Utente 587XXX
Salve ho contratto la chlamydia trachomatis ,l'escherichia coli e lìenterococcus feacalis nelle urine e nello sperma..ho avuto pure la prostatite per colpa di questi batteri...Ho fatto cicli antibiotici con tetraciclina, azitromicina e poi ciproxin e augmentin per (escherichia coli e enterococcus feacalis)....ho eseguito gli esami PCR ricerca del genoma della chlamydia e non ho capito se ho debellato oppure no la chlamydia..allora dai risultati risulta :- PCR per chlamydia trachomatis sperma NEGATIVA , PCR per chlamydia trachomatis urine dopo mass.prostatico NEGATIVA , Ric. IgA secretorie anti Chlamydia trachomatis sperma POSITIVA...Ho ancora la Chlamydia o no ?????? Alcuni medici mi dicono di si ed altri di no,ma e' possibile avere chiare le idee???Adesso mi hanno prescritto per 2 settimane la Prulifloxacina perche' mi hanno detto che la chlamydia e' presente dalle IgA secretorie(a Firenze), a Bologna mi dicono che vuol dire che sono venuto a contatto ma non ce l'ho piu'...Premetto che dagli esami risulto ancora positivo all' escherichia coli e al enterococcus feacalis sia nello sperma che nell'urina....Dall'antibiogramma hanno un MIC piu' basso(0,25-0,5) MEROPENEM,CEFPODOXIME(per escherichia coli)e CIPROFLOXACINA (per enterococcus feacalis)..Che devo fare??? Che antibiotici pigliare??? Non ci capisco piu' niente...A Bologna risulto negativo a tutti gli esami normali culturali,a Firenze sono positivo..Ho ancora fastidio alla prostata e lungo l'uretra e al punta del pene..Qualcosa avrò sicuramente,ma con cosa devo combatterlo???? Mi consigliate per cortesia???

[#1] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente il problema nel suo caso non sono di certo il tipo di batteri, che sono sensibili a numerosi antibiotici ma la localizzazione del disturbo. Un territorio come la prostata è infatti off-limits per gli antibiotici idrosolubili(penicilline e cefalosporine ) ed è raggiunto solo da antibiotici liposolubili(tetracicline, sulfamidici, fluorochinolonici). Inoltre una localizzazione prostatica di un agente infettivo richiede sei/otto settimane di terapia continuativa. Detto questo la flora microbica che lei riferisce mi sembra un pò ampia e potrebbe essere legata ad una contaminazione, cosa che nella raccolta del seme è praticamente la regola. La raccolta del seme deve essere fatta dopo lavaggio accurato di mani e glande con molto sapone e acqua corrente, cercando di urinare tantissimo prima della masturbazione per la raccolta. Personalmente suggerisco una masturbazione in due volte, ripetendo operazione di lavaggio e minzione dopo la prima parte. La seconda grande problematica è che lei deve combattere sia un germe intracellulare come la clamidia sia dei comuni batteri come gli enterococchi, cioè sottoporsi a strategie antibiotiche un pò differenti. In conclusione nel suo caso vedrei utile una terapia di almeno quattro settimane o con tetracicline o con fluorochinolonici(con tutte le raccomandazioni del caso cioè non prendere sole e non fare sports se usa i fluorochinolonici). Si faccia seguire in tutto il percorso da un collega esperto. Trascuri le IgA poichè tanto deve sottoporsi ad una terapia lunga che ha garanzie assolute di riuscita.
Marcello Masala MD

[#2] dopo  
Utente 587XXX

Grazie mille per la sua risposta mi sembra un medico molto preparato in materia..Delle infiltrazioni intraprostatiche che ne pensa??? Non potrebbe essere la soluzione radicale al problema ??? le posso inviare le mie analisi via fax così mi sa interpretare gli antibiotici ed eventualmente una strategia antibiotica idonea??? Mi farebbe una cortesia giusto per aver piu' opinioni in merito e confrontare le terapie consigliate....Ma e' possibile ho fatto 30 giorni di ciproxin 750 2 volte al giorno e non ho ancora eliminato questo enterococcus e l'escherichia coli..Mi sembra un incubo senza fine..inoltre mi si spela continuamente il glande ed e' piu' sensibile...perdo la pelle e si riforma e di nuovo così sempre...un incubo da 6 mesi..

