Utente 428XXX
Salve, sono una ragazza di 20 anni. Lo scorso mese ho avuto dei forti dolori nei pressi della zona pelvica in concomitanza alle ultime gocce di urina. Il dolore si è esteso anche ai reni. Il medico di base mi ha prescritto analisi delle urine, le quali hanno rilevato presenza di cellule e di leucociti. La diagnosi del medico è stata infezioni ai genitali e mi ha prescritto due compresse di Bactrim al giorno, una la mattina e una la sera per 5 giorni; tre cucchiai di solunione shum al giorno per una settimana. Mi ha inoltre consigliato di bere due litri al giorno di acqua Mangiatorella. Questa infezione ha bloccato il ciclo che si è presentato con deboli macchie di colore rosso scuro. Dopo una settimana di cura il ciclo si è sbloccato, procedendo regolarmente. A distanza di un mese, ieri ho accusato gli stessi dolori, si verificano per lo più durante le prime urine e tendono a cessare quando bevo molta acqua. Inoltre il ciclo si sta avvicinando, mancano 6 giorni, potrebbe essere una cosa legata al ciclo? Da circa un mese sono andata a vivere in una casa studenti, siamo quattro studentesse che usano lo stesso bidet e inoltre l'acqua è un po' inquinata, può dipendere da questo? O può dipendere dai rapporti sessuali? Premettendo che ho rapporti sessuali da almeno sei mesi e sono stati sempre protetti, non mi hanno mai causato alcun tipo di problema o fastidio! Inoltre tendo a bere davvero poco, raramente supero un litro di acqua al giorno. Devo preoccuparmi? È necessaria una visita interna ginecologica? Sono un po' giovane e vorrei evitarla. Grazie in anticipo, cordiali saluti.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Cara Signora,
perchè vuole evitare la visita ginecologica solo perchè è giovane?
Proprio la sua è l'età più adatta per verificare che il suo apparato genitale sia normale.
Del resto avendo rapporti sessuali non si pone neppure il problema di un imene integro.

Ciò premesso, le infezioni nelle vie urinarie della donna, per motivi anatomici (uretra breve) sono frequenti.
E spesso insorgono qualche giorno dopo un rapporto sessuale per il massaggio esercitato dall'asta eretta sull'uretra femminile che spinge in vescica i germi.
Io credo che il ciclo non c'entri nulla con la sua cistite recidivata.
Beva almeno due litri di acqua al giorno, frazionatamente, e lunedì prima di qualunque terapia faccia una Urinocoltura con ABG.
Potrà così praticare una terapia mirata e non empirica e soprattutto di durata sufficiente a eradicare completamente il germe in causa.
L'esame standard delle urine non le serve a nulla. Ne parli con il Curante.
Faccia sapere se vuole.

Cordialità,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 428XXX

Salve, ieri sono stata dal medico. Visitandomi ha riscontrato stomaco costipato e dolente al tatto. La sua diagnosi è stata colon infiammato che causa cistite; mi ha prescritto debridat per 10 giorni, due volte al giorno. Inoltre ho effettuato urinocoltura con antibiogramma, attendo i risultati.
Una buona giornata, cordiali saluti.

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
ne prendo atto.
Se vorrà potrà farmi sapere i risultati.

Arrivederci,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.