Utente 326XXX
Buongiorno,

Scrivo per un consulto in quanto sono ancora molto in ansia ed angosciato dopo un rapporto sessuale non protetto.
Il rapporto è stato orale sia passivo che attivo con donna di cui non conosco lo stato di salute (fellatio ricevuta, cunnilingus fatto, baci profondi, masturbazione reciproca).

Ho fatto i seguenti test:

HIV di quarta genereazione: dopo 7,36,45,100,120 giorni, tutti negativi

Sifilide: dopo 7, 45 e dopo 100 giorni (negativi)

Chlimidia (tramite esame urine): dopo 7 e dopo 100 giorni: negativi

EpatiteC: dopo 120 giorni, negativo
EpatiteB: Sono avvcinato


Dovrei tranquillizzarmi, ma da ormai 3 mesi circa (quindi a partire da un mese dopo del rapporto) che continuo ad avere linfonodi dolenti un po ovunque,e soprattutto nella zona inguinale...

Dottori, cosa puo essere?
io penso che i test fatti possono ritenersi definitivi, correggetemi se sbaglio.
ma penso che qualcosa mi sono beccato, perche non ho mai avuto questi disturbi e sono cominciati propio dopo un mese dal rapporto...

adesso a 4 mesi e mezzo circa, che altri test dovrei fare per capire la causa di questi fastidi (CMV, EBV o altro)?
devo rifare il test hiv?


grazie

[#1] dopo  
Dr. Piero Alessandro Casonato

28% attività
0% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
I test che lei ha fatto sono tutti negativi . Quindi per quelle malattie non deve più preoccuparsi.
Gli esami del sangue sono tutti normali?
I linfonodi sono veramente ingranditi e palpabili?
Sono induriti o di consistenza morbida ?
Di malattie a trasmissione sessuale ne esistono tante oltre a quelle da lei citate.
Mi sembra ,però , che sia passato parecchio tempo.
Secondo me l'unico modo , attualmente , per cercare di capirci qualche cosa,in assenza di ben precise manifestazioni, è mediante analisi emato chimiche , specifiche ed aspecifiche.

Provi a consultare il suo medico di fiducia e gli esponga il problema.

Cordiali Saluti.
Dr. piero alessandro casonato

[#2] dopo  
Utente 326XXX

Buongiorno Dottore e grazie per la sua risposta.

Purtroppo una stupidata fatta mi ha portato a questa brutta situazione e purtroppo non ne ho parlato col mio medico in quanto medico di famiglia. Ad ogni modo ho degli aggiornamenti.

Ricapitolando tutti gli esami sopra citati sono stati fatti a 120 giorni appunto (hiv, sifilide, epatite C, claimidia, gonorrea, urinocoltura…)

Il problema era che dopo un mese dal rapporto appunto ho avuto questi malesseri.
E soprattutto i linfonodi… che non erano ne ingranditi ne palpabili…. Ma semplicemente dolorosi.
Fastidio sotto le ascelle e al collo da ambo le parti durato 3 settimane circa, e soprattutto fastidio/dolore inguinale da ambo le parti per 3 mesi circa, alcuni giorni o momenti in modo più intenso, altri un pò meno… ma comunque sempre presenti…

Non le dissi prima che dopo 70 giorni dal rapporto feci emocromo e urina completo:
Esame urina tutto ok
Emocromo: tutto ok, univo valore fuori dal range erano i linfociti, ma risultava davvero appena sotto il range.

Ad oggi (quasi 5 mesi) sono svaniti quasi totalmente tutti i dolori/fastidi ai linfonodi e mi sento molto molto meglio

Pero dopo 135 giorni in quanto preoccupato da questo malessere, feci anche ulteriori test con questi risultati:

Epatite A: Negativo
HSVI e HSVII: anticorpi tutti negativi

CMV IgG – presenti
CMV IgM – assenti
(suppongo si tratta quindi di infezione pregressa)

EBV VCA IgG – presenti
EBV VCA IgM – assenti
EBV EA – assenti
EBV EBNA – debolmente presenti

Ora mi chiedo in merito al virus EBV, da quanto ho capito gli anticorpi ebna compaiono quando la malattia finisce e poi rimangono positivi.
Poichè nel test sono risultati debolmente presenti, è possibile che i miei malesseri erano dovuti a questo virus?

Inoltre, pensa che sia inopportuno ripetere il test HIV a 180 giorni dopo l’ultimo fatto a 120 giorni?
Sinceramente ho ancora tanta paura che il test HIV possa diventare positivo!!!

Aggiungo che ho 34 anni e sono sempre stato in ottima salute, non bevo non fumo, faccio una vita molto regolare e quello è stato l’unico rapporto sessuale a rischio negli ultimi 10 anni.

Dottore, attendo con ansia un suo ulteriore consiglio, parere.

Nel mentre la ringrazio davvero tanto

[#3] dopo  
Dr. Piero Alessandro Casonato

28% attività
0% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
per sua personale tranquillità ripeta pure l'hiv.

I disturbi da lei riferiti potrebbero anche essere attribuiti alle pregresse infezioni da lei citate.

Il citomegalovirus resta comunque nostro ospite ed anche l'ebv può dare manifestazioni simili.

io penserei a quelli come causa di poliadenopatia.

cordiali saluti
Dr. piero alessandro casonato

[#4] dopo  
Utente 326XXX

grazie ancora dottore,

mi auguro davvero che tutti i sintomi erano dovuti ad EBV oppure CMV e non ad HIV.

Rifarò il test HIV a 180 giorni, ci sono possibilità che diventi postivo dopo quello fatto negativo a 120 giorni?

So che linee guide danno per definitvo il test a 90 giorni, ma so anche che alcuni ancora consigliano di rifarlo a 180 giorni... e quasta cosa sommata ai sintomi avuti mi fa davvero molto paura.

Grazie ancora

[#5] dopo  
Utente 326XXX

Buongiorno Dottore,

Ho fatto un nuvo test HIV a 5 mesi (148 giorni per l'esattezza). Negativo per fortuna...

spero che a questo punto, tutto sia dovuto a CMV oppure EBV.

pensa che dovrei fare qualche altro test?

grazie

[#6] dopo  
Dr. Piero Alessandro Casonato

28% attività
0% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Io non starei a stressarmi oltre, altrimenti non finisce più di fare accertamenti.
cordiali saluti.
Dr. piero alessandro casonato