Utente cancellato
Buona sera, sono Marco da Firenze vorrei sottoporre la sua attenzione su un mio stato di malessere fisico e psicologico non indifferente .
Inizio dicendole che 4 settimane fa ho avuto un mal di gola e tosse, il mio medico di base mi ha prescritto l'antibiotico VECLAM e altre pastiglie per la gola. Dopo pochi giorni sono partito per gli Stati Uniti e una sera in cui non ero molto in me ho avuto il mio primo "rapporto" occasionale con un ragazzo di colore. Rapporto di sola masturbazione del proprio genitale e masturbazione reciproca del genitale del altro, con baci cosi detti alla "francese". Non più di due. Io ho eiaculato, lui invece nel momento che stavo andando via stava terminando la proprio masturbazione che non era ancora giunta al "termine". Mentre nei baci non mi sembra ci fosse sangue. Successivamente già il giorno dopo il mal di gola e la tosse che erano nel frettempo dimunuiti sono tornati e dopo tre giorni dal "rapporto" mi si sono gonfiati i linfonodi nel linguine e sulla gola. Dopo 4 giorni dal "Rapporto" sono andato quindi in una clinica americana per un controllo di questi sintomi dove mi hanno fatto gli esami del sangue per HIV e Mononucleosi. I risultati ovviamente sono stati negativi. Dopo qualche giorno precisamente 9 giorni dal rapporto sono tornato in clinica e mi hanno rivisitato e i linfonodi sembravano un pò sgonfiati e la tosse e il mal di gola erano passati, ma mi hanno fatto un ulteriore prelievo più specifico per la Mono, risultato negativo. A tre settimane ormai dal rapporto a rischi ho ancora i linfonodi inguinali, sul collo e sulla parte posteriore della nuca e anche quelli ascellari leggermente,mal di testa, un senso di stanchezza, un peso nella zona della milza e del fegato e come una affaticamento nella zona del petto (quest'utimi probabilmente dovuti alla terribile ansia che ho, non so) e tre piccole afte all'interno della bocca, ma niente febbre o mancanza di appetito, mal di gola o tosse, dissenteria o vomito.
Sta di fatto che se il rapporto da me descritto non è a rischio HIV e il test del sangue mononucleosi a 4 e a 9 giorni dal contatto risultano negativi cosa può essere?? Io ormai sono rassegnato che sia HIV, venerdi devo tornare per un ulteriore controllo.. Possibile che il test mononucleosi a 9 giorni dal possibile contagio risulti negativo pur essendoci stato il contagio? Mi consiglia di fare quello del HIV a tre mesi? (cosi mi hanno consigliato in america solo vedendo i miei sinotomi e non sapendo che possibili rapporti a rischio ho avuto) Vi prego ho solo 20 anni e sono in america in college per 13 mesi, oltre allo stress della lingua del ambiente nuovo e del cambio di clima molto caldo in cui sono, ho anche questo stato di depressione stress preocupazzione e rassegnazione che ormai la mia vita sia definita con HIV. Vi prego ho bisogno di un sostegno da parte vostra e di sapere effettivamente i rischi che corro qualunque sia la verità. La ringrazio con tutto il cuore attendo sua risposta!!

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

ho già risposto alle sue domande nel consulto
https://www.medicitalia.it/02it/consulto.asp?idpost=105354

Cordiali saluti
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it