Utente cancellato
salve,
volevo chiederle urgentemente in uno stato di agitazione se i sintomi che presento possono trattarsi di HIV.
verso la metà di Agosto ho avuto un rapporto sessuale con una prostituta, e un mese prima quindi Luglio con un'altra.Il rapporto è stato dapprima orale e poi vaginale con preservativo.Fino a qui non ci sono problemi.Il mio stato di agitazione deriva dal fatto che io in un rapporto non so se il preservativo era forato(anche microforatura) e nell'altro quello ultimo di agosto non so se era inserito bene perchè sembrava che calzasse un pò largo e in più in fase di eiaculazione, l'estrazione del pene non è avvenuta subito.Le mie paure quindi si aggirano al fatto che possa aver contratto il virus HIV.Il 30 gennaio 2010, in seguito a miei personali dubbi visto che ero affetto in quel periodo da herpes zoster, ho effettuato il test HIV ab(?) ed è risultato negativo a distanza di ben 5 mesi.Nell'ultimo mese mi è stato riscontrato una linfoadenopatia generalizzata ma in fase(adesso) di regressione e ho febbriciattola con punta serale ai 37.2 che tende a calare negli altri periodi del giorno.potrebbe essere il sintomo da infezione da HIV?
Saluti e grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Stia tranquillo , non c'entra nulla HIV. I rapporti erano protetti ed il test fatto è definitivo, per cui non ha corso alcun rischio
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
154442

dal 2014
La ringrazio Dottore, intanto il mio medico curante, per l'astenia e febbricola a 37 nelle ore serali, mi ha fatto fare delle analisi per vedere se avevo contratto infezioni del tipo mononucleosi, citomegalovirus e epatiti A, B e C.

Sono risultato positivo alle EBV(EBNA) igg 526,00 U/ml con parametri di riferimento (negativo <20.00); sono risultato positivo alle EBV VCA igG 62,70 U/ml con parametri(negativo <20) mentre alle EBV EA igG negativo e alle EBV VCA igM negativo.inoltre agli anticorpi CMV igg positivo 0,53 IU/ml con valori di parametro <0,4 negativo; 0,4-0,6 dubbio e >=0,6 positivo.Inoltre, anche l'emocromo e formula con formula leucocitaria: neutrofili 44,4 (40,0-74,0);eosinofili 1,80 (fino a 7);basofili 0,20 (fino a 1.5); linfociti 48,5 (19,0-48); monociti 5,1 (3,4 -10,0); neutrofili in valore assoluto 2,20 (1,90-8);eosinofili valore assoluto 0,09 (fino a 0,80); basofili valore assoluto 0,01 ( fino a 0.20); linfociti valore assoluto 2,40 ( 0,90- 4,00);monocito valore assoluto 0,25 (0,16-1,00).

Le devo anche dire che nei mesi di ottobre e novembre rispettivamente da due prostitute diverse ho ricevuto una fellatio protetta ma in quella di ottobre sentivo particolarmente fastidio al glande come se mi grattasse coi denti...(scusi) e non vorrei che da soggetto che potrebbe essere a rischio, provocando forse grattando delle abrasioni nel preservativo fosse passato il virus.il test l'ho fatto come le avevo detto nel consulto precedentemente il 30 Gennaio.Siccome esistono, anche se i rischi sono bassissimi, che il virus si possa trasmettere anche ricevendo una fellatio vorrei sapere come mi devo comportare.
Oggi alla visita del mio medico curante, non ho linfonodi sotto le ascelle e ne all'inguine qualcuno piccolo alla cervicale però persiste la febbre a 37 nelle ore centrali(più importanti) della giornata.
ho il terrore che possa essermi sieroconvertito.
la ringrazio della pazienza e della cortesia postami ancora

saluti

[#3] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Le posso soltanto dire di stare tranquillo, i rapporti erano protetti, il test negativo, non ha corso rischi. Non esiste la microforatura del preservativo , o si rompe e si vede o non si rompe, tutto quì.
Un saluto

A. Baraldi

[#4] dopo  
154442

dal 2014
La ringrazio nuovamente pertanto le volevo chiedere cortesemente riguardo alla mia situazione reale.Io ora ho forte astenia, sono molto stanco e per riprendermi devo dormire o sdraiarmi sul letto e in questi casi ho febbre a 37.2 anche 37.3 però quando mi riposo mi scende a 36.9.E' possibile che io non ho avuto lo zoster a gennaio ma abbia avuto una mononucleosi o citomegalovirus (dato che sono dubbio) oppure tutti e due ovvero mono e zoster o CMV e zoster? E' normale? devo indagare lo stesso nel caso?
La ringrazio nuovamente.

