Utente 120XXX
Salve, 8 mesi fa ho conosciuto la mia ragazza che purtroppo è affetta da virus HPV 35, 45 e 56+ ovviamente ho con lei regolari rapporti sessuali in parte protetti, dico in parte perche' abbiamo rapporti orali non protetti.
Non sapendo nulla di questo virus volevo chiedere molto semplicemente come devo comportarmi nei confronti della mia ragazza? Abbiamo effettuato il pap test che ovviamente è risultato positivo all'hpv. Leggevo che la cura è molto lunga, spesso dura anni e io veramente desidererei eliminare il preservativo ma cio' comporterebbe la sicura trasmissione del virus giusto? Detto ciò cosa posso fare? Devo effettuare anche io un test o devo semplicemente attendere che i suoi anticorpi distruggano il virus? Insomma, scusate la confusione e lo sfogo ma veramente mi vedo di fronte ad un bivio. Grazie

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
Il preservativo non protegge molto dalla trasmissione dell'HPV.
Non capisco a quale cura si riferisca, perchè non c'è nessuna cura per l'HPV attualmente.
Se i rapporti genitali sono a rischio per l'infezione dell'apparato sessuale e per lo sviluppo di cr della portio, i rapporti orali sono a rischio per lo sviluppo di patologie oncologiche della bocca, del faringe e del laringe.
In più i ceppi 35 - 45 - 56 sono considerati a rischio oncogeno alto.
Occorre quindi che la sua partner si sottoponga a visita ginecologica annuale con colposcopia e PAP test, e annualmente anche a visita ORL, eliminando tutti i fattori che favoriscono lo sviluppo di neoplasie oro - faringee, come il fumo di tabacco, l'acol e tutto quanto eserciti una azione irritante sulle mucose in modo cronico.
Oltre ad una attenta osservazione non è dato di fare, allo stato dell'arte.
Buon Anno!
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 120XXX

Grazie Dottore per la risposta ma una cosa non mi è chiara, se non esiste una cura per HPV come può la mia compagnia vivere serenamente? Che io sappia lei sta' facendo tutto ciò che la ginecologa le prescrive ed effettua regolarmente il pap test ogni 6 mesi prende anche dei farmaci che in teoria dovrebbero aiutare ad annientare questo virus. Detto ciò vorrei poter effettuare una visita di coppia con la mia ragazza siamo a Roma grazie per la disponibilità e Buon Anno.

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
la sua ragazza deve procedere con controlli annuali o più ravvicinati che includano una visita ginecologica e un PAP test.
Sarei curioso di conoscere questi farmaci che fanno guarire dall'HPV.
In ogni caso al Policlinico Gemelli c'è una eccellente Unità Operativa di Ginecologia, a cui potrete rivolgervi come coppia, se vorrete.
Buon anno anche a voi.
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
Utente 120XXX

Grazie Dottore, allora mi sembra di capire che la migliore cosa da fare sia quella di andare all'ospedale gemelli e fare un test per vedere se anche io ho contratto l hpv, in caso positivo l unica cosa da fare è continuare ad usare precauzioni fin quando sia io che lei non risultiamo negativi ai test. Giusto?
La ringrazio e le chiedo scusa se insisto ma il nostro progetto era quello di avere un bambino e ciò al momento mi sembra impossibile e ovviamente rischioso.

[#5] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Guardi,
nel maschio l'HPV fa meno danni che nella donna, spesso è clinicamente asintomatico ed evoca una risposta immune neutralizzante.
In più il pene è molto più facile da tenere sotto controllo del complesso apparato genitale femminile.
Io non so se la sua ragazza sia stata trovata positiva ai ceppi citati di HPV facendo la ricerca per screening o perchè abbia delle lesioni del collo del'utero o un PAP test "anomalo".
O dei condilomi dei genitali esterni.
Non è impossibile che anche lei elabori una risposta immunitaria neutralizzante.
La situazione va sicuramente posta all'attenzione di un centro di eccellenza: in tal caso credo che la scelta del Gemelli sia nolto indicata.
Mi tenga aggiornato se vuole.
Buon Anno a Lei e alla sua compagna,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.