[#3] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente il problema della disepitelizzazione del glande può anche essere legato alla terapia antibiotica, di per se il chinolonico provoca delle mucositi, vi può essere un'infezione fungina, la cosa migliore è un'attenta valutazione del dermatologo. Per il resto mi invii pure gli esami via mail o via fax 0623328770.
Marcello Masala MD

[#4] dopo  
Utente 587XXX

la ringrazio dott.Masala infinitamente per l'interesse e la disponibilità,mi da gioia e coraggio perchè in questi mesi mi sono sentito abbandonato clinicamente e se non era per soldi nessuno ti dava informazioni..Da gennaio ad oggi ho speso una cifra esorbitante tra urologi,visite ospedaliere,infettivologia,ed esami culturali..Posso dire con certezza che qui a Bologna sono incompetenti e ti dicono che è un problema psicologico..Grazie le invio domani il fax ..Grazie grazie di cuore..Davide

[#5] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
carissimo,
valuti anche la necessita' di una valutazione specialistica oculistica.
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333

[#6] dopo  
Utente 587XXX

Cosa ne pensate delle infiltrazioni intraprostatiche???? io attualmente dopo gli ultimi esami colturali fatti a fine maggio..ho preso la prulifloxacina per 20 giorni, dopo ho continuato e sto ancora continuando con dei probiotici per l'intestino...e' vero che i probiotici aiutano ad ammazzare i germi????? adesso sto un po' meglio e risulta che non ho piu' l'enterococcus feacalis...I formicolii che sentivo prima si sono sedati....ho ancora sta ESCHERICHIA COLI maledetta, ma e' possibile debellarla o ci si deve morire??? la cosa che non capisco che dei giorni sto benissimo senza sentire formicolii, e amgari il giorno dopo sento questo formicolio da dietro i testicoli e dopo mi pizzica il glande sulla punta,quel pizzicore fastidioso e perdura ed urino di piu'...ho avuto la prostatite in gennaio,ho 2 microcalcificazioni periuretrali..Se fosse nella prostata l'escherichia non dovrei sentire del male o una infiammazione???? i a livello prostatico sto bene adesso,allora sto formicolio tra ano e testicoli, da dove provengonos ti germi??? se facessi delle infiltrazioni intraprostatiche di antibiotico a cui e' sensibile il germe ???? e' rischioso farle??? chi sa rispondermi???qualcuno ha avuto esperienze in merito da potermi consigliare????grazie

[#7] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Non ho esperienza sulle infiltrazioni prostatiche. Le consiglio di proporre la domanda agli urologi.
Marcello Masala MD

[#8] dopo  
Utente 587XXX

grazie dott.masala lei e' sempre presente e mi aiuta psicologicamente...volevo chiederle il mio urologo mi ha appena detto oggi di prendere NEOFURADANTIN 100 mg per 10 gg 2 volte al dì + FLUIMUCIL MUC. BUSTINE 100 MG per l'escherichia coli..lei che ne dice???? il mio medico curante dice che non e' neppure un antibiotico ed e' di vecchia data...sta escherichia coli e'resistente..prima era sensibile alla ciprofloxacina e dopo un mese di assunzione del farmaco si e' abituata!! se fosse nella prostata sentirei male no??? io ho 2 microcalcificazioni periuretrali...e sento un formicolio tra ano e testicoli...a volte per alcuni giorni non sento niente e sto benissimo..come fanno a sedarsi sti batteri e poi riaprtire a formicolarmi dentro???dove stanno se non ho male evidente alla prostata,come in gennaio???che antibiotico mi consiglia e per quanto??

[#9] dopo  
Utente 587XXX

A me il principio delle infiltrazioni prostatiche mi sembra piu' che convincente..Buttare dell'antibiotico direttamente dentro la prostata sembra piu' diretto ed efficace per sterminare germi in questo organo che e' piccolo come una castagna,ma che tutti dicono sia off-limits e immenso da raggiungere....A me pare strano che nel 2008 non si sappia dare grandi risposte e terapie idonee a chi ha la prostatite....per le infiltrazioni nessuno sa niente,ma bisogna fare il passaparola e passarsi le informazioni in questo mondo per migliorarsi...Quasi quasi me la faccio togliere sta prostata maledetta e così elimino il problema alla radice....

