Utente 473XXX
Salve dottori, sono una ragazza di 26 anni, volevo chiedere un consulto sulla malocclusione, ma questa volta per una questione estetica. Digrigno da quando ero bambina, ho il disturbo dell' atm in seguito a un colpo preso a 14 anni ma credo che fossi già predisposta. So bene che devo portare un byte ed eliminare i precontatti per curare i vari disturbi correlati ed eventualmente ricostruire parte dei denti, ma la questione è:
all'età di 10 o 11 anni mi sono svegliata e da un giorno all'altro, sorridendo davanti allo specchio, mi sono accorta con disperazione che la mia guancia sinistra si era totalmente deformata, e da allora è sempre rimasta così. In pratica sulla destra la piega mimica del sorriso inizia dalla narice e finisce al lato delle labbra come normalmente dovrebbe essere, sulla sinistra invece ho due piccole "C" invertite, una accanto all'altra ma nessuna piega fino al naso, non si tratta quindi di una fossetta in più ma di un qualcosa che mi deforma l'intero sorriso. In pratica è come se io sorridessi da un lato soltanto e ho la bocca inclinata con la parte alta sulla destra oltre che mento deviato a sinistra. Negli anni successivi ho notato che il mio naso era molto deviato verso destra. La mia domanda è: è possibile che un indebolimento dei muscoli facciali sulla sinistra abbia causato una torsione del naso verso destra, il lato più forte del viso che si sarebbe tirato dietro le cartilagini? Ho il naso rivolto a destra e il mento a sinistra, con la guancia sinistra che appare quasi inflaccidita, e ho la tipica fisionomia da "viso corto" e i denti un po' trasparenti per via della consumazione. Possono degli esercizi costanti per la parte sinistra del viso ripristinare almeno la simmetria del naso, tirando anche la pelle con le dita dal lato opposto, intanto che aspetto per le altre cure? La mia asimmetria mi mette estremamente a disagio perché so che è visibile e non sopporto chi la sminuisce solo perché oggettivamente sono una ragazza esteticamente gradevole, io lo vedo tantissimo e mi rende insicura perché so che le persone lo notano anche se non lo ammetteranno mai, come io noto asimmetrie simili su volti altrui e non mi sforzo per notarle, un naso storto o un mento deviato e non le trovo gradevoli, non vedo perché le altre persone debbano considerare poi così gradevole il mio di volto, che ha entrambe le cose, più la guancia deforme. È come se il mio volto avesse subito una rotazione a spirale come quelle che si fanno con le app per giocare a deformare i volti sugli smartphone. Grazie in anticipo, spero possiate darmi un suggerimento su come risolvere questo inestetismo senza ricorrere alla chirurgia e nel modo più naturale possibile.

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, una asimmetria del viso consta di due componenti.
La prima è di tipo posturale, ed è sostenuta da uno scivolamento in laterodeviazione della mandibola a causa di contatti dentali deflettenti
La seconda è data da una reale asimmetria anatomica della mascella e soprattutto delle due emimandibole: la metà omolaterale alla deviazione è più corta di quella controlaterale.
Il problema andrebbe affrontato già a 6-7 anni con un trattamento ortodontico intercettivo: a quell'età la prima componente è preponderante, e non c'è stato ancora il tempo di rendere anatomica la differenza dimensionale delle due emimandibole. Se la correzione non viene effettuata , la crescita prosegue asimmetrica , e il problema, non solo estetico, si accentua ("si è accentuata sempre più con il passare degli anni") , ma sopratutto diventa sempre più anatomico.
Per questo la correzione in età adulta è più difficile, e può richiedere , nei casi più gravi, anche una componente chirurgica.
Il quadro clinico , al di là dell'aspetto estetico, spesso si aggrava anche per la comparsa di problemi all'Articolazione Temporo Mandibolare (ATM), specie a quella omolaterale alla laterodeviazione. Spesso insorgono altri sintomi fastidiosi: cefalea, problemi all'orecchio, vertigini, cervicalgia.
Si tratta di casi spesso complessi, che richiedono buona professionalità di chi li affronta.
Se crede, può mandarmi le suo foto privatamente (è vietato dalle regole del sito).
Cordiali saluti ed auguri.
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 473XXX

Sì grazie, è l'unico modo per capire la situazione in effetti. Di dolori cronici e cervicalgia ne soffro eccome, ho scoliosi e finta gamba lunga. L'apparecchio l'ho indossato ma a 16 anni, e credo mi abbia causato ancora più problemi dal punto di vista del dolore, oltre al fatto che il lavoro non è stato fatto bene nemmeno a livello estetico. Dove gliele mando?