Utente 533XXX
Gentili medici,
forse è un po' tardi per esporre questo dubbio e la cosa migliore sarebbe fare il test e levarsi il pensiero una volta per tutte.
Tuttavia, prima di affrotarlo, vorrei avere un parere medico che non so a chi altri chiedere.
Nell'estate del 2003 ebbi il mio primo rapporto sessuale (ora ho 27 anni): fu in vacanza, con una persona che in pratica non conoscevo affatto e che non ho più rivisto.
Il rapporto fu quasi interamente protetto; "quasi" perchè nei momenti iniziali (quelli, per itenderci, della primissima penetrazione) il mio partner non indossò il preservativo.
Come ho detto per me si trattava del primo rapprto, quindi ci fu un "trauma fisico" e considerevole perdita di sangue.
Poichè ho letto che il virus è presente anche nel liquido pre-eiaculatorio, ipotizzando (più per paranoia che per ragioni reali) che il mio partner fosse sieropositivo, potrei essere stata infettata in quell'unica occasione? Qual è il mio livello di "rischio"?
Come ho detto all'inizio, è ormai passato del tempo e io mi ritengo (a quanto ne so, sono!) in salute; mi feci questa domanda anche allora, ma poi accantonai la questione. Non ho avuto altri comportamenti nè rapporti potenzialmente a rischio, ma questo fatto è tornato a pesarmi e a togliermi la serenità, anche perchè ho conosciuto una persona con cui spero di poter costruire un rapporto stabile. So che avrò risposta solo dopo aver fatto il test, ma gradirei comunque avere un parere da voi. Anche solo per affrontare la cosa più serenamente. Cordiali saluti e grazie infinite.

[#1] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Il parere è che il rapporto che lei riferisce è a rischio HIV. La numerologia del rischio è del tutto aleatoria e poco utile, esegua il test una sola volta e lo consideri definitivo, se non ha avuto al tri contatti a rischio nel mentre.
Marcello Masala MD
Marcello Masala MD

[#2] dopo  
Utente 533XXX

Grazie della cortese risposta. Seguirò il suo consiglio. Saluti.