Utente 430XXX
Gentili Dottori ,
e da circa tre settimane che avverto a momenti nella giornata e purtroppo spesso la notte
una sezione di ovattamento all'orecchio sx e singoli colpi che nelle fasi di crisi si trasformano in vere e proprie scariche ( un po come fosse un segnale telegrafico ).
Chiudendo ad esempio con un dito, l'orecchio il sintomo sembra sparire ( sembra soltanto)
Ho 65 anni ho effettuato due visite OTR con esame Audio Volumetrico che non ha riscontrato nulla di anomalo .
Il sintomo sembra più attivo quando sono sdraiato piuttosto che in piedi e tutto ciò' determina una problematica riguardante il sonno e una conseguente diminuzione della qualità' della mia vita .
grazie in anticipo per le risposte

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, credo si tratti di una disfunzione tubarica, cioè di un cattivo funzionamento della Tromba o Tuba di Eustachio, che mette in comunicazione il faringe con l’orecchio medio, e serve ad aerarlo e a drenare il catarro che si forma All’interno della tuba può ristagnare del muco. I movimenti del condilo mandibolare e dei muscoli coinvolti nella deglutizione stimolano la funzione tubarica.
Quando invece questo non accade, o accade con difficoltà, (disfunzione tubarica) a volte siamo di fronte ad un conflitto che si instaura fra la tuba e il condilo della mandibola, che può essere dovuto a sua volta alla malocclusione dentaria con malplosizione mandibolare: in pratica, se da un lato il movimento di apertura della bocca viene comunemente sfruttato per il ripristino, all'interno della cassa timpanica, dell'equilibrio pressorio alterato ad esempio per sbalzi di quota, dall'altro un cronico dislocamento posteriore di uno o entrambi i condili e lo squilibrio dei muscoli della masticazione e della deglutizione, possono dar luogo ad una ipofunzionalità tubarica e quindi alla spiacevole sensazione do ovattamento che lei lamenta : in presenza di muco si percepiscono a volte dei rumorini dovuti alla mobilizzazione del muco stesso.
In pratica l'ostruzione della tuba può in parte avvenire dal di dentro, per la presenza di muco , ma anche per compressione dall'esterno.
Le consiglio pertanto di farsi visitare anche da un dentista-gnatologo esperto nei problemi dell’Articolazione Temporo Mandibolare (ATM) e nei rapporti fra questa e l’orecchio.
Anche nella letteratura scientifica comincia ad affermarsi il concetto che quando un problema all'orecchio non trova spiegazioni in ambito specialistico Otorinolaringoiatrico, come nel suo caso, spesso é all'Articolazione Temporo Mandibolare che bisogna guardare.
Può trovare qualche informazione utile in più sui rapporti fra ATM e orecchio nel mio sito internet.

Le consiglio anche di dare un'occhiata anche ad un caso che ritengo simile al suo, sempre su questo sito:

https://www.medicitalia.it/consulti/Otorinolaringoiatria/72945/Tuba-di-e

Cordiali saluti ed auguri.
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 430XXX

Gentile Dottore prima di tutto grazie per la sua celere risposta .Ho letto il caso che mi ha evidenziato e suppur non uguale di sicuro presenta delle analogie con il mio .Vorrei provare a indirizzare anche il mio problema nello stesso modo nella speranza di un esito a uguale . Sono di Roma grazie ancora .

[#3] dopo  
Utente 430XXX

Gentile Dottore torno a riproporle il mio problema che purtroppo continua ad rendere difficili le mie nottate .
Mi chiedo se in attesa di poter affrontare e spero risolvere in modo definitivo il problema ci siano dei palliativi che mi permettano di affrontare questa situazione che si sta facendo per me ogni notte più difficile .
Negli ultimi due giorni sembrava che le cose andassero un po meglio ma stanotte eccomi qui di nuovo ...

[#4] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, mi oiccupo di questi problemi esclusivamente dal punto di vista strutturale, e non ho esperienza (nè, mi perdoni, simpatia) per il trattamento farmacologico.
Eventiualmente faccia riferimento al suo Otorinolaringoiatra.
Cordiali saluti ed auguri.
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#5] dopo  
Utente 430XXX

Capisco Dottore ,
anche io non nutro alcuna simpatia per i trattamenti farmacologici ma talvolta, in situazioni che altrimenti non saprei come affrontare, mi rendo disponibile a farne ricorso .
La ringrazio comunque per il solerte riscontro
Cordiali saluti