Utente 345XXX
Buongiorno,
Sono un ragazzo di 22 anni e soffro da 3 anni di cefalea quotidiana.
A volte si aggiunge anche torcicollo e senso di fastidio alle orecchie.
Il mio neurologo mi ha prescritto un bite per contrastare il bruxismo (ma ho anche una malocclusione dentale, infatti i denti non sono consumati dal digrignamento notturno proprio perché non si toccano).
Il dentista mi obbliga, prima di indossare il bite, di rimuovere tutti e quattro i denti del giudizio (anche se non mi danno alcun fastidio).
Voi che ne pensate?
Io vorrei risparmiare poiché il bite costa già 1200 euro e l'estrazione dei quattro denti sarebbero altri 600 euro... è così indispensabile?

Grazie, cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr.ssa Giulia Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
SANDRIGO (VI)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2014
Buongiorno
I denti del giudizio sono spesso accusati a torto di avere un ruolo importante nell'insorgenza della malocclusione.
Questo ruolo perverso è in realtà pressochè inesistente nell'arcata superiore, dove il dente del giudizio trova comunque più facilmente dello spazio per spuntare "dietro", dove non ci sono strutture ossee ad impedirlo, come accade invece nell'arcata inferiore , dove l'osso "dietro" é molto più compatto.
Comunque, possono avere indicazioni a se stanti per la loro estrazione, ma raramente, sono responsabili di problemi ortodontici o posturali come quelli di cui forse lei cerca la soluzione.
Se però, alla viglia di un trattamento ortodontico un dente del giudizio appare atteggiato in maniera da "remare contro" il piano di trattamento, perché , ad esempio, impedisce la distalizzazione del settimo dente, e questa é necessaria per consentire l'allineamento dei "denti storti" di quel lato, é corretto estrarlo preliminarmente.
Per il legame con la cefalea, legga l'articolo che le linko
Cordiali saluti.

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/934-cefalea-viene-bocca.html
Dr.ssa Giulia Bernkopf-Vicenza-Roma.
Odontoiatra, Specialista in Ortognatodonzia.Gnatologa
www.studiober.com
giuliabernkopf@bettega-bernkopf.it

[#2] dopo  
Utente 345XXX

La ringrazio della risposta esauriente.
Da quel che ho capito, il dentista mi aveva consigliato l'estrazione dei 4 denti in modo da evitare possibili rifacimenti del bite in futuro (e anche perché sono fonte di ingombro)

[#3] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
In realtà in caso di bruxismo i denti si toccano e stringono di solito di più durante la notte, ma talvolta anche di giorno.
Linko due articoli che possono esserLe di aiuto nella comprensione
https://www.medicitalia.it/minforma/odontoiatria-e-odontostomatologia/699-bruxismo-riconoscerlo-affrontarlo.html
legga anche https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1363-bruxismo-diagnosi-terapia.html e faccia tutte le domande che vuole.
Nel mio studio prima faccio il bite poi (se servono) le estrazioni dei denti del giudizio.
Saluti
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#4] dopo  
Utente 345XXX

La ringrazio della risposta.
Nel mio caso, avverto molto spesso la mattina presto di tenere molto serrata la mandibola e la bocca.
Il dentista consiglia la rimozione dei denti del giudizio prima di realizzare il bite, poichè altrimenti, secondo il suo parere, questi potrebbero comprometterlo e in tal caso il bite andrebbe rifatto una seconda volta.

[#5] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Io consiglio caldamente di fare prima il bite e poi di togliere i denti del giudizio. Stare a bocca aperta a lungo facendo leva forzata asimmetrica potrebbe peggiorare i sintomi e il bite e un bite non si rifà perché si tolgono i denti del giudizio.
Saluti
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#6] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Il "parere" del suo dentista non è un parere di un professionista che si dedica specificatamente alla disciplina gnatologica.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#7] dopo  
Utente 345XXX

Gent.le dottor Formentelli,
Quindi secondo lei non cambia nulla se il bite viene realizzato con o senza denti del giudizio? Essi andrebbero comunque tolti dopo l'applicazione del bite o solo in determinati casi?
Grazie

