Utente 316XXX
Salve,
il 16 agosto in spiaggia mi sono ferito urtando una sdraio in legno. Queste sdraio venivano riposte alle spalle della spiaggia del villaggio, nella pineta ed erano a contatto con la terra. Onestamente la ferita assomiglia più a un graffio e la perdita di sangue si è risolta a una goccia, non di più. Ho sciacquato la ferita a mare e dopo un'ora ho applicato acqua ossigenata. Nel contempo sono partito con una ferita ben più profonda a un braccio che, in fase di cicatrizzazione alla partenza, bruciava e diventava di colore chiaro e molle ad ogni bagno. Sembrava come riaperta, ma non vi era fuoriuscita di sangue. Questa ferita è stata comunque nei giorni spesso a contatto con superfici come la sdraio. Ora sono nel panico più totale perchè ho paura di aver potuto contrarre il tetano. Sono spaventatissimo anche se tutti mi dicono che è un mio problema psicologico. Il 18 luglio, e quindi 29 giorni prima, avevo fatto una siringa di immunoglobuline 500 per una ferita procuratami in barca. Ora non so che fare, non so se la precedente iniezione mi dà copertura, se è necessario farne un'altra e la cosa mi sta mettendo un'ansia infinita.
Grazie per l'attenzione

[#1] dopo  
Dr. Piero Alessandro Casonato

28% attività
0% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Invece di fare continuamente immunoglobuline faccia il richiamo della vaccinazione contro il tetano.
Se, come dovrebbe essere, ha già fatto un ciclo vaccinale completo contro il tetano, con un solo richiamo riuscirà a mettersi tranquillo, relativamente al tetano, per qualche anno.

Dalle parti nostre le asl fanno gratuitamente il richiamo della vaccinazione contro il tetano . Penso che debba essere uguale anche da voi.
Nel caso di certe attività lavorative specifiche, la legge 292 del 1963 dichiara che la vaccinazione contro il tetano deve essere somministrata " a cura e spese" degli enti tenuti per legge alle prestazioni sanitarie, quindi le asl.
Poi, comunque, è molto importante anche la disinfezione delle ferite. Va bene lavare accuratamente la ferita con acqua e sapone, va bene applicare successivamente l'acqua ossigenata, poi può essere molto utile anche l'utilizzo di un antibiotico da applicare localmente sulla ferita.

Cordiali Saluti
Dr. piero alessandro casonato

[#2] dopo  
Utente 316XXX

La faro dottore. Ma per il caso che le ho descritto e considerando la copertura da immonuglobuline come devo comportarmi adesso?

[#3] dopo  
Dr. Piero Alessandro Casonato

28% attività
0% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
La copertura da immunoglobuline non dura moltissimo, proprio una trentina di giorni.

Da quello che scrive si è trattato solo di un graffio.
Io lascerei perdere le immunoglobuline e farei subito il richiamo della vaccinazione contro il tetano.
Le immunoglobuline sono derivati del sangue, sono concentrati di anticorpi contenuti nel sangue umano, non sterilizzabili completamente in quanto costituiti da proteine che, fatalmente , si denaturerebbero con le alte temperature usate per la sterilizzazione.
Il loro utilizzo comporta, anche se solo in minima percentuale,il rischio di contrarre malattie infettive.
cordiali saluti
Dr. piero alessandro casonato

[#4] dopo  
Utente 316XXX

Dottore la ringrazio infinitamente per le risposte. Stesso lunedì contatterò il mio medico per il richiamo che avevo fatto da piccolo. Quindi considerando i trenta giorni dovrei essere coperto in questo caso? Posso rasserenarmi? Grazie infinitamente

[#5] dopo  
Utente 316XXX

Perché oltre il graffio mi preoccupava anche l'altra ferita che però era vecchia e non sanguinava. Grazie mille

