Utente 290XXX
Buonasera, cercherò di essere breve;
Come si agisce in caso di una accertata mancanza di spessore dentario sui denti posteriori? (come viene riportato tutto in equilibrio? Si ricostruiscono tutti i denti posteriori?)
Inoltre, può una "deviazione" della bocca dovuta a otturazioni o molaggi portare a scompensi posturali importanti fino a livello del bacino? Perché la questione vista da un ortopedico pare quasi ridicola e impossibile, mentre per un osteopata invece è possibilissimo.
Può una malocclusione portare solo problemi posturali senza dolore facciale, vertigini, mal di testa ecc che sono quasi sintomi primari??
Mi rivolgo a voi da persona ovviamente ignorante che ha letto solo qualcosa in rete a riguardo.

Ringrazio inoltre tutte le persone che collaborano su questo sito perché svolgono un servizio molto importante al giorno d'oggi dove la soluzione a ogni malanno viene ricercata in rete, dove la confusione e le informazioni errate sono la maggior parte.

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Risponderò brevemente alle sue domande con una premessa:
Esiste correlazione tra occlusione e postura?
Su occlusione e postura si è scritto e detto tutto di più,a volte disconoscendo la possibilità di una coesistenza,a volte ipotizzandola come possibilità ecc.
Addirittura si sono tenute due Consensus Conferences sull'argomento ,la prima a Milano nel 1997 ,la seconda nel 2008:la conclusione è ,che pur riconoscendo la possibilità di detta correlazione, non vi sono tutt'ora studi probanti della relazione bocca-postura.Comunque non viene negata del tutto .
Da una revisione recente della letteratura gli studiosi del problema hanno sottolineato quanto di seguito:
1) una mole di osservazioni anatomiche, cliniche e sperimentali depongono per l’esistenza di correlazioni morfofunzionali e fisiopatologiche fra il distretto occluso-cranio-mandibolare e il rachide; 2) l’ipotesi di un’influenza dell’occlusione e della relazione cranio-mandibolare sulla postura è verosimile, ma necessita di conferme da osservazioni controllate a medio-lungo termine;

3) l’esperienza clinica suggerisce la fondatezza e l’adeguatezza di un approccio interdisciplinare sia diagnostico sia terapeutico tra gli esperti in riabilitazione posturale (fisiatra, ortopedico, of- talmologo, otoneurologo, odontoiatra, fisioterapista, psicologo, eccetera);

Veniamo ai suoi quesiti:
.

"Come si agisce in caso di accertata mancanza di spessore dentario sui denti posteriori?
Può una deviazione della bocca dovuta a otturazioni o molaggi
portare a scompensi posturali fino a livello del bacino?.
Può una malocclusione portare solo problemi posturali?..."
LA RISPOSTA È SI ' TUTTE LE SUE DOMANDE
Ora non conosciamo che malocclusione o problema temporo -mandibolare possa avere,se ha fatto protesi,ortodonzia,
se ha avuto traumi cranio-cervicali ,se è un bruxista,ecc,
ma se ' è un paziente disfunzionale potrebbe avere anche solo problemi posturali.
Anche ,perché verosimilmente esisteranno altri "segnali" a cui non sempre si da' la giusta importanza.
Ben si sa da tempo come i muscoli del capo siano collegati a quelli del collo,del tronco,della colonna,degli arti,per cui problemi a partenza dalla bocca possono estrinsecarsi a valle (problemi discendenti) con conseguenti cefalee,cervicobrachialgie,lombalgie,atteggiamenti scoliotici,ecc
La risposta definitiva ai suoi quesiti non può prescindere da una valutazione clinica accurata,eseguita dallo specialista del settore che è lo Gnatologo,che potrà fornirle le giuste chiavi di lettura diagnostiche e terapeutiche .

Le allego dei link di un validissimo collega

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1466-vertigini-dise-equilibrio-postura-malocclusione- dentale.html

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1968-disordine-temporomandibolare-dolore-facciale.html


Se ha domande,chieda pure
Buona Serata
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente 290XXX

La ringrazio molto delle risposte e ho letto il link che mi ha postato e ne approfitto per porne un altra, ipotizzando di aver trovato un equilibrio tramite un bite e che questo equilibrio sia dovuto al fatto che il bite pone dello spessore nei punti dove normalmente non lo si ha, come si passa ad una soluzione definitiva? Cioè è possibile rialzare più di un dente per ricostruire una chiusura ottimale?

[#3] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
La terapia con il bite ,se preceduto da una diagnosi circostanziata e costruito ad hoc,deve portare ad un equilibrio occluso-neuro-muscolare.
Successivamente,ad equilibrio raggiunto un assenza di sintomi,lo Gnatologo,valuterà qual' è la finalizzazione migliore,se protesica ,oppure ortodontica.
Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#4] dopo  
Utente 290XXX

La ringrazio nuovamente. È stato molto chiaro.

[#5] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Se non ci sono controindicazioni (su questo il collega è stato chiaro) una metodica potrebbe essere http://www.danieletonlorenzi.it/atm/rialzare-la-masticazione-con-ceramiche-o-senza-limare-i-denti-gli-overlay-dentali/
da definire dopo visita gnatologica.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#6] dopo  
Utente 290XXX

Buonasera, avrei piacere di poter parlare in privato con il dottor Formentelli dato che si trova più o meno nella mia zona anche se non ha replicato in questo post. Spero che legga questo messaggio e che sia così gentile da lasciarmi un email o un recapito diretto.

[#7] dopo  
Utente 290XXX

Buonasera gentili dottori, vorrei porre in altra domanda. Ipotizzando che siano stati fatti diversi molaggi selettivi distribuiti, risultati poi eccessivi e quindi con perdita di "spessore dentario" nel appoggio posteriore della mandibola, come si ricostruiste una occlusione ottimale? Dato che quella di partenza è stata persa.

[#8] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Le opzioni sono ricostruzioni in composito (overlay) o corone,a seconda degli spessori necessari,come avrà ' letto nel link del Collega,ovviamente dopo terapia gnatologica .
Lo ha letto?

Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#9] dopo  
Utente 290XXX

Si L ho letto, ma la mia domanda forse esposta male si riferiva più alla tecnica. Nel senso, dopo stretching mandibolare quando si dovrebbe registrare la chiusura del morso essendo che manca spessore andranno ad effettuare il contatto più in alto del dovuto no? O forse si intende stretching mandibolare e prima chiusura direttamente sullo stampo?
Cioè la domanda è come si va a misurare lo spessore che manca se non si hanno punti di riferimento rispetto alla chiusura ottimale? In poche parole.

[#10] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
"L'altezza " a cui si riferisce è data dalla posizione di equilibrio neuromuscolare raggiunta dal Bite ed è quella il punto di partenza per la riabilitazione con overlay o corone.
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#11] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
come si va a misurare lo spessore che manca se non si hanno punti di riferimento rispetto alla chiusura ottimale?


Qui sta tutta la bravura dello gnatologo, serve molta esperienza.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum