Utente 484XXX
Buongiorno dottori vorrei sottoporre alla vostra attenzione un disturbo che non mi da tregua da più di due mesi. Sin da piccola soffro di malocclusione dentale di terza classe curata con diversi apparecchi ortodontici dal mobile al fisso all’esterno. Tuttavia da quando la mia deviazione del setto nasale è peggiorata e mi obbliga a respirare di notte con la bocca aperta , questa malocclusione mi arreca un po’ di fastidi.. e inoltre da circa due mesi soffro di rumori e scricchiolii molto forti alla base della nuca. Le cose potrebbero essere connesse tra loro? Ho eseguito rx tac e rmn cervicale e l’esito è solo perdita della lordosi cervicale e il neurochirurgo mi ha detto che si tratta di un problema muscolare .Ho eseguito tecar massoterapia e riposizionamento posturale globale ma non c’è ombra di miglioramento per questo fastidi . Tra 20 gg mi opero il setto: potrebbe accadere che tornando a respirare con il naso e non con la bocca aperta di notte , tutti questi sintomi svaniscano? Quali altre indagini potrei fare?

[#1] dopo  
Dr. Dario Spinelli

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
16% attualità
16% socialità
BARI (BA)
SANTERAMO IN COLLE (BA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
C'è rapporto tra tutti gli elementi considerati: respirazione, posizione mandibolare e funzionalità muscolare del distretto facciale e cervicale. Devono essere poi analizzati nel singolo caso specifico i rapporti specifici per dare la migliore soluzione possibile
Dr. Dario Spinelli
Odontoiatra Specialista in Ortodonzia e Gnatologia
www.ortodonzia.bari.it
www.ildentistaperibambini.it

[#2] dopo  
Utente 484XXX

Grazie dottore per la sua celere risposta. I singoli fattori sono stati analizzati singolarmente nel senso che ho fatto la visita ORL è più specialisti mi hanno detto che il mio è un naso da operare all’unanimita E quindi ho optato per settoplastica e turbinoplastica a breve. Avendo questo problema di scrosci articolari da febbraio e sono incessanti è sempre ripetibili ho sentito sia l’ortopedico che il neurochirurgo e ha fronte di esami negativi mi hanno detto che si tratta di un problema muscolare ( non considerando la questione naso e respirazione a bocca aperta )... per iniziare a sbrogliare questo problema complesso ha senso, secondo lei, partire dall’ intervento nella speranza di ritornare a respirare bene? Immagino non sia produttivo sentire lo gnatologo adesso che comunque non riesco a chiudere la bocca di notte?

[#3] dopo  
Dr. Dario Spinelli

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
16% attualità
16% socialità
BARI (BA)
SANTERAMO IN COLLE (BA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
La risoluzione dei problemi anatomici è consigliabile visto che le è stata raccomandata dagli specialisti consultati.
Bisognerà dopo valutare la compresenza di altre parafunzioni notturne, gli aspetti posturali di collo e mandibola e la loro correlazione con problemi muscolari di questi distretti
Dr. Dario Spinelli
Odontoiatra Specialista in Ortodonzia e Gnatologia
www.ortodonzia.bari.it
www.ildentistaperibambini.it