Utente 389XXX
salve a tutti, sono un ragazzo di 28 anni. a gennaio 2015 inizio a frequentarmi con una ragazza di cui non conoscevo lo stato di salute, frequento questa ragazza fino ad inizio aprile. visto che i rapporti sessuali con questa ragazza sono stati tutti NON protetti mi viene il panico e decido di eseguire il test HIV ad inizio maggio: risultato NEGATIVO. verso la metà di giugno mi frequento nuovamente con la stessa ragazza fino al 3 luglio (l'ultimo rapporto con lei l'ho avuto il 3 luglio)... il 26 agosto (54 giorni dopo il mio ultimo rapporto a rischio) mi sveglio con un forte mal di gola e raffreddore (no febbre) che dura tutt'ora dopo 4 giorni... sono un po preoccupato secondo voi questa situazione che vi ho appena illustrato dovrebbe farmi preoccupare per un eventuale trasmissione dell'HIV? grazie anticipatamente

-vi chiedo questo perchè al momento mi trovo all'estero e non posso fare il test (torno tra 10 giorni in italia)

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Caro signore,
a prescindere dalla sua banale rino- faringite, non le pare irrazionale fare il test HIV, trovarlo negativo e poi avere di nuovo rapporti sessuali non protetti?
Se intendete formare una coppia stabile sottoponetevi entrambi al test.
Mi pare la soluzione più razionale. Non trova?
Cordialità
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 389XXX

gentile dottore, innanzitutto la ringrazio per la tempestiva risposta. ovviamente lei ha ragione dicendomi che è irrazionale avere nuovamente rapporti non protetti dopo aver ottenuto un test negativo.il fatto è che fino a pochi giorni fa credevo che il virus si trasmettesse sempre e comunque già dal primo rapporto! quindi avendo un test negativo pensavo che sicuramente la mia partner era negativa! ho scritto questo post dopo aver appreso che in realtà anche se si hanno più rapporti con una persona sieropositiva c'è la possibilità di non contrarre il virus

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
Bene, si è finalmente aggiornato.
In bocca al lupo!!
Cordialità.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.