[#8] dopo  
Dr.ssa Giulia Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
SANDRIGO (VI)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2014
Buoingiorno.
Stiamo forse andando fuori tema.
"Sono un ragazzo di 22 anni e soffro da 3 anni di cefalea quotidiana. A volte si aggiunge anche torcicollo e senso di fastidio alle orecchie. Il mio neurologo mi ha prescritto un bite per contrastare il bruxismo ."
A parte il proiblema dei denti del giudizio, che mi sembra ininfluente, mi sembrerebbe più importante sapere qual è lo scopo per il quale il dentista vuole realizzarle il bite. cefalea? torcicollo? orecchie? bruxismo?
Che tipo di bite intende realizzarle?
Cordiali saluti
Dr.ssa Giulia Bernkopf-Vicenza-Roma.
Odontoiatra, Specialista in Ortognatodonzia.Gnatologa
www.studiober.com
giuliabernkopf@bettega-bernkopf.it

[#9] dopo  
Utente 345XXX

Non mi ha parlato di alcun tipo di bite.
Lo scopo è il bruxismo, che a sua volta causa cefalea.
Ma effettivamente c'è anche un problema di malocclusione in quanto, ripeto, solo pochi denti in fondo alla bocca si toccano quando la chiudo.

[#10] dopo  
Dr.ssa Giulia Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
SANDRIGO (VI)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2014
Per il bruxismo bisogna distinguere se è diurno o nel sonno, e valutarne il grado e la possibile secondarietà alla situazione occlusale: questo può prevedere scelte tecniche diverse.
La cefalea può essere aggravata dal bruxismo, ma spesso si tratta piuttosto di una associazione che crea un circolo vizioso, dove causa ed effetto si rincorrono amplificandosi.
Cordiali saluti.

Daniele, le discussioni fra colleghi si fanno in privato.
Dr.ssa Giulia Bernkopf-Vicenza-Roma.
Odontoiatra, Specialista in Ortognatodonzia.Gnatologa
www.studiober.com
giuliabernkopf@bettega-bernkopf.it

[#11] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Il bruxismo causa tutti i sintomi che lei ha descritto.
La malocclusione (meglio: il malfunzionamento della mandibola) causa tutti i sintomi che lei ha descritto.

Le serve una persona competente per fare una diagnosi, se vi è in effetti malocclusione e malfunzionamento, e se vi è in effetti bruxismo, e quale è il peso relativo di queste due componenti indipendenti fra di loro nella genesi dei disturbi.

La presenza dei denti del giudizio è di norma ininfluente nella costruzione di un bite.
Vanno tolti se è il caso, tenendo conto che la loro mancanza potrebbe aggravare i disturbi di cui lei soffre.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#12] dopo  
Utente 345XXX

La ringrazio per la risposta esauriente.
Io soffro di bruxismo solo notturno.
L'applicazione del bite serve principlamente ad evitare l'usura dei denti oppure da' anche molto sollievo per cefalea e gli altri sintomi che ho descritto?
Grazie

[#13] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Il bite, QUALSIASI bite, serve a gestire il bruxismo, anche se non c'è nessuna prova (ripeto: NESSUNA PROVA) che diminuisca il numero di "bruxate".

Però i bite funzionano nel diminuire i sintomi, che possono essere generati dalla malocclusione e anche dal bruxismo.

Non posso però prendere per assodato che lei soffra di bruxismo (che, dal momento che non è stato MISURATO è solo sospettato).

L'invito è quello di rivolgersi ad un dentista ESPERTO nei disturbi cranio-mandibolari, uno gnatologo in pratica, più che ad un dentista generico.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#14] dopo  
Utente 345XXX

Buongiorno, Il sopracitato dentista mi ha fatto un preventivo di ben 4000 euro (che comprende bite, estrazione denti del giudizio, cure per 30 mesi).
Dato che questo preventivo mi è sembrato davvero esagerato (sia per il prezzo sia per il fatto dei denti del giudizio, che mi avete sconsigliato di rimuoverli) ho nel frattempo contattato altri due dentisti.

