Utente 434XXX
Salve dottori,
Scusatemi il disturbo ma sono in una grave crisi di ansia... mi è successa una cosa molto preoccupante e sto davvero nel panico!
Ero a siena in visita e mentre camminavo per strada io e i miei amici abbiamo notato un anziana signora che era caduta su un marcapiede e ferita cercava aiuto. Ci siamk avvicinati e l'abbiamo aiutata a rialzarsi, era molto ferita e aveva sbattuto la testa. Mentre la aiutavamo il suo sangue è finito sul mio pollice della manao. Mi sono sentita di svenire e il panico è iniziato!
Mi sono lavata subito le mani... saranno passati 5 minuti dal momento del contatto, il sangue non era molto. Ho lavato 3 volte col sapone e ho usato poi mezza bottiglietta di amuchina. Nel frattempo il mio ragazzo ha fatto accomodare l'anziana in un bar li vicino...
Mio fratello mi ha urlato di controllare se aveco tagli sul pollice e nemmeno a farlo apposta avevo un piccolissimo taglio che mi ero casusata 3 settimane fa con una noce... molto piccolo si intravede a stento!
Mio fratello dice che posso aver contratto l'epatite o l'HIV o la menigite che c'è in giro e che per tutta la vita me ne pentirò.
Sto piangendo... guarda tu per fare una buona azione che mi doveva succedere! Quanto rischio ho d'aver preso qualcosa? E un altra domanda... il mio ragazzo ha sollevato l' anziana per le spalle e non è venuto a contatto col sangue.. però lui ha le mani con tagli più profondi lui che probabilità ha di aver preso qualcosa?
Aiutatemi vi prego

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018

Salve,
Lei e il suo ragazzo avete fatto un'azione che va portata come esempio e spero che questo post sia letto da molti utenti.
In quanto ai rischi infettivologici lasci stare, non si può vivere in una campana di vetro. E comunque non pensi al taglietto di tre settimane fa!

Cordialità,
Dott. Caldarola.

Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.