[#6] dopo  
Dr. Piero Alessandro Casonato

28% attività
0% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Secondo me, se fa il richiamo dell'antitetanica lunedì , può stare tranquillo.
Per quanto riguarda la vecchia ferita, tutte le ferite, quando vengono tenute " a bagno " prendono quell'aspetto.
Di nuovo cordiali saluti.
Dr. piero alessandro casonato

[#7] dopo  
Utente 316XXX

Non credo riuscirò a farla lunedì. Il mio medico generico è in ferie. Volevo prendere un appuntamento con lui per questa cosa. Crede dia troppo tardi e che mi convenga trovare una soluzione alternativa? Grazie mille, lei è gentilisdimo a risponderei con tanta celerità

[#8] dopo  
Dr. Piero Alessandro Casonato

28% attività
0% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Non c'è bisogno del medico di famiglia, può andare all'ufficio di igiene della asl. In quella sede dovrebbero anche saperle dire le date delle ultime vaccinazioni e farle il richiamo.
sempre cordiali saluti.
Dr. piero alessandro casonato

[#9] dopo  
Utente 316XXX

Gent.mo Dottore,
un'ultima domanda. Considerando che il richiamo del vaccino non mi coprirà per le ferite di questi giorni e considerato che ho notato un'altra piccola escoriazione alla base del piede, che non avevo notato e quindi non disinfettato, che da una mia ricostruzione risale più o meno al 14 agosto, ritiene che insieme al vaccino (per il quale mi recherò all' Asl lunedì) io faccia oggi una dose di immunoglobulina? Avrebbe senso a distanza di 48 ore dalla ferita principale? Sono conscio della cautela con cui vanno assunte, ma sono in uno stato di ansia molto forte e non riesco a rassicurarmi. La prego di rispondermi e aiutarmi, mi sono già rovinato i pochi giorni di vacanza e vorrei recuperare un pò di serenità.
Grazie infinitamente

[#10] dopo  
Dr. Piero Alessandro Casonato

28% attività
0% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Il clostridio del tetano o bacillo di Nicolaier , è un bacillo sporigeno anaerobico, cioè : il bacillo, che si trova normalmente nell' intestino di molti animali , specie del cavallo ,non è in grado di sopravvivere in presenza d'aria.
Quindi, una volta giunto nell'ambiente esterno dà origine ad una spora, forma che gli consente di sopravvivere in presenza di ossigeno. Tali spore si trovano ,quindi, normalmente nel terreno.

Per trasformarsi nuovamente in bacillo del tetano , in grado di produrre la tossina tetanica , che risulta essere uno dei veleni più potenti esistenti al mondo, la spora deve venire a trovarsi in un ambiente privo di aria , ad esempio in un tipo di ferita ove ci siano condizioni di anaerobiosi, come nel caso di una ferita lacero-contusa, tipo di ferita dovuta a schegge , attrezzi agricoli , proiettili e simili.

Nel suo caso si parla di escoriazioni , feritine superficiali , lesioni, in sintesi, che non hanno neppure richiesto un intervento ospedaliero e che difficilmente presentano una situazione di anaerobiosi.

Io eviterei le immunoglobuline.

Domani è lunedì, si faccia fare questa benedetta vaccinazione e non pensi ad altro, per i prossimi anni.
Dr. piero alessandro casonato

[#11] dopo  
Utente 316XXX

Salve Dottore,
grazie della risposta. Le volevo chiedere fino a quante ore dopo la ferita è possibile fare le immunoglobuline? Comunque farò il vaccino. Stamattina sono passato all' asl in preda all'ansia per prendere informazioni e mi hanno risposto che non hanno modo di ricostruire il mio storico di vaccinazione. Riproverò domani e spero che la risposta di oggi sia solo dovuta al clima vacanziero

[#12] dopo  
Utente 316XXX

Un 'altra cosa dottore il farmacista mi dice che le immunoglobuline fatte il 18 luglio mi garantirebbero una copertura fino a due mesi. E' plausibile la cosa?

