 settimane sto praticando un po di fisioterapia con tecar e massaggi e ginnastica posturale per problemi alla cervicale.
Nei massaggi il mio collo e testa viene girata come un calzino con forti torsioni e allungamenti di nervi e muscoli e ossa.
Fatto sta che da circa 3-4 giorni noto come un leggero fastidio sotto l'orecchio come se un nervo o muscolo sia in tensione con un leggero dolore al passaggio della mano a sinistra.
Non facendosi caso, circa 2 giorni fa ho notato un dolore anche nella zona mandibolare accanto all'orecchio.
All'ora di pranzo di ieri, mangiando della patate al forno un po abbrustolite, ho sentito delle fitte lancinanti alla mandibola e addirittura sopra alle tempie, sempre nella zona di sinistra mentre mangiavo le cose a destra.
Ieri sera, ancora avevo questo fastidio ma molto più leggero rispetto al pranzo di due giorni fa.
Oggi, questa mattinata, non ho ancora mangiato nulla ma sento un dolore se pigio la parte delle tempie sinistre(in quella fossa ) ma aprendo e chiudendo la mandibola non ho nessun dolore.
Ieri aprendo la bocca ho sentito uno scrocchio della mandibola e un leggero dolore e fitta alla scrocchio.
Cosa posso fare per alleviare il dolore? cosa mi consigliate ?
Inoltre, ho notato che mettendo un dito nell'orecchio sinistro, e aprendo e chiudendo la bocca sento dei forti scrocchi e delle fitte fortissime da sopra l'orecchio alle fosse delle tempie sinistre.
Spero non sia niente di grave.
Ho effettuato ad inizio mese ecografie linfonodi del collo e ghiandole salivari, e tutto risulta nella norma.

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, poiché il suo problema perdura, le consiglio di considerare anche un'ipotesi solitamente trascurata: A lato della terapia medica e di quella chirurgica può essere utile considerare l'opportunità di rimuovere l'eventuale conflitto tra condilo mandibolare e l'orecchio.
Una malposizione mandibolare , indotta da una malocclusione dentaria, può provocare anche un traumatismo cronico sull'orecchio da parte del condilo mandibolare, come si può il più delle volte chiaramente apprezzare con la palpazione endoauricolare, infilando cioè i propri mignoli nelle orecchie e aprendo/chiudendo la bocca. Il continuo stimolo nocivo nei confronti dell'orecchio, che si ripropone ogni volta che l'individuo deglutisce, mastica o chiude comunque la bocca, può provocare dolore (otalgia).
Questo conflitto, se presente, può interessare non solo il Condotto Uditivo Esterno (CUE), ma anche la tuba (quel tubicino che mette in comunicazione l'orecchio medio con il retrobocca), posto che nel cattivo funzionamento della tuba c'é la chiave interpretativa della maggior parte delle otiti, come anche della predisposizione di alcuni pazienti a soffrire periodicamente di vari disturbi all'orecchio.
Del resto anche la letteratura scientifica riferisce che quando alcuni sintomi di usuale pertinenza otorinolaringoiatria non sono sostenuti da problemi otologici o non se ne trova la soluzione, è al possibile conflitto fra condilo mandibolare e orecchio che bisogna rivolgere qualche attenzione. Il dolore inspiegabile all’orecchio di questi sintomi è fra i più tipici.
Per meglio comprendere le dinamiche descritte, può aprire questo link:

http://www.studiober.com/patologie/patologia-dellorecchio/

Per tutto ciò le consiglio di consultare anche un dentista-gnatologo che si occupi abitualmente di problemi dell'Articolazione Temporo Mandibolare (ATM) e di rapporti fra questa e l’orecchio: non tutti i dentisti amano coltivare questa sottospecialità .
Le suggerirei anche di dare un'occhiata agli articoli linkati qui sotto, nell'ipotesi che lei possa riscontrarvi elementi di somiglianza con il suo problema.
Cordiali saluti ed auguri.

http://www.medicitalia.it/minforma/Otorinolaringoiatria/961/Otite-che-non-guarisce-colpa-dei-denti

www.studiober.com/pdf/Cefalea_Otite_Cervicalgia.pdf
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 140XXX

Caro Dott. Bernkopf , apro questo vecchio post per chiederle a lei direttamente una piccola cosa, visto che sa la mia storia sui vari e ripetuti controlli della parotide dx per paura di un adenoma pleomorfo.
Lo scorso maggio ho effettuato la 5 ecografia in 8 anni per controllo e il quadro resta sempre immutato, linfonodi.
Ora invece, palpandomi la mia bocca all'interno, sento una piccolissima impercettibile pallina che sento al tatto mentre serro i denti all'arcata superiore all'altezza del dente giudizio vicino al dotto di stenone precisamente sopra al nervo/muscolo che sento tirato mentre serro i denti.
La piccolissima pallina che sento solo quando serro i denti è di consistenza molla e sfugge al tatto sarà forse di 2 mm, ma non è superficiale che si vede, ma la sento poco sotto la guancia interna.
Preoccupato sono andato dal mio dentista di fiducia che sentendola al tatto e con degli appositi attrezzi, mi ha confermato che è presente ma essendo piccolissima e controllata nel tempo ( già effettuato 3 controlli in 9 mesi) mi ha detto di stare tranquillo perché non desta preoccupazioni in quanto è rimasta sempre uguale ed essendo molla e sfuggente di dormire tranquilli.
Inoltre, mi ha controllato anche esternamente mettendo un dito internamente ed esternamente e mi ha detto che è vicino alla ghiandola accessoria della parotide, ma sopra al muscolo/nervo palpabile internamente, dico questo per dare ulteriori informazioni sulla posizione e mi ha confermato che quello che sento che tira non è un nervo ma un muscolo buccinatore che serve appunto a chiudere e aprire la bocca e serrare i denti.
Visto queste informazioni , ho effettuato anche ecografia da un medico radiologo alla parotide dx e ghiandola accessoria e mi ha detto che non ha visto nulla e per lui tutto negativo.
Inoltre gli ho detto se potesse mettere una sonda interna per vedere meglio e mi ha detto che non serve perché anche dall' esterno avrebbe visto qualcosa se ci fosse stata.
Secondo voi dopo questi 3 controlli dal dentista e da un medico radiologo con ecografia, posso distogliere l'attenzione da questa impercettibile pallina?
Oggi al tatto con un dito interno ed esterno, non riesco a prenderla da entrambi le parti, interna ed esterna, provocando ora una piccola ferita all'interno con sangue pisto e rossore all'esterno e un po di dolore alla ghiandola accessoria a forza di toccarla.
A dir la verità , nel toccare sia dentro che fuori avvolte sento varie protuberanze che si muovono sia dentro che fuori, ma penso che non sia quella pallina in quanto più grandi rispetto alla minuscola pallina, che sento invece solamente internamente con denti serrati e se muovo il dito avvolte sfugge proprio e solo da un lato se invece passo il dito senza serrare, sento come una piccola protuberanza interna ma avvolte si sente e non come muovo la bocca o guancia , ma in quel punto ho tantissimi granuli di foridice , visto che mi mordo spesso in quella parte inoltre ho anche delle piccole cicatrici, potrebbe essere un piccolo fibroma proprio sul muscolo?
Inoltre, cmq sentendo la bocca sopratutto il pavimento delle guance sia con denti serrati e non , si sentono tantissime granulosità....
grazie mille per la sua preziosa risposta.