Utente 268XXX
Salve,
sono una ragazza di diciannove anni e avrei bisogno di chiarimenti.
Circa due settimane fa mi si sono ingrossati due linfonodi alla base del collo, uno a destra e uno a sinistra. Pur non essendo molto grossi erano visibili ad occhio nudo e all'inizio erano anche un po' dolenti. Ad oggi uno dei due è quasi completamente sparito e l'altro si è molto ridotto, inoltre al tatto non mi fanno più male. Dopo una settimana dalla comparsa di questi due linfonodi (quindi una settimana fa) ho notato che me ne era comparso uno anche all' inguine. Anche in questo caso il linfonodo non è molto grande, seppure di dimensioni maggiori rispetto a quelli sul collo. Anche questo mi faceva male mentre ora ha smesso. Sento anche degli altri piccoli "gonfiori" sempre all'inguine, ma molto piccoli e non dolenti. Ho fatto le analisi del sangue nelle quali sono andata a ricercare dei valori che mi interessavano per la pillola anticoncezionale che assumo da circa un anno e mezzo e a causa del gonfiore dei linfonodi ho ricercato anche la presenza di anticorpi per Mononucleosi, Toxoplasmosi e Citomegalovirus. Dalle analisi è risultato che i miei valori del sangue ( a detta del medico) sono normali, ad eccezione del colesterolo che è alto causa pillola, che infatti tra poco sospenderò. Tuttavia c'è la presenza di un solo ceppo di anticorpi contro il citomegalovirus. Il medico ha quindi detto che ho avuto in passato l'infezione che ora non è attiva.La mia domanda é: è possibile che i linfonodi si siano gonfiati nella "secrezione" di questo anticorpo? o si gonfiano solo se l'infezione è in corso? Sono molto agitata perchè non ho fatto il test per l'hiv. Io sto da due anni con lo stesso ragazzo, con il quale non uso il preservativo da quando prendo la pillola anticoncezionale. Prima du lui non ho mai avuto rapporti sessuali, lui invece ne ha avuti sempre protetti tranne una volta con una ragazza che frequentava, la quale prendeva la pillola anticoncezionale. Io questa ragazza non la conosco, so solo che usciva da una storia molto lunga con lo stesso ragazzo, prima di frequentare il mio fidanzato. Secondo lei è necessario fare il test? Il mio medico ha detto che aspettiamo a vedere se i linfonodi si gonfiano ulteriormente.. Un'altra domanda: in quasto si sgonfiano i linfonodi?

Grazie mille anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettrice,

se l'infezione da Citomegalovirus è "vecchia" e quindi sono aumentati gli anticorpi IgG, il "gonfiore" dei suoi linfonodi non dipende da questo microrganismo ma neppure è il segno di una positività all'HIV.

Senta ora il suo medico di fiducia e, senza initili paure o paranoie, sempre sentendo un suo consiglio diretto, eventualmente faccai tutti i test che lui le indicherà.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 268XXX

Grazie mille per la celere risposta.

Il medico a cui ci siamo rivolti dopo avere eseguito le analisi ha detto di aspettare a vedere se i linfonodi si gonfiano ulteriormente.

Intanto, approfitto per chiederle altre informazioni, dato che leggendo su internet non sono riuscita ad avere risposte chiare.
Innanzitutto volevo sapere se è normale sentire i linfonodi del linguine.. Io sono piuttosto magra quindi se "schiaccio" sento piccole palline anche a sinistra. Poi ne sento due più "allungati", che immagino quindi siano gonfi. Invece per quanto riguarda il collo? Anche lì se schiaccio sento qua e là piccolissime palline, a cui, sinceramente, non ho mai fatto caso prima.
Per quanto riguarda l'Hiv, volevo sapere, dopo quanto dal contagio si gonfiano i linfonodi? Che dimensioni raggiungono?
Se non si tratta di citomegalovirsu, mononucleosi e toxoplasmosi, dato che i miei linfonodi sono gonfi all'inguine e al collo, cosa potrebbe essere?


Grazie mille,
Cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

i linfonodi si possono sentire un pò ovunque ed è bene non focalizzarsi molto su di loro e, quando si hanno dibbi sulla loro presenza, sentire sempre in diretta il proprio medico curante.

Per quanto riguarda invece l'HIV, il "gonfiore" dei linfonodi non è un segno tipico della sua presenza.

Infine, se dovessi ricordarle in quali situazioni si gonfiano i linfonodi del collo e dell'inguine, dovrei scriverle un intero trattato di patologia generale e lei, per capirci qualcosina, dovrebbe almeno fare tutti gli esami dei primi tre anni di un normale corso di medicina e chirurgia.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente 268XXX

La ringrazio dell'attenzione,


Cordiali saluti.