[#13] dopo  
Dr. Piero Alessandro Casonato

28% attività
0% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
L'emivita viene data per 3-4 settimane. In caso di lesioni importanti , io sui due mesi non ci conterei.
Comunque, Lei è giovane, sicuramente avrà fatto il ciclo completo da bambino. Se non sono in grado di trovare la sua cartella vaccinale non si preoccupi, intanto faccia il richiamo subito. Poi dopo un mesetto potrà fare la titolazione degli anticorpi antitetano e vedere il livello anticorpale e quindi la stima approssimativa della durata futura della protezione contro il tetano.

Certo, la Domenica, avrà trovato il medico di guardia. Quello non sa mica dove andare a cercarli i registri delle vaccinazioni.

Non sia così apprensivo, Le assicuro che non è proprio il caso.
cordiali saluti
Dr. piero alessandro casonato

[#14] dopo  
Utente 316XXX

Grazie mille dottore. E' vero sono molto apprensivo, almeno quanto lei è paziente. Cercherò di risolvere questo problema. Gli chiedevo della copertura perchè l'unico pensiero che mi dà serenità è quello di aver avuto un'iniezione di immunoglobulina il 18 luglio.Nei 30 giorni ci sono anche se per un pelo.Ancora stasera sto pensando di fare nuove immonuglobuline domani mattina. Ma credo che sia decisamente troppo e poi oramai ho superato le 48 ore. Sono un pò più tranquillo perchè leggevo che le prime 48 ore sono le più pericolose. Ma sul web in merito c'è davvero di tutto. Grazie infinitamente

[#15] dopo  
Utente 316XXX

Mi scusi dottore mi può dare delucidazioni sui tempi di incubazione? E' vero che dopo 72 ore si pùò stare più sereni perchè sarebbero forme di tetano lievi?

[#16] dopo  
Utente 316XXX

Dottore la prego di rispondermi un' ultima volta. Poi non disturbo più. L' ansia mi sta mangiando. Se facessi le immunoglobuline a 72 ore quale sarebbe l'effetto? È una profilassi sbagliata? Al 29 giorno posso considerarmi protetto dalla precedente iniezione? Passate le 72 ore di incubazione si parla di forme di tetano lievi eventualmente? Non la scoccerò più perché farò il vaccino. La prego solo se può di delucidar mi in merito. Grazie infinite e mi scusi ancora

[#17] dopo  
Utente 316XXX

Salve dottore,
capisco che il mio stato ansioso l'avrà scoraggiata dal rispondermi o magari avrà pensato di passare la questione a psicologia....:-).
Sono ancora molto preoccupato. Quali sono i periodi di incubazione della malattia? Leggevo che dopo le 72 ore sarebbero scongiurati i pericoli di forme gravi. Questo mi tranquillizzerebbe molto, ma c'è una grande variabilità di opinioni. Per il vaccino ho provveduto. Farò il richiamo lunedì. Il mio medico, contrario di norma ai vaccini, ha detto che vuole controllare nonsochè in quanto io sono un soggetto allergico.
La ringrazio per l'attenzione

[#18] dopo  
Utente 316XXX

Salve dottore,
non sono riusciti a ricostruire la mia storia vaccinale. Non mi chieda altro. Il mio medico mi ha fatto effeturae le analisi ricerca anticorpi tetano che mi daranno domani prima di decidere se farmi il richiamo. Mi chiedo ma in queste analisi non si riscontreranno anche gli anticorpi dell'immunoglobulina fatta il 18 luglio? Per una parte mi dispiacerebbe perchè non mi darebbe dati certi sulla situazione vaccino. Dall'altro canto, in caso di riscontro di anticorpi nel sangue, fugherebbe le mie paure sul caso in questione. La ringrazio anticipatamente per la risposta

