Utente 157XXX
Lo scorso sabato 24/4 ho avuto un rapporto con un ragazzo escort. Consisteva in petting (baci profondi, massaggi, lecc piedi reciproco) e sesso orale attivo e passivo senza eiaculazione non protetto. La mia preoccupazione inizia il giorno successivo 25/4 che inizio ad accusare un po’ di mal di gola con tosse secca e con catarro (una tosse lieve cmq causata più da un prurito in gola che da una tosse persistente vera e propria però percepisco che i bronchi sono un po’ raffreddati) la notte fra il 25 e il 26 sento come caldo..e apro le finestre dell’hotel per poi svegliarmi di notte un po’ sudato e con un po’ di difficoltà a riaddormentarmi. Il giorno successivo lunedi’ 26/4 mi reco ad un corso e poi alle 17.30 in fretta e furia e faceva caldo arrivo in treno con la maglietta sudata, praticamente grondante. Il vagone aveva l’aria condizionata accesa ma non accuso particolare disturbo tipo freddo o via dicendo. Arrivo a casa e vado a dormire. Imi sveglio la mattina dopo il 27/4 sudaticcio, mi vesto e vado in ufficio. Però non mi sento molto bene e la gola resta sempre un po’ dolorante e tossisco di tanto in tanto. Vado a misurarmi la febbre da una mia collega e segna 36,9°. Torno in ufficio e termino la giornata lavorativa per poi prendermi e andare verso le 19.30 in sauna per rilassarmi. Esco e verso le 22 e torno a casa. Il giorno dopo 28/4 mi sembra di essermi svegliato sempre un po’ sudato. Però sul lavoro accuso stanchezza e vado nuovamente a misurarmi la febbre.. questa volta 37,4° e decido di andare a casa. Da li inizio a preoccuparmi un po’ perché avevo letto da qualche parte che l’infezione hiv può dare dei sintomi parainfluenzali appena ci si contagia. Chiamo anche l’escort per dirgli di questa preoccupazione e lui dice che non può essere successo nulla in quanto non abbiamo eiaculato. Lui comunque disse di essere a posto dal punto di vista hiv per aver fatto un test qualche tempo fa risultato negativo. Alla sera vado a letto e dormo qualche ora svegliandomi cca alle 3.00 sudaticcio e comincio a sentirmi un po’ nel panico. E non riesco più a dormire e cerco di fare qualche ricerca in internet sui vari forum…. Arriviamo ad oggi che mi sento ancora stanco (stanchezza tipica da influenza) … e la temperatura segnaper tutta la mattina E FINO AD ORE FLUTTUANTE FRA I 36,8 E I 37,1. Io sinceramente comincio davvero a pensare di avere contratto l’hiv e ne sono terrorizzato.
Cosa posso fare? Sono piuttosto preoccupato

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci

40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VALENZA (AL)
TORTONA (AL)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Salve,
la cosa migliore che può fare è di affidarsi ad un medico nel più vicino centro di malattie infettive. Vedrà che risolverà i suoi problemi e la tranquillizzerà. Potrebbe benissimo avere una sindrome influenzale, anzi, è la cosa più probabile. Purtroppo internet non è un granchè per avere informazioni mediche valide se non si trovano i siti giusti, che sono pochi.
In bocca al lupo e.. ci faccia sapere

Mocci
Luigi Mocci MD

[#2] dopo  
Utente 157XXX

Salve volevo chiedervi un parere sulla seguente analisi del sangue:

Data esame: 13/05/2010 (
EMOCROMO:
Leucociti: 7.240
Eritrociti: 5.360.000
Emoglobina: 16,3 gr/dl
Ematocrito: 46%
Volume globulare medio: 85,8 fl
MCH: 30,4 pg
MCHC: 35,5 g/dl
Piastrine: 362.000
RDW: 13,3%

FORMULA LEUCOCITARIA:
Granulociti Neutrofili: 69,3 %
Linfociti: 21,8 %
Monociti: 5,8 %
Granulociti Eosinofili: 2,8 %
Granulociti Basofili: 0,3 %

VES prima ora: 3 mm
CREATININA: 0,88 mg/dl
COLESTEROLO TOT: 143 mg/dl
ALT-GPT: 34 U.I./l
GGT: 15 U.I./l
EBNA IgG: 3,00 U.A.
A.A: EPSTEIN BARR VCA IgM: 10,00 U.A.


