Utente 461XXX
Buonasera, sono un ragazzo di 24 anni, vi espongo le problematiche da me riscontrate nelle ultime 3 settimane, così da avere per sicurezza delle controprove rispetto a ciò che mi è stato detto, poiché talvolta i pareri sono risultati un po' vaghi.
Tra il 16 e il 17 agosto ho iniziato ad avere una febbre che andava dai 37.3 circa fino a 39 e in questo frangente il medico mi ha detto di abbassarla prendendo Aspirina, Nurofen o Novalgina (non posso prendere Tachipirina poiché allergico al paracetamolo). Non presentavo sintomatologia particolare fatta esclusione per una notevole sudorazione, respiro corto, stanchezza e un fastidio al collo che però inizialmente legavo ad un fastidio muscolare.
Dato che la febbre ha continuato a scendere e risalire sempre circa dopo le 20.30, il giorno 22 sono tornato dal medico che mi ha prescritto Macladin da prendere una volta al giorno per 7 giorni (la prendevo verso le 23).
Ho preso l'antibiotico per 4 giorni, dove la febbre continuava a scendere (è andata in un paio di occasioni sotto i 37) per poi risalire sempre in serata oltre i 38.
Al quarto giorno di antibiotico ho incominciato a sentire dolori al fianco destro e visto che la febbre non scendeva mi sono recato al pronto soccorso.
Dopo i vari esami sono stato dimesso con diagnosi di "verosimile" mononucleosi infettiva, con un'ecografia all'addome superiore ancora da fare.
Le analisi al pronto soccorso hanno dato questi risultati:

Glucosio 131
Sodio 138
Potassio 4,21
Creatinina 1,14
Filtrazione glomerulare stimata >60
Alanina aminotransferasi 207
Proteina C reattiva 7,8

Leucociti 15,00
Eritrociti 5,44
Emoglobina 14,0
Ematocrito 43,5
Volume corp. medio 80,0
Emoglobina corp. media 25,7
Conc. Hb corp. media 32,2
Piastrine 245
Amp. distrib. eritroc. in cv 13,9

Al pronto soccorso mi han detto di tornare dal medico curante per decidere il da farsi e il proseguio delle cure.
Nel frattempo il giorno prima di andare al pronto soccorso avevo effettuato delle analisi del sangue che avevo richiesto io al medico per togliermi i dubbi, visto che lui pensava non ci fosse niente.
Sono molti valori quindi indico solo quelli che dal referto vengono segnalati fuori dagli standard:

Albumina 54,10
Alfa 1 globuline 5,60
Alfa 1 globuline 0,42
Beta 1 globuline 0,48
Glucosio 109
Aspartatoaminotransferasi-ast 144
Alanina aminotransferasi-alt 227
Gamma glutamiltransferasi ggt 386
Vel. eritrosedimentazione-ves 34
Proteina C reattiva 1,27
Leucociti 11.810
MCH 25,7
Neutrofili 17,0
Eosinofili 0,3
Basofili 2,2
Linfociti 76,0
Basofili 260
Linfociti 8.980

Osservazioni
linfocitosi
alcuni aggregati piastrini
lieve basofilia

Non ho più caratteri per scrivere gli esami che mi ha prescritto il medico, aggiungerò il resto in un prossimo post.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
è molto probabile che lei abbia in atto una Mononucleosi o una malattia da CMV.
Gli esami da fare:
per la Mononucleosi
-anti VCA IgM+IgG
-anti EBNA IgG
-EA-D IgG
Per la Citomegalovirosi
anti CMV IgM+IgG.
Inoltre una ecografia addominale per verificare il volume della milza.
Mi faccia sapere se vorrà.
cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 461XXX

Buonasera Dottore, intanto grazie per la celere risposta, come dicevo avevo terminato i caratteri quindi aspettavo di poter rispondere per terminare il post, qui sotto il seguito

"Dopo tutti questi risultati il medico curante mi ha detto di non fare e prendere niente, mi ha solo detto che ho il fegato un po' "scombussolato", e che, dopo gli esiti degli esami del sangue che mi ha prescritto (Epstein barr via igm, Epstein barr via igg, Cytomegalovirus igm, Cytomegalovirus igg) se risulteranno negativi dovrò fare gli esami per l'epatite, anche se a lui non "sembra" io possa averla.
Ieri ho terminato il ciclo di antibiotico, la febbre è stabile sui 37/37.3, ho placche su gola e lingua, continua stanchezza, sudorazione e un fastidio al fianco sinistro quando faccio ampi respiri.
Domani ho un'ecografia dell'addome superiore.

Cosa posso fare nel frattempo? Nulla da prendere? Devo stare a riposo in casa?

