Utente 528XXX
Salve,

Soffro di disturbi del sonno da diversi anni. Ho da poco effettuato Polisonnografia dalla quale risulta un grado Lieve di apnea ostruttive del sonno posizionali accompagnate da un forte russare e da molteplici "microrisvegli". Prima di procedere ad eventuale chirurgia l'otorino mi ha consigliato di rivoglermi ad un odontoiatria per un Bite Antirussamento. Dopo aver fatto una visita lo gnatologo, dopo aver esposto i miei problemi, mi consiglia un Bite "normale" costituito da un solo pezzo che va sulla parte di sotto della dentatura.
Volevo chiedervi se un Bite di Questo tipo può aiutare a contrastare il russamento o se serve solo per il Bruxismo. (Dalle foto trovate on line il Bite Antirussamento è costituito da due pezzi collegati da elastici)
Grazie,
Marco

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentilissimo utente, la decisione presa dall'Odontoiatra che si occupa di gnatologia è sicuramente ben motivata. Ritorni da questo professionista e si faccia spiegare da Lui, tutti i vantaggi di questo tipo di apparecchio. Internet né non fa fede, soprattutto con una foto, la spiegazione scientifica di un professionista è affidabile.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Questo tipo può aiutare a contrastare il russamento o serve solo per il Bruxismo?

Si serve solo per bruxismo e non contrasta il russamento. Decisamente il bruxismo va curato ma le apnee notturne sono una cosa ben peggiore.
Digiti "Apnee notturne: dodicimila incidenti stradali all’anno per colpi di sonno" viene fuori un articolo del Corriere della sera che evidenzia quanti incidenti avvengono in Italia per questo fenomeno delle apnee. La causa è fondamentalmente una "caduta" della lingua verso il palato durante il sonno in posizione supina (detto effetto Rinaldi) che manda la lingua all'indietro ostruendo le vie respiratorie. L'80% non lo sa nemmeno, ora lei ha un vantaggio ne è informato e può prendere i giusti provvedimenti.
La terapia normalmente effettuata è con dispositivi che mantengono la mandibola in avanti in maniera anomala che può essere fastidiosa.
Un'altro modo è confezionare un bite (inferiore) su misura che ha nella zona anteriore (da canino a canino) una specie di scudo che impedisca la "caduta della lingua durante il sonno.
Questa metodica che ALCUNI usano ha il vantaggio di non costringere la mandibola in posizione innaturale e non provocare il peggioramento/comparsa di dolori del tipo "disordine temporomandibolare".
Ricordi il Suo problema più grosso non è il bruxismo (come Lei ha ben capito) ma l'impedire che quando dorme in posizione supina la lingua cada indietro.
Provi a chiedere al collega che l'ha in cura una spiegazione di come farebbe un bite "normale" ad impedire questa caduta.
Saluti
Daniele Tonlorenzi
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum