Utente 113XXX
Buongiorno, sono da poco tornato da un viaggio in Senegal di due settimane (dal 19/3 al 2/4). Prima della partenza sono andato al centro di medicina e vaccinazioni internazionali di Roma dove mi hanno prescritto il trattamento antimalarico con Malarone.
Durante la vacanza le prime due pasticche non mi hanno dato problemi. Alla terza (che prendevo di sera dopo cena) al mattino mi sono svegliato con un fortissimo mal di testa, risolto con una tachipirina. Alla quarta sera dopo 3-4 ore dall'assunzione avevo la febbre a 38/39, insonnia, ansia, battito cardiaco accelerato, sensazione di naso chiuso e difficoltà a respirare, in più delle bolle sulla schiena che mi davano prurito. Per stare un po' meglio ho preso un paio di aspirine per cercare di abbassare la febbre. Al mattino era tutto passato anche se ero alquanto spossato. La sera seguente prendo un'altra pasticca dopo cena e prima di uscire comincio già a sentire brividi di freddo.
Leggo il foglietto della scatola e scopro di avere tutti gli effetti collaterali del farmaco. Questa volta mi spavento di meno, ho la febbre ma non prendo niente ed aspetto di addormentarmi. Al mattino sono di nuovo a posto. Decido però di sospendere il malarone perchè non ce la faccio a sopportare un'altra notte così. Infatti dalla sera seguente fortunatamene non ho avuto più problemi. Devo dire che la prima sera della febbre avevo bevuto qualche birra con gli amici, non ci ho pensato più di tanto dato mi era stato detto che non c'era nessuna interazione tra malarone e alcol.

Sono stato punto parecchie volte dalle zanzare, di sera la è pieno nonostante faccia fresco a marzo e sia la stagione secca. Quindi non so se devo preoccuparmi per i prossimi mesi. Ma in futuro come posso comportarmi? faccio a meno della profilassi e porto le medicine in caso di contrazione della malaria? C'è un farmaco alternativo? Mi dispiacerebbe non poter più viaggiare in africa per questo problema.

Grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Lo sò, purtroppo la terapia antimalarica è un po' pesante e non da tutti sopportata bene con parecchi effetti collaterali; però non ci sono altre alternative anche se i nuovi farmaci a base di artemisina dovrebbero essere maggiormente tollerati. Il problema è che non sono ancora in vendita in Italia, per lo meno ad oggi credo non lo siano ancora in vendita
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 113XXX

Se dovessi fare un nuovo viaggio penso proprio di procurarmi questo farmaco a base di artemisina che è poi quello che si usa in tutta africa. Dicono sia in vendita presso la farmacia vaticana.

Non essendo un medico mi rimane però un forte dubbio dato che ho letto da qualche parte che tale farmaco viene usato come terapia in abbinamento al Malarone o Lariam. A quel punto per me non sarebbe certo una soluzione.

Va bene, grazie comunque per la risposta