Utente 434XXX
Salve egregi dottori,
durante il mese di agosto 2016 (ultima volta 18 agosto), ho avuto dei rapporti non protetti con una partner che conoscevo poco.
Ad 89 giorni dall' ultimo rapporto a rischio (15 novembre), ho effettuato il seguente test:

HIV (Ag P24 - A.A.HIV I-II)
(Met. ECLIA di III GENERAZIONE)
che è risultato NEGATIVO.

Questo tipo di test a praticamente 90 giorni dal rapporto a rischio è da considerare assolutamente attendibile oppure
andrebbe ripetuto a 6 mesi?

Grazie.

P.s.: nelle prime settimane di dicembre, ho avuto nausea, febbre, vomito, diarrea ed in questi giorni dolore sotto un' ascella, oltre a forti dolori tendinei ritornati, ma di cui soffro da un paio di anni.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
a 89 gg dal rapporto a rischio il test HIV che ha eseguito le fornisce un risultato DEFINITIVO.
Quindi lei è definitivamente HIV sieronegativo.

La sintomatologia che riporta potrebbe essere riconducibile ad una forma influenzale. Certamente non all'HIV da cui non è stato intettato.
Saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 434XXX

La ringrazio Dott. Caldarola,
ho sempre tanta stima di lei.
Bun anno e grazie

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
La ringrazio delle Sue parole.
Buon 2017 anche a lei.
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.