Utente 318XXX
Buonasera,
A novembre come scritto nel precedente post mi è stata diagnosticata ipoacusia neurosensoriale dx alle alte frequenze. 2 settimane fa ho iniziato ad avere problemi di pressione nelle orecchie proprio come se fossi sempre in galleria. Sono in cura per una disfunzione dell Atm con utilizzo di bite ortotico. A causa di problemi lavorativi per 5 mesi non ho effettuato regolazioni fino a ieri. L'otorino mi ha dato una cura cortisonica per il naso visto che la respirazione è molto scarsa per ipertrofia dei turbinati e ho ripetuto esame audiometrico che è risultato invariato rispetto l'ultimo eseguito.
Volevo sapere se questi 5 mesi di non regolazione possono aver portato a questa disfunzione tubarica.
Aggiungo che un anno e mezzo fa ho eseguito una RMN encefalo, compreso angolo ponto cerebellare e pacchetto uditivo risultata nella norma.
Posso stare tranquillo rispetto al neurinoma acustico oppure non posso escluderlo?
Con la nuova regolazione posso sperare che questo tremendo fastidio sparisca? Grazie in anticipo per la risposta

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, L'esclusione del neurinoma del VII , se lo si sospetta, si può avere con una Risonanza Magnetica: se un anno e mezzo fa era negativa, è poco probabile che sia spuntato adesso.

Relativamente alla maggior parte delle sue domande, che riguardano il bite che sta portando, è evidente che solo chi la può visitare può esprimere un prudente giudizio, meglio ancora il Collega che la sta trattando.
Relativamente alla Disfunzione Tubarica, ho spesso risposto su questo Sito a pazienti che riferivano questo problema: per non ripetermi, le suggerirei di leggere la mia risposta a questo quesito:
https://www.medicitalia.it/consulti/otorinolaringoiatria/400085-disfunzione-tubarica.html
Come un trattamento con bite può risolvere una disfunzione tubarica, per lo stesso motivo, uguale e contrario, può teoricamente indurla: come già detto, bisognerebbe poter vedere.
Può trovare qualche informazione utile in più sui rapporti fra ATM e orecchio nel mio sito internet (lo trova digitando il mio cognome e nome f su Google), alla pagina patologie trattate-Patologie dell’Orecchio , e leggendo gli articoli che si aprono con questi link. Cordiali saluti ed auguri.

https://www.medicitalia.it/minforma/Otorinolaringoiatria/961/Otite-che-non-guarisce-colpa-dei-denti
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/983-problemi-naso-volte-causa-sta-bocca.html
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/2326-dolore-cronico-disturbi-nel-sonno-e-disfunzioni-cranio-mandibolo-vertebrali.html
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 318XXX

Grazie Dottore per la celere risposta,
Una domanda, nel riposizionamento della mandibola quindi si può avere una disfunzione tubarica diciamo di passaggio tra i vari spostamenti oppure questa può divenire definitiva anche alla fine della terapia del bite. La risoluzione della malocclusione dovrebbe risolvere anche questo problema credo oppure non è una cosa sicura? Grazie

[#3] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Tutte le possibilità che ha elencato ci sono. Si tratta di capire se un cambiamento nel bite può migliorare o risolvere la situazione, come anche, purtroppo,se può al contrario indurla.
Cordiali saluti ed auguri
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com