Utente 375XXX

Gentili dottori, vi scrivo per un problema. Due settimane fa ho sentito un fischio e si è otturato l'orecchio, sembrava avessi appoggiato l'orecchio ad una conchiglia e rimbombava sia la mia che la voce degli altri, tutto questo è durato qualche ora. Da allora l'orecchio lo sento leggermente più ovattato di quello destro. Ho fatto una visita da un otorino vi riporto il referto: Otoscopia: cue liberi e normali. Membrane timpaniche integre e velate. Audiometria:Lieve ipoacusia trasmissiva orecchio sinistro sulle frequenze gravi. Normoacusia orecchio destro. Secondo il dottore sarà stato del muco che mi ha otturato l'orecchio, essendo io fortemente allergica. Mi ha prescritto biorinil spray nasale e l'areosol con clenl+fluirbron e acqua fisiologica (non mi ha potuto prescrivere altro perchè allatto).Mi ha detto poi che fino a 25db è normoacusia e io a quell'orecchio ho 30 quindi è molto lieve. Tornata a casa ho avuto la brutta idea di leggere su internet e ho trovato che esiste il neurinoma dell'acustico che provoca anche esso l'ipoacusia. Mi sono fatta prendere dal panico e sono andata dal mio curante che mi ha detto di stare tranquilla altrimenti l'audiometria non sarebbe risultata sui toni gravi ma su quelli alti... Non so se lo ha detto per rassicurami o no. Sta di fatto che oltre a sentire ovattato dall'orecchio mi sono scoppiati gli attacchi di panico che sicuramente mi peggiorano il sintomo non poco. Chiedo a voi cosa ne pensate? Ci sono i presupposti per poter pensare a qualcosa di grave?
P.S Soffro anche di ipertrofia dei turbinati e malocclusione ai denti infatti porto un bite notturno.
Posso fare altro per guarire più in fretta l'orecchio?
Vi ringrazio anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
ovviamente via mail non possiamo certo modificare quanto detto da chi l'ha visitata
sicuramente in presenza di malocclusione potrebbe verificarsi una incoordianzione condilo-meniscale con disturbi riferibili all'orecchi mentre sono legati all'articolazione temporo-mandibolare
un controllo da un collega esperto in gnatologia è sicuramente consigliabile
cordiali saluti
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it

[#2] dopo  
Dr.ssa Orietta Pasdera

24% attività
12% attualità
12% socialità
VICENZA (VI)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2012
Come le ha già ben spiegato il collega dr. Finotti, spesso questi disturbi sono direttamente collegati alle articolazioni temporo mandibolari e non all' orecchio in sè; Aggiungo solamente che, in una altissima percentuale dei casi , sono correlate ad ansia e stress( e mi pare dalle sue parole di percepirne parecchia..), ad una postura intraorale non equilibrata ( malocclusione) e ad abitudini viziate quali serramento, onicofagia, digrignamento o perdita di elementi dentari soprattutto posteriori.
Alla luce di tutto questo le confermo il consiglio di recarsi da un bravo gnatologo.
Cordiali saluti
Dr.ssa Orietta Pasdera

[#3] dopo  
Utente 375XXX

Gentili dottori grazie per i vostri consulti e scusate se non vi ho risposto prima ma ero senza connessione internet. Sicuramente seguirò il vostro consiglio, tornata dalle ferie e contatterò uno gnatologo anche per via del bite che trovo ultimamente un pò più largo dell'inizio. Per quanto riguarda l'orecchio continuo a sentirlo ovattato anche se in certi momenti meno, soprattutto quando ha inizio lo scolo retronasale sento che si comincia a stappare e sento meglio. Sto seguendo la terapia che mi ha dato l'otorino anche se ancora sono ovattata. Avete dei suggerimenti o altri consigli da darmi voi o altri medici presenti su medicitalia per riuscire a stappare finalmente l'orecchio? Vi ringrazio.