Quello che un po' mi preoccupa è il valore dei linfociti: ho sempre avuto nelle analisi passate valori mai più bassi di 25 %.

Cosa pensate?
Dovrei preoccuparmi?

Io vorrei ripetere l'analisi della formula leucocita fra 2,3 settimane per vedere se diminuiscono ancora i leucociti.



[#3] dopo  
Utente 157XXX

Salve volevo chiedervi un parere sulla seguente analisi del sangue:

Data esame: 13/05/2010 (
EMOCROMO:
Leucociti: 7.240
Eritrociti: 5.360.000
Emoglobina: 16,3 gr/dl
Ematocrito: 46%
Volume globulare medio: 85,8 fl
MCH: 30,4 pg
MCHC: 35,5 g/dl
Piastrine: 362.000
RDW: 13,3%

FORMULA LEUCOCITARIA:
Granulociti Neutrofili: 69,3 %
Linfociti: 21,8 %
Monociti: 5,8 %
Granulociti Eosinofili: 2,8 %
Granulociti Basofili: 0,3 %

VES prima ora: 3 mm
CREATININA: 0,88 mg/dl
COLESTEROLO TOT: 143 mg/dl
ALT-GPT: 34 U.I./l
GGT: 15 U.I./l
EBNA IgG: 3,00 U.A.
A.A: EPSTEIN BARR VCA IgM: 10,00 U.A.


Quello che un po' mi preoccupa è il valore dei linfociti: ho sempre avuto nelle analisi passate valori mai più bassi di 25 %.

Cosa pensate?
Dovrei preoccuparmi?

Io vorrei ripetere l'analisi della formula leucocita fra 2,3 settimane per vedere se diminuiscono ancora i leucociti.



[#4] dopo  
Utente 157XXX

Egregi dottori,

Oltre che un vostro parere sui valori dell'analisi del sangue fatta il 13/05 a 20 gg dal rapporto se si può dire qualcosa sulla possibilità che si sia già attivata una infezione primaria acuta...
.. volevo chiedere anche un parere sulla seguente cosa che mi è successa.
A seguito del mal di gola con dolore alla deglutizione e tosse che persistevano, sono andato 3 gg fa dal ORL per una visita e dopo avermi visitato la gola con la fibra ottica mi ha chiesto come prima cosa se soffro di disturbi gastrici perchè supponeva si trattasse o di una infezione virale (dato che il tampone ha dato risposta nulla) o di un reflusso gastrico. Quindi come prima cosa mi ha dato un antinfiammatorio (OKI).
Il g dopo comincio ad assumerlo 3 volte durante i pasti. La mattina seguente mi sveglio e mi tasto il collo e mi sento 2 linfonodi leggermente ingrossati sulla parte sinistra alla base del collo. Dimensioni 5-7 mm consistenza dura e uno di questi al tatto è leggermente dolorante. Intanto il mal di gola lo sentivo molto meno. Il giorno successivo dall'altre parte del collo sempre allo stesso livello sentivo un linfonodo ingrossato più piccolo in dimensione 4-5 mm non dolorante.
Secondo voi cosa potrebbe essere? Potrebbe dipendere dal mio disturbo alla gola anche se non lo sento praticamente più e la tosse che ogni tanto mi viene o potrei già pensare ai linfonodi da sieroconversione?
Mi sto quasi convincendo della mia sieropositività e la cosa mi turba non poco.
Vi prego dottori datemi un vostro parere in merito.
Grazie mille.

[#5] dopo  
Dr. Luigi Mocci

40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VALENZA (AL)
TORTONA (AL)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Come sa da qui non facciamo diagnosi ne diamo terapie.
Aspetti ciò che deve e faccia il suo test. Così starà finalmente tranquillo.

saluti

Mocci
Luigi Mocci MD

[#6] dopo  
Utente 157XXX

Ho ritirato oggi test HIV 1/2 combo fatto a 40 gg dal rapporto a rischio:

- Per fortuna NEGATIVO. (anche per la sifilide)

Quanto posso stare tranquillo ora? Ossia che probabilità ci sono che possa essere veramente negativo?

Grazie dottori per le risposte che vorrete darmi.