[#19] dopo  
Utente 316XXX

Ho letto le linee guida e la mi aprecedente richiesta di consulto non aderiva. Per questo la riformulo.
Il 18 luglio ho ricevuto un''iniezione di immunoglobulina 500 per una ferita. Il 16 agosto mi sono fatto male con una sdraio di legno in un campeggio alle spalle della spiaggia. Ho avuto forti dubbi sul ripetere le immunoglobuline ma poi ho lasciato perdere perchè la copertura delle precedenti veniva data per ciraca trenta giorni. Ero dentro di un pelo e ho lasciato perdere. Naturalmente ho cominciato a sentire tuttti i sintomi e un malessere generale che io credo imputabile al forte stress e all''ansia ipocondriaca. Mi sono attivato per il vaccino, ma il mio medico curante (contrario ai vaccini) mi ha detto di aspettare settembre e il suo ritorno dalle vacanze. Sono un soggetto allergico e vuole premunirsi bene (ha detto che deve informarsi). Intanto mi ha consigliato di fare l''esame ricerca anticorpi tetano per verificare se bastava un richiamo o dovevamo fare tutto il ciclo. Io l''ho svolto in data 22 agosto e il 23 avevo già i risultati. Anticorpi antitetano 21,46 ui/ml asteriscato su valore di riferimento "presenti magg.11". Al laboratorio mi hanno detto che questo risultato così alto era dovuto all''immunoglobulina ancora in circolo che mi dava comunque protezione. Sarebbe sceso con il tempo. Non capisco perchè il mio medico curante mi abbia fatto fare un test senza tenere conto che sarebbe stato falsato. Nel contempo ho cominciato a vedere il lato buono della questione. Un valore così alto al 22 agosto dovrebbe rassicurarmi sulla ferita del 16 agosto. Io spero tanto di si e spero che un medico possa confermarmelo. Sarebbe la fine di otto giorni di tormenti, mi tranquillizzerebbe e mi permetterebbe di pensare a fare il mio vaccino e magari cambiare medico curante. Grazie mille per la disponibilità

[#20] dopo  
Dr. Piero Alessandro Casonato

28% attività
0% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Visti i risultati della titolazione anticorpale, Lei , al momento delle ferite era protetto , per cui , può porre fine alle Sue preoccupazioni .

Se vuole , per il futuro , evitare la somministrazione di immunoglobuline ad ogni escoriazione che si fa , si faccia fare la vaccinazione , che è l'unica valida protezione contro il tetano e non è assolutamente pericolosa.

La cura di un caso di tetano è molto lunga ed onerosa per il servizio sanitario , e non sempre riesce a salvare la vita della persona, specie se anziana.

Se Lei , anziché in Italia, si fosse trovato in un qualche paese dove non esiste un valido sistema sanitario, un paese del quinto mondo, dato che nel quarto siamo collocati noi , che avrebbe fatto ? Sarebbe rientrato in Italia per cure ?

Le faccio un esempio , io per anni non ho consumato mitili od altri frutti di mare , ancorché cotti, per timore dell'epatite tipo a. Poi è uscito il vaccino e mi sono fatto vaccinare ed adesso non mi faccio più problemi a mangiare frutti di mare, rigorosamente cotti , ma per per altri motivi .

Ho visto che aveva scritto diverse repliche , ma io ero via e, comunque , quella che conta, è la sua ultima comunicazione.
Non sia così apprensivo , per il futuro . Le faccio un esempio, dalle parti nostre, già da molti mesi si succedono frequenti terremoti. C'è gente che scappa ad ogni scossa, che si fa prendere da crisi isteriche , che si mette a piangere. Io personalmente non mi preoccupo più di tanto ( volevo mettere un altra frase un po' più scurrile ), tanto , se deve arrivare la scossa buona non si fa in tempo a scappare. Questo per farLe capire che un briciolo di fatalismo non guasta , nella vita.
Cordiali saluti
Dr. piero alessandro casonato