1) Il primo (ortodonzista), afferma che, prima di qualsiasi trattamento ortodontico, bisogna capire la causa della mia malocclusione (andando a step) e perché si è verificata così in fretta (nell'arco di pochi anni).
Mi chiedono di fare una ortopantomografia e teleradiografia per escludere alcune possibili cause della malocclusione.
Successivamente dovrei togliere tutti i denti del giudizio (che potrebbero essere coinvolti nella malocclusione), fare uno "studio del caso" (210 euro) e solo allora poter realizzare il bite.
Secondo loro il mio bruxismo è causato da una instabilità dei denti, che durante la notte cercano una posizione più "stabile" (anche se secondo me ha una forte componente emotiva)

2) Il secondo (medico chirurgo odontoiatria) afferma che sono visibili alcuni segni del bruxismo sul lato destro e che non ho clic o problemi articolari all'ATM. Mi ha proposto un bite da 400 euro (o più precisamente una placca di svincolo) che va opportunamente "alzata" per correggere la malocclusione.
Questo per capire se può esserci un miglioramento dei sintomi.
Non ha parlato di denti del giudizio o altre operazioni da fare prima del bite.

Secondo Lei qual è la strada migliore?
Io preferirei la seconda, poichè la mia problematica principale è la cefalea e non la malocclusione (con cui potrei benissimo conviverci: anche mia sorella ha lo stesso problema ma nessuna sintomatologia).
Inoltre è una strada molto più economica dell'altra.

Grazie, cordiali saluti

[#15] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
"il mio bruxismo è causato da una instabilità dei denti"

Questa risposta E' CONTRARIA alle evidenze scientifiche.

E le ho suggerito uno gnatologo.
NON un ortodonzista, che l'ha visitata, come prevedibile, con un approccio ortodontico e non gnatologico.
La radiografia laterale del cranio e lo "studio del caso" che comprende l'analisi cefalometrica, serve infatti per mettere l'apparecchio ortodontico, non per mettere un biite.

Non posso esprimermi sui piani di cura proposti, non avendola visitata.

Se guarda solo il prezzo, ovviamente regalerà alla sua ragazza un pezzo di vetro (bello, che fa scena) montato su una catenina in ottone e non una preziosa collana di perle naturali.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#16] dopo  
Utente 345XXX

Forse non mi sono spiegato bene.
Io preferirei il secondo approccio non solo per il costo contenuto ma anche perché mi sembra più pragmatico: posso constatare fin da subito se il bite migliora i sintomi di cefalea oppure no.
Su internet comunque ho visto tanti professionisti che vendono il bite anche a 300 euro, 400 euro potrebbe essere un buon compromesso.
Valuterò la questione dello gnatologo (ma cosa potrebbe dirmi in più rispetto agli altri professionisti?)
Grazie

[#17] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Nessuno VENDE nulla, tantomeno bite !

Il bite viene allestito per effettuare una terapia, ma il bite NON E' di per se una terapia.

La terapia gnatologica FUNZIONA, se si è capito bene da cosa deriva il problema e come porvi rimedio.
E non è detto che si usi il bite per fare la terapia...

Un'altra cosa è dare un pezzo di plastica e "vedere se funziona".
E' l'approccio che è sbagliato, tipico di chi non sa quello che sta facendo e "ci prova".

Spero di essermi riuscito a spiegare meglio.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#18] dopo  
Utente 345XXX

Capisco cosa intende dire.
Comunque il bite me l'aveva prescritto già in partenza il neurologo in correlazione alla cefalea, e la dentista ha accolto questa idea. Quindi non mi sembra una scelta così ingiustificata da questo punto di vista.
Le farò sapere cosa deciderò di fare

[#19] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Il neuriologo NON DEVE "prescrivere un bite", ma una VISITA GNATOLOGICA.

I bite sono diversissimi fra loro.

Sarebbe come se le dicesse: "Le prescrivo una pillola".

Ha ora tutte le informazioni per fare le sue valutazioni.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#20] dopo  
Utente 345XXX

Dove posso trovare un bravo gnatologo in provincia di Milano? Con quale criterio dovrei sceglierne uno piuttosto di un altro?

[#21] dopo  
Utente 345XXX

Riformulo la domanda: esistono gnatologi non "privati" ma accessibili tramite la mutua?

[#22] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Rari come una mosca bianca.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#23] dopo  
Utente 345XXX

Ho contattato un dentista gnatologo.
La prima visita avrebbe un costo di 120 euro mentre il bite 500 euro.
Non le pare un po' elevato il costo della prima visita?
Di preciso, cosa distingue una visita gnatologica da una più comune visita odontoiatrica?