[#10] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente la prescrizione della specialità da lei citata mi sembra a dir poco ridicola. La nitrofurantoina è un disinfettante urinario del tempo del diluvio universale, nella sua situazione non ha alcun senso prescriverlo. Sul da farsi ci siamo confrontati più volte.
Marcello Masala MD

[#11] dopo  
Utente 587XXX

Grazie dott. Masala lei è il migliore almeno per quanto riguarda l'interesse e la gentilezza e per non aprlare dell'umanità...perlomeno non mi sento abbandonato con lei che mi replica e risponde tempestivamente e con logica..Grazie grazie Marcello lei è un angelo....Oggi sono stato da un altro urologo nel modenese e mi ha prescritto una terapia tosta e speriamo sia la volta buona..altrimenti me la faccio tagliare sta prostata che comincio ad odiare....Voglio e pretendo di stare bene senza nessun germe a costo di rimetterci al prostata o la vita non mi interessa più niente..A mali estremi ,estremi rimedi...Sono stanco stanco di spendere soldi inghiottire centinaia di medicine e fare esami ed attendere il risultato per settimane con ansia..Sono disposto a tutto ad estirpare il male alla radice ma basta con sti batteri,basta!!!!

[#12] dopo  
Utente 587XXX

Volevo chiederle che ne pensa di una terapia antibiotica per via INTRAMUSCOLARE nei glutei???? e' efficace ugualmente?????? Mi hanno appena prescritto oggi ROCEFIN 1 gr. 1 fiala per 6 giorni intramuscolare,GENTALIN 80 mg. 1 fiala per 3 giorni intramuscolare, e AUGMENTIN 1 gr. 2 volte al dì per 10 giorni...Nel frattempo prendere il PERMIXON 1 volta al dì per un mese , ACIDIF 1 al dì per 3 mesi ENTEROGERMINA 2 fiale al dì per 2 mesi... che ne pensa della terapia??? gli antibiotici prescritti sono satti analizzati dall'antibiogramma degli esami che ho inviato pure a lei dott.Masala (via fax)..dai chinolonici risulta una resistenza per l'escherichia coli...L'enterococcus risulta saprito per ora con i 20 giorni gia' fatti di PRULIFLOXACINA UNIDROX 600mg.. Speriamo in meglio....Grazie Dott. Masala per dedicare il suo tempo ad ascoltarmi..Grazie grazie grazie di tutto cuore ,mi sono affezionato a lei...

[#13] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente, non credo molto utile dare ancora pareri su terapie che altri prescrivono avendola visitata. Infatti non vorrei generare in lei ulteriore confusione e ansia. Fatto salvo il caso della nitrofurantoina che ovviamente andava commentato, in questo caso la prescrizione è molto corretta dal punto di vista farmacodinamico un po' meno dal punto di vista farmacocinetico. Per dirla in breve gli antibiotici vanno bene su quei batteri ma non entrano nella prostata. Mi sembra di capire che il suo curante si sia focalizzato sul fatto infiammatorio cronico da cui la prostata è colpita. Quest'ultimo aspetto lo trovo molto condivisibile.
Marcello Masala MD

[#14] dopo  
Utente 587XXX

capisco il fatto del farmacodinamico e farmaco cinetico..ma se dall'antibiogramma gli antibiotici piu' sensibili sono quelli ed i chinolonici oppongono una certa resistenza,che devo prendere allora???? io con sta prostata non capisco piu' niente ma non si fa prima a levarsela porca miseria????

[#15] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Segua i consigli di un singolo curante.
Marcello Masala MD

[#16] dopo  
Utente 587XXX

Volevo chiedere un altro consulto ,ho un dubbio....se la mia compagna nelle analisi delle urine ha presente l'escherichia coli e l'enterococcus faecalis con tanto di antibiogramma,deve curarsi con antibiotici oppure no,se non presenta alcuna sintomatologia???? Inoltre volevo chiedere in caso di rapporti sessuali non protetti questi germi possono passare dalla donna all'uomo ed in seguito dall'uretra colpire la prostata????? sono i germi trasmissibili sessualmente (l'escherichia coli e l'enterococcus facalis)??????

[#17] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Nel caso dei germi citati che possono comunemente abitare perineo e zona perianale non ci si cinsidera a rischio un fenomeno ping-pong. Inoltre la presenza di quesi germi nelle urine reale, e non da contaminanti, rappresenterebbe una grave infezione ed andrebbe quindi curata seriamente.
Marcello Masala MD