[#21] dopo  
Utente 316XXX

Grazie mille dottore, non sa cosa significhi per me questa notizia. Lei è stato gentilissimo. Avevo paura che all'esame anticorpi "antitetano" (così è scritto) non fosse sufficiente quel valore per la protezione visto che sono anticorpi che non si mopltiplicano. Ma razionalmente avevo una speranza. Ero già stato rassicurato che non rappresentavano un indice di eventuale infezione in corso.Le vorrei chiedere per quanto durerà questa protezione, ma lascio perdere, cercherò di seguire invece i suoi consigli "psicologici" e farò il vaccino visto che questa malattia mi terrorizza tanto. Non so come ringraziarla e le auguro un felice week end

[#22] dopo  
Utente 316XXX

Prorpio un ultimissimo dubbio. La mia analisi è la "titolazione anticorpi tetano"?. Sul referto dice:
- Esami richiesti: anticorpi antitetano
- Risultato: 21,46 * Ui/ml
- valori di riferimento: presenti magg. 11.

Grazie mille dottore. Mi sembra un sogno essermi tolto questo pensiero

[#23] dopo  
Dr. Piero Alessandro Casonato

28% attività
0% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Valori di riferimento significa che il titolo anticorpale risulta protettivo sopra il valore di 11 . Se il suo valore è 21,4 Unità Immunizzanti/ml la protezione è garantita.

Ogni metodo analitico ha i suoi specifici valori. Nelle analisi che vedo di solito , si considerano protettivi livelli di ematici di immunoglobuline dieci volte inferiori.

faccia il richiamo del vaccino quanto prima e per qualche anno elimini almeno questo problema.

Buone Vacanze e di nuovo Cordiali Saluti.
Dr. piero alessandro casonato

[#24] dopo  
Utente 316XXX

Quella per intenderci che solitamente dà risultati 0,1 etc. . MI scusi questo ultimo dubbio, ma sono così felice che voglio togliermi ogni dubbio. Grazie, grazie!

[#25] dopo  
Utente 316XXX

Perchè me lo segnala con l'asterisco dottore il valore di 21,46? Non voglio complicarmi la vita con altri dubbi. Anche io avevo letto valori protettivi dieci volte inferiori. Credevo che il mio non fosse sufficiente perchè era un valore presumibilmente derivato da immunoglobuline passive. Mentre credo che che lo 0,1 che esce solitamente si moltiplichi in caso di infezione perchè sono attivi. Sto facendo di nuovo confusione

[#26] dopo  
Utente 316XXX

Credo che in generale non ne abbia mai visti così alti perchè non farebbe fare una test anticorpi antitetano a un mese dalle immunoglobuline. Ma il mio medico non lo aveva considerato....:-)

[#27] dopo  
Dr. Piero Alessandro Casonato

28% attività
0% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Proprio così, c'è chi considera già protettivi livelli di 0,1 U.I. /ml, quindi, sopra il valore di 1 va tutto bene. Protezione garantita.

Cordiali saluti.


Dr. piero alessandro casonato

[#28] dopo  
Utente 316XXX

Grazie mille

[#29] dopo  
Dr. Piero Alessandro Casonato

28% attività
0% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
L'asterisco indica che il livello anticorpale è alto,tutto lì.
Quindi ,al momento attuale, Lei è protetto contro il tetano.
Di nuovo.
Dr. piero alessandro casonato

[#30] dopo  
Utente 316XXX

Grazie Tante

[#31] dopo  
Dr. Piero Alessandro Casonato

28% attività
0% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Tenga presente che l'infezione tetanica non fornisce alcuna immunità protettiva perché la quantità di tossina necessaria ad uccidere un uomo è talmente bassa da non dare alcuna stimolazione del sistema immunitario. Anche chi è stato affetto da tetano non è immune e deve vaccinarsi.
Giunti a questo punto, se Lei si farà fare il vaccino di richiamo, come consigliato,alla prossima occasione potremo trattare argomenti diversi.
Di nuovo cordiali saluti.
Dr. piero alessandro casonato