[#24] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
La mia prima visita dura circa un'ora e mezzo, due dipende da quanto tempo ci impiega il collega. Purtroppo è difficile trovare un bravo gnatologo con quei prezzi, che sappia io li hanno tutti assai più alti.
Saluti
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#25] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
E' esattamente quello che prendo io (un' ora e a volte più di visita).
L'anno scorso ho fatto una visita cardiologica da uno specialista.
180 euro, 15 minuti netti.

Diceva su chi è caro?
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#26] dopo  
Utente 345XXX

Grazie delle testimonianze.
L'unica cosa è che il dottore in questione è piuttosto giovane e non ho trovato alcuna recensione o parere sul suo conto, tuttavia è responsabile di un reparto ospedaliero di gnatologia.

[#27] dopo  
Utente 345XXX

Secondo Lei va bene lo stesso?

[#28] dopo  
Utente 345XXX

Sono stato dallo gnatologo.
Mezz'ora di visita, 120 euro.
Mi ha detto che non ho nessuna problematica all' atm.
Tuttavia, il mal di testa potrebbe essere causato dalla grave malocclusione, che nel 90 percento dei casi non produce cefalea, ma io farei parte dell'altro 10 percento.
Mi ha detto che c'è contatto solo tra i settimi.
Mi ha consigliato due terapie alternative:
-Bite notturno in associazione ad ansiolitici (probabilmente Valium)
-correzione della malocclusione con ortodonzia (dopo aver rimosso denti del giudizio) più eventuale chirurgia ortognatica

Mi chiede inoltre RMN dell'atm.

Io ovviamente opterei per la prima visti i vostri consigli.
Cosa ne pensa dell'associazione con gli ansiolitici?
Grazie, cordiali saluti

[#29] dopo  
Utente 345XXX

*il bite proposto è un bite superiore di tipo flos

[#30] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
La terapia è corretta se passano i dolori altrimenti no. Il problema è che molti dentisti prendono le impronte di sopra quelle di sotto e poi dicono chiudi (mettendo tra i denti una cera). Se il soggetto chiude bene non serviva la cera, se chiudeva male e si fermano li, senza fare altre modifiche conferma nella placca la chiusura sbagliata. Superiore o inferiore non è questo che fa la differenza, io le faccio inferiori ma non vuol dir nulla. Se chiede se va bene solo Lei potrà dircelo tra qualche giorno se va bene non avrà più dolore se il dolore permane non avrà raggiunto l'obiettivo.
Saluti
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#31] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
"Mi ha consigliato due terapie alternative:"

NON E' LEI che deve scegliere la terapia idonea, ma lo gnatologo.
Su che base lo sceglierebbe lei?
Con quali competenze?


Cambi gnatiologo.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#32] dopo  
Utente 345XXX

Lo gnatologo mi ha detto che solitamente si opta per la prima poiché si tratta di una terapia reversibile a differenza dell'altra, quindi in un certo senso la risposta me l'ha data lui.
In realtà, però, non so se l'odontoiatra in questione è prettamente gnatologo o no.
So che é responsabile di un reparto ospedaliero di gnatologia e che lui si occupa soprattutto di disordini temporo mandibolari e dolori oro-facciali.
Tuttavia nella visita di ieri (durata mezzora), rispetto agli altri dentisti consultati finora, mi ha fatto solo eseguire qualche esercizio in più alla mandibola, per poi concludere che non ho problemi articolari o click.
Insomma, per il costo che ho pagato (120 euro) mi aspettavo forse più scrupolosità.

[#33] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Se il soggetto chiude bene non serviva la cera, se chiudeva male e si fermano li,
lo devo spiegare meglio.
Alcuni fanno chiudere il soggetto con la cera costruiscono un bite che poi funzionalizzano. NON SI FERMANO LI, una terapia gnatologica richiede abilità e tempo dedicato (per studiare e per seguire il caso) è tutta qui la differenza. Bassi prezzi vuol dire poco tempo dedicato e secondo me questo è il rischio. Un bite fatto bene non si deve fermare al "chiuda i denti" ma deve andare oltre, secondo le tecniche che si conoscono.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#34] dopo  
Utente 345XXX

Ho iniziato a seguire la terapia col bite.
Il dentista mi ha prescritto anche 7 goccie di valium da prendere per 2/3 mesi.
Quest'ultimo è compatibile con l'alcool? (Ad esempio un bicchiere di vino a cena?)

[#35] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Direi proprio di si, che non esistano controindicazioni tra 7 gocce di valium e 1 bicchiere di vino.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum