Utente 152XXX
Buonasera a tutti,

in seguito a rapporti sessuali non protetti ho effettuato delle analisi per la sifilide e HIV.

L'hiv per fortuna è negativo mentre risulto positivo sia al TPHA che al vdrl.

Di seguito i valori: TPHA: 1:6 e vdrl:1:8

Avrò la prossima settimana la visita con lo specialista, nell'attesa volevo chiedervi se i valori di riferimento sono alti e quale potrebbe essere il lasso temporaneo dal momento del contagio.

Mi spiego meglio con questi valori piu' o meno quando sono stato contagiato? Serve a me per collegare la persona con cui ho avuti rapporti sessuali.

Grazie mille per la vostra disponibilità.

Buon lavoro

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
se i valori sono efettivamente quelli che riporta non è proprio possibile fare una datazione della sua infezione.
I titoli sono bassi ( ma è sicuro di aver ricopiato bene?) e quindi potrebbero indicare anche una infezione molto recente contro la quale non è stata ancora montata una risposta immunitaria completa.
E' necessario procedere con tests di conferma intesi alla ricerca degli anticorpi specifici anti Treponema Pallidum IgM ed IgG quantitativi.
Ma se lei la prossima settimana farà la visita con lo Specialista, sicuramente penserà a tutto lui.
Ci faccia sapere notizie, ve vorrà.
Cordialità,
Dott. Caldarola.

[#2] dopo  
Utente 152XXX

Buongiorno Dottore! Grazie mille intanto per la celere risposta, ho sbagliato nel trascrivere il valore del tpha che è' 1:640 e vdrl 1:8. Si riesce con questi valori a capire quando sono stato contagiato? Grazie mille dottore

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve!
Così sembrerebbe una vecchia infezione mai curata.
Una datazione atta a trovare il colpevole o la colpevole è tuttavia impossibile: se ne faccia una ragione.
Resta inteso che è necessario effettuare gli esami di conferma già indicati e procedere senza alcuna reticenza alla opportuna terapia con benzilpenicillina benzatinica.
Buona giornata,
Dott. Caldarola.

[#4] dopo  
Utente 152XXX

Dottore grazie ancora! Ma io ho dimenticato un particolare forse molto importante. Io 10 anni fa ero già stato infettato e curato! Ma il vdrl da tutte le analisi effettuate nel tempo si era negativizzato. Quindi il valore del tpha so che potrebbe rimanere positivo ma il vdrl a 1:8 che ora è di nuovo positivo che tempi di incubazione ha? La domanda non nasce nemmeno per me ma per le persone con cui sono stato magari per capire e poterle avvisare, capisca la mia difficoltà per questo ci tengo q sapere in base al vdrl quando sono stato infettato. Grazie mille ancora

[#5] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Eh, in effetti lei omette un particolare non secondario.
Intanto va valutato se quella VDRL sia vera o un falso positivo: quindi se non ha avuto ulcere o altre manifestazioni cutanee probative per una reinfezione sifilitica, come minimo deve essere ripetuto insieme ai test specifici.
Calcoli che l'incubazione della sifilide PRIMARIA è di 2 - 3 settimane e che il VDRL si positivizza tra l'ottavo e il 15esimo gg ca. dalla comparsa del sifiloma.
Di più non mi chieda perchè a distanza, senza conoscere la sua storia clinica non le posso dire.
Del resto, come le ho detto, ci penserà chi l'avrà in cura a valutare se sia una ripresa di una Sifilide non ben trattata, se sia una falsa Positività del VDRL o se sia una reinfezione, dato che come saprà la Lue non conferisce immunità.
Saluti,
Dott. Caldarola.