[#32] dopo  
Utente 316XXX

Non ho capito dottore. Mi scusi

[#33] dopo  
Utente 316XXX

Il mio discorso da fantascienza ipocondriaca mi diceva:
se ti iniettano immunoglobuline ui/ml 500 vuol dire che se fai le analisi due giorni dopo troverai questo risultato nel sangue. Per questo credevo che 21,46 fosse troppo basso. Mentre lo 0,1 di analisi non falsate dalla immunoglobulina magari era sufficiente perchè il sistema immunitario lo avrebbe trasformato in 500 ui/ml in caso di infezione. Io spero che lei mi dica che sto dicendo un mucchio di stupidaggini e mi ribadisca la momentane protezione. E mi scuso ancora per la mi fantascienza, ma purtroppo la mia mente ha viaggiato troppo in questi giorni. Grazie davvero dottore

[#34] dopo  
Utente 316XXX

Dottore la prego mi risponda. Voglio tanto tranquillizarmi e pensare ad altro

[#35] dopo  
Dr. Piero Alessandro Casonato

28% attività
0% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Non deve più preoccuparsi, i suoi valori anticorpali , al momento attuale, sono più che protettivi.

La saluto di nuovo.
Dr. piero alessandro casonato

[#36] dopo  
Utente 316XXX

La saluto anche io dottore. E la ringrazio infinitamente

[#37] dopo  
Utente 316XXX

Dottore mi scusi ma non è possibile che quel valore indichi infezione in atto? Sulle analisi non c'è scritto igg da nessuna parte, ma mi sembra che un analisi per verificare l'infezione non esiste (credo di aver capito siano igm)

[#38] dopo  
Dr. Piero Alessandro Casonato

28% attività
0% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Assolutamente non è possibile. La tossina tetanica agisce in quantità di nanogrammi , quantità insufficiente a stimolare un movimento immunitario.
Dr. piero alessandro casonato

[#39] dopo  
Utente 316XXX

Grazie Dottore.

[#40] dopo  
Utente 316XXX

Salve dottore, lei ormai avrà capito che ogni cosa mi da paranoia. Ma sono sicuro che questa è la mia ultima domanda. Mi mette paranoia la mia analisi con questo valore di riferimento 11. È così diversa da quelle che leggo su internet con valori 0,1 etc. Mi viene il dubbio che la mia sua un' analisi diversa dalle altre, sbagliata. Ma alla fine mi dico che al di la del valore di riferimento ciò che conta e' il dato del numero anticorpi che mi tranquillizza. Lei è d'accordo?

[#41] dopo  
Utente 316XXX

Salve dottore speravo di non disturbarla più. Ma un pò sono stupido e un pò sfortunato. Lunedì devo fare questo benedetto vaccino. Hanno deciso di rifarmi il ciclo completo. Intanto stasera 28 agosto mi sono procurato un piccolo taglio con una bottiglia di plastica. Acqua ossigenata e tanta paranoia. Ho una ragionevole speranza che il valore alto del risultato anticorpi tetano (21, 46 ui/ml influenzato dalle immunoglobuline del 17 luglio e rilevato il 22 agosto) non si sia azzerato in sei giorni? La prego dottore mi risponda al più presto.

[#42] dopo  
Dr. Piero Alessandro Casonato

28% attività
0% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Non stia a preoccuparsi,con un titolo anticorpale così alto non ci sono problemi.
Quanto al ciclo completo ci penserei .
Chi l'ha suggerito?
Deve farlo a pagamento o gratuitamente ?
cordiali saluti.
Dr. piero alessandro casonato

