Utente 389XXX
Ho avuto rapporti omosessuali di sola masturbazione reciproca con alcuni escort tre anni fa. Feci il test hiv e sifilide (negativi) ma rimase "fuori" dai test l'ultimo escort, in quanto non era passato ancora un mese. Adesso ho rifatto il test hiv, di nuovo negativo, ma ho dimenticato di ripetere quello per la sifilide. Ho paura di avere una sifilide al terzo stadio perché ho nausea da giorni, mi sento le gambe deboli e le spalle tese. Inoltre mi scoppiano i capillari qua e là. Quell'ultimo escort con cui ero stato aveva delle macchioline rosse sul petto, sotto il pelo. Disse tipo che era eccesso di testosterone. Boh... E se fosse stata sifilide allo stadio secondario? Poi mi sono ricordato di aver avuto in passato quello che sembrava un brufolo sul pene, anche se non so bene collocarlo nel tempo. Tuttavia mi sembra che guarì pochi giorni dopo averlo spremuto. E se fosse stato il sifiloma? Non ricordo però di aver mai avuto alcun sintomo della fase secondaria. Ora mi chiedo: può la sifilide passare inosservata? Potrei aver avuto il sifiloma nel retto, visto che ci introdusse le sue dita che avrebbero potuto essere entrate in contatto prima coi suoi genitali? Quelli che ho possono essere i sintomi di una fase terziaria. Scusate per il tono un po' ansiogeno del messaggio email e grazie infinite per il vostro preziosissimo servizio.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signore,
Fare dietrologia non serve a nulla.
Faccia la VDRL E il TPHA e verifichi se ha il treponema oppure no.
La lue terziaria è pressoché impossibile al momento.
Cordialità.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.