Utente 328XXX
Salve, premetto che una partner fissa ma due settimane fa ho avuto un incontro con un ragazzo che mi dice di essere sano (ultimi esami a settembre) e soggetto a esami di verifica ogni tre mesi perche' donatore di sangue. Io ho fatto gli esami un anno fa e da allora non ho avuto piu' rapporti, per paura delle malattie.
L'incontro si e' limitato al fatto che ho appoggiato le mie labbra per 2 secondi sul suo glande e che lui mi ha infilato per pochi secondi un dito nel mio ano.
I miei dubbi sono:
1) visto che io avevo un inizio di afta in bocca, se lui fosse in fase di infezione acuta, l'eventuale contatto di liquido prespermatico con la mia bocca (considerando la presenza dell'afta) potrebbe comportare rischio contagio HIV?
2) se lui avesse avuto qualche taglietto sul dito e se lui fosse in fase di infezione acuta, l'eventuale contatto con microlesioni nel mio ano potrebbe comportare rischio contagio HIV?
Premetto che sono molto spaventato e vedo ogni possibile sintomo (ad oggi limitato ad una scarica di diarrea probabilmente per aver mangiato del pesce non freschissimo) come una evidenza di sieroconversione.
Vorrei sapere se oggettivamente ho rischiato e se devo fare il test o se semplicemente devo smetterla di avere fobie e sensi di colpa.
Grazie e saluti
Edo

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

rischio HIV per la metodica descritta non ce ne sono in linea generale; ovviamente permangono ulteriori rischi generici per altre MST non HIV.

cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it