[#43] dopo  
Utente 316XXX

Gent.mo dottore, le riassumo brevemente. Il mio medico di base non ricorda quando ho fatto il ciclo e non riesce a ricostruire. Uno l'ho fatto di sicuro da piccolo. Per decidere vorrebbe aspettare un test anticorpi tetano non inficiato da immunoglobuline (sostiene anche la teoria, secondo me folle, che quel valore potrebbe essere dovuto al vaccino) e se fosse per lui non me lo farebbe fare mai. La realtà è che io non mi fido più ed ho contattato un medico mio cocoscente che rientra lunedì dalle ferie e che mi ha detto che analizzerà la situazione e provvederemo al vaccino. Ventilava l'ipotesi di un ciclo completo, ma in realtà abbiamo parlato solo telefonicamente. La realtà è che per sfortuna e stupidità questa cosa è diventata per me un'ossessione. Da ieri sono andato di nuovo in paranoia perchè questa bottiglia di plastica aveva un estremità rotta che mi ha tagliato. Ferita piccola e quasi non sanguinante. Ma di quelle che sembrano almeno all'apparenza profonde, un taglio insomma. Io vorrei affrontare questa cosa del vaccino sereno e anche qualche giorno di vacanza che devo fare la settimana prossima. Ma sono di nuovo in piena paura che questo taglio di ieri possa avermi infettato. Anche io penso che un valore anticorpi così non si elimini in sei giorni. Ma ho folle paura che non ci siano o che si disperdano nel periodo di incubazione. Mi aiuti insomma dottore lei è sempre così gentile e non voglio vivere giorni come quelli trascorsi la scorsa settimana. Grazie infinite

[#44] dopo  
Utente 316XXX

Le aggiungo solo che all'asl non sanno nemmeno dove cercare per lo storico del vaccino e che, senza nemmeno aver visto il taglio bene e incuranti del test, mi hanno detto si faccia nuove immunoglobuline e si tranquillizzi. Io sarei ancora in tempo, ma se è inutile eviterei. Grazie dottore

[#45] dopo  
Dr. Piero Alessandro Casonato

28% attività
0% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Ha pulito e disinfettato adeguatamente la ferita ? se sì lasci perdere ed aspetti di farsi la vaccinazione.
Se non abitasse ad oltre 500 km da dove sto io verrei a fargliela a casa.
Lei dovrebbe essere nato nel '78 , se non erro.
L'antitetanica è obbligatoria dal 1963 .
Per molti anni successivi i genitori venivano letteralmente inseguiti dal ssn e finanche denunciati se non facevano vaccinare i figli.
Quindi, in condizioni normali, lei ha ricevuto il ciclo vaccinale completo.
Un ciclo completo lo si fa in un anno. Lei, intanto , faccia un richiamo , poi, con calma, tra qualche mese, rifarà una nuova titolazione anticorpale.
Non creda che le immunoglobuline siano prive di rischi come l'acqua fresca. Il loro uso come già detto, comporta dei rischi.
Io non le farei, però mi vaccinerei .
cordiali saluti.
Dr. piero alessandro casonato

[#46] dopo  
Utente 316XXX

Dottore se vuole vengo io a a 500 Km.....Sul vaccino non ho dubbio. Io aspetto il medico e faccio il richiamo. Sono convinto così. A me ciò che scatena l'ossessione è il pressapochismo di alcune risposte di medici interpellati (tipo il tetano non esiste più). Io non sono medico, ma alcune cose di base le so. Lei mi tranquillizza perchè mi dà sempre delle risposte scientifiche, circostanziate, di alta competenza. Mi conferma dottore che sulla ferita di ieri gli anticorpi rilevati il 22 agosto mi danno protezione ancora? E' chiaro che cercherò di non ferirmi più fino al vaccino. Ma ho bisogno di togliermi questa ansia pazzesca e, non potendole far vedere il taglio, solo la rassicurazione di una protezione anticorpale può rasserenarmi. La ringrazio e la prego di rispondermi al più presto