P.S= in eventualità conosce dei bravi specialisti nella zona di Firenze o Pistoia in infettivologia?

saluti

[#5] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
L'unico modo per sapere se ha avuto CMV o EBV è fare i tests specifici, non c'è altro modo
Un saluto

A. Baraldi

[#6] dopo  
154442

dal 2014
Ho effettuato i test: sono risultato positivo alle EBV EBV(EBNA) igg 526,00 U/ml(con parametri di riferimento (negativo <20.00));
sono risultato positivo alle EBV VCA igG 62,70 U/ml (con parametri(negativo <20))
EBV EA igG negativo
EBV VCA igM negativo.
Inoltre per il citomegalovirus
anticorpi CMV igg positivo 0,53 IU/ml con valori di parametro (<0,4 negativo); (0,4-0,6 dubbio) e (>=0,6 positivo).

Inoltre, anche l'emocromo e formula leucocitaria: neutrofili 44,4 (40,0-74,0)
;eosinofili 1,80 (fino a 7);
basofili 0,20 (fino a 1.5);
linfociti 48,5 (19,0-48);
monociti 5,1 (3,4 -10,0);
neutrofili in valore assoluto 2,20 (1,90-8);
eosinofili valore assoluto 0,09 (fino a 0,80);
basofili valore assoluto 0,01 ( fino a 0.20);
linfociti valore assoluto 2,40 ( 0,90- 4,00);
monociti valore assoluto 0,25 (0,16-1,0
Vorrei sapere come mi devo comportare perchè veramente ,come oggi, sono stanchissimo, e quando lo sono, ho la febbre a 37.3 e devo assolutamente riposarmi con la conseguenza che poi sdraiatomi mi si abbassa la temperatura a 36.9.Inoltre la notte il sonno è senza ristoro, a volte mi capita di avere degli attacchi di panico, almeno sembrano, e non so se derivino dalla debolezza; ho fatica e affanno a respirare; quando vado in bagno l'urina è sempre bianca trasparente trannwe qualche episodio mattiniero di urina normale.
Appunto le ho chiesto se è il caso che mi rivolga ad un infettivologo. la ringrazio della sua attenzione
cordiali saluti

[#7] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Posso dirle che a livello infettivo lei nel suo passato ha avuto sicuramente la mononucleosi e , visto il titolo abbastanza elevato, non molto lontano nel tempo e poi c'è una sitauzione dubbia per il CMV, ma, cmq, non è in atto la malattia perchè le Ig M sono negative. Aggiungo che la convalescenza da mononucleosi si può protrarre nel tempo essendo un po' lunga con presenza anche per lungo tempo di stanchezza e qualche linfonodo gonfio. Per sua tranquillità faccia anche una visita infettivologica .
Un saluto

A. Baraldi

[#8] dopo  
154442

dal 2014
La ringrazio molto dottore della sua professionalità e della sua attenzione.Conosce dei bravi infettivologi nella zona di Pistoia o Firenze? e inoltre, se io mi presento in un reparto all'ospedale di malattie infettive mi possono aiutare? oppure devo andare in un centro MST? in quest'ultimo caso come mi devo muovere?
la ringrazio nuovamente dell'attenzione postami

Cordiali saluti

[#9] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Deve farsi fre una richieta da parte del suo curante per visita infettivologica e presentarsi presso un reparto infettivologico ospedaliero
Un saluto

A. Baraldi

[#10] dopo  
154442

dal 2014
la ringrazio. per ultima cosa una linfoadenopatia in presenza di sieropositività, qualora ci fosse la linfoadenomegalia, essa è molto pronunciata? cioè le ghiandole sono molto grosse??

e poi in presenza di ghiandole palpabili siamo d fronte ad una linfoadenopatia oppure anche se non le sentiamo al tatto vi può essere una linfoadenopatia? spero di essere stato chiaro.la ringrazio ancora dottore.
saluti

[#11] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Spesso la sieropositività non da alcuna manifestazione di se se non con caratteristiche similinfluezali-. Linfoadenopatia significa soltanto ghiandole ingrossate
Un saluto

A. Baraldi