[#47] dopo  
Dr. Piero Alessandro Casonato

28% attività
0% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Il tetano non è scomparso, l'incidenza, cioè i nuovi casi annui, si sono molto ridotti proprio per le misure di prevenzione esistenti :vaccinazione , immunoglobuline, valida disinfezione delle ferite.
Così siamo passati, nel corso del tempo, dai circa 1000 casi annui ad una settantina attuali.
Con i valori anticorpali presenti al giorno 22 agosto sicuramente non deve preoccuparsi.
Dr. piero alessandro casonato

[#48] dopo  
Utente 316XXX

Grazie mille dottore. Domani rifarò l'anticorporale e sabato ritirerò i risultati. In caso i valori non dovessero rilevare una copertura anticorpale, posso rifare l'immonoglobulina (quindi a circa 72 ore dalla ferita)?
Le Sue risposte sono state esaurienti ma questo sarebbe un paracadute psicologico che mi consentirebbe di stare sereno.

[#49] dopo  
Utente 316XXX

Mi scusi dottore, mi rendo conto che le mie sono paranoie. Se ha detto che sono coperto vuol dire che lo sono.

[#50] dopo  
Utente 316XXX

Salve Dottore, secondo lei fare il test anticorpi ha senso? E per pura mia informazione, visto che i pareri sono così discordanti, ha senso fare un'iniezione di immunoglobulina a 72 ore dalla ferita? O è una cosa inutile. Mi scusi per il disturbo

[#51] dopo  
Utente 316XXX

La prego dottore di rispondermi se ha cinque minuti. Per me è molto importante. Cercherò di non disturbarla oltre. Grazie

[#52] dopo  
Utente 316XXX

Gent.mo dottore, spero sia in linea e mi possa rispondere. Credo che una risposta posso darmela solo lei. Sono nel panico più totale. Ho rifatto il test anticorpi e sembrano due analisi diverse. Le riassumo con le cose che leggo sui referti:

Referto 1: data prelievo 22/08/2013
Esami richiesti: Anticorpi antitetano
Risultati : 21,46 * UI/ml
Valori di riferimento: presenti magg. 11

Referto 2: data prelievo 29/08/2013
Esame: Ab - Tetano IgG (met. immunoenzimatico)
Risultati: 0,40 UI/ml
Valori di riferimento: minore 0,1 si racc. vaccinazione / 0,1 - 0,5 si racc. richiamo controllo dopo 6 mesi / 0,5 - 1,0 protezione controllo dopo 2 anni / maggiore di 1,0 protez. a lungo termine controllo dopo 5 anni.

Sembrano due esami completamente diversi che rilevano cose diverse. Il secondo è più conforme alle analisi che si fanno di solito per verificare il titolo. Purtroppo i laboratori saranno chiusi fino a lunedì e non posso chiedere spiegazione. Lei oramai conosce le mie paure, e appurato che la sett. prox farò il richiamo, non riesco a tranquillizzarmi sul taglio di mercoledì 28 agosto e capire se avevo ancora copertura delle immunoglobuline oppure no. Sarei ancora nelle 72 ore per farne un'latra che mi tranquillizzi. Io credo siano analisi diverse perchè mi sembra assurdo che il valore scenda da 21,46 a 0,40 in sei giorni. Forse la prima analisi faceva una ricerca di anticorpi diversa? La prego dottore mi risponda quanto prima





[#53] dopo  
Utente 316XXX

Salve dottore, ho fatto una ricerca e sui risultati del test con meteodo immunoenzimatico (il primo non so che test è) parla di 0,1 - 0,50 come protezione a breve termine, si raccomanda richiamo. Quindi considerata la protezione a breve termine posso star tranquillo per la ferita di mercoledì scorso?. E' l'ultima volta che mi trovo in questa situazione perche martedì farò il richiamo (richiamo appunto, non ciclo completo). Può rassicurarmi? Il valore di 0,40 anche se fosse influenzato da ev. presenza di immunoglobuline ancora presenti mi garantisce comunque una rassicurazione?
Grazie mille dottore