Grazie

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Non deve prendere nulla.
Deve stare a riposo evitando sforzi e colpi all'addome.
Si faccia aggiungere gli anti EBNA IgG e l'EA-D IgG.
La mononucleosi si accompagna alla tipica epatite che lei ha ma l'epatite in genere non si accompagna a faringotonsillite.
Mi pare che anche uno studente del V anno di medicina le saprebbe diagnosticare una mononucleosi, clinicamente.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
Utente 461XXX

Perfetto, la ringrazio ancora per la risposta. Richiederò anche quegli esami. Quindi sull'uscire nessun problema se evito sforzi?
Insisto su questo punto perché ho diversi impegni e vorrei capire cosa posso e cosa non posso fare.

Grazie

[#5] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Non deve fare sforzi.
Nè prendere colpi all'addome.
In genere nella mononucleosi c'è aumento di volume della milza che per mavovre sconsiderate potrebbe rompersi con ovvie conseguenze di urgenza chirurgica.
Perciò faccia l'ecografa addominale così avrà anche i diametri esatti dello splene.
Saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#6] dopo  
Utente 461XXX

Grazie ancora dottore, le chiedo un'ultima cosa, non riesco a risalire alla causa del contagio poiché sto con la mia ragazza da due anni e qualche mese ormai, ed è ovviamente l'unica persona che ho baciato, può averla contratta lei prima che stessimo insieme e sia rimasta contagiosa fino ad ora? Lei dice di non essersi accorta di averla presa, e leggo infatti che in molti casi risulta asintomatica. Oppure si può prendere in altri modi?

Grazie e buona serata

[#7] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Si può prendere anche colloquiando con un paziente asintomatico: le arriva un gocciolone di saliva in bocca ed è fatta.
La "malattia del bacio" è una vecchia definizione che io personalmente sconsiglio di usare.
Serena notte,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#8] dopo  
Utente 461XXX

Grazie di tutto, buona serata!

[#9] dopo  
Utente 461XXX

Buongiorno dottore, scrivo i risultati degli esami fatti

Ab.IgM anti-CITOMEGALOVIRUS 0,37 NON REATT.
Ab.IgG anti-CITOMEGALOVIRUS 2,70 NON REATT.

EPSTEIN BARR VCA IgM >10
EPSTEIN BARR VCA IgG 0,4

Questi risultati stanno a significare che l'infezione è in corso?

Nell'ecografia invece è risultato che la milza è ingrossata a circa 13,5 cm

Negli ultimi giorni sono uscito un po', nessuno sforzo particolare, ma oltre alla stanchezza ora mi sento leggermente peggio, la febbre è risalita a 38 e il dolore alla gola per le placche è aumentato, inizio a sentire fastidio anche poco sopra il centro del petto quando deglutisco.

Grazie in anticipo per la risposta

[#10] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
gentilmente mi mette i valori di riferimento per EBV del suo laboratorio?
Grazie.
Saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#11] dopo  
Utente 461XXX

Certo, mi scusi, nell'ordine

inferiore a 0,8 NON REATTIVO
tra 0,8 - 1 DUBBIO
superiore/uguale 1 REATTIVO

inferiore a 11 NEGATIVO
tra 11-15 DUBBIO
superiore/uguale 15 POSITIVO

< 0,8 NEGATIVO
0,8 - 1,2 DUBBIO
> 1,2 POSITIVO

< 0,8 NEGATIVO
0,8 - 1,2 DUBBIO
> 1,2 POSITIVO

Qua mi hanno segnalato con l'asterisco la voce "in caso di risultato dubbio si consiglia di ripetere il test dopo 1-2 settimane

Grazie

- non avevo letto che mi aveva chiesto solo quelli dell'EBV, ho sbagliato e li ho scritti tutti, in ogni caso i valori di riferimento sono nell'ordine in cui ho postato i valori nel post precedente -

[#12] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
Sembra che abbia una mononucleosi inizialissima.
Con un valore di IgM >10 quando il cut off per la positività è >1.2
Ancora non ha prodotto IgG

Ripeta gli esami tra 10 gg e aggiunga
-anti EBNA IgG
-EA-D IgG
Stia a riposo ed eviti colpi all'addome o sforzi intensi.
La milza tenderà ad aumentare di volume ma è normale.
Se ha bisogno di antibiotici eviti le aminopenicilline (Ampicillina, Bacampicillina, Amoxicillina anche con acido clavulanico) perchè rischia al 90% di avere un esamntema morbilliforme.
Il cortisone non è indicato se non vi sono complicanze: non accorcia la durata della malattia e anzi è associato con un maggiore rischio di cronicizzazione.
Se vorrà si risentiremo per i prossimi esami.
Cari saluti,
Dott. Caldarola
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#13] dopo  
Utente 461XXX

Buonasera dottore, grazie per la celere risposta, come dicevo nei post di qualche giorno fa il tutto sta andando avanti dal 16 agosto circa, il medico curante mi aveva dato Macladin per una settimana, prima di accertarsi di cos'avessi realmente. Al termine della settimana me lo ha interrotto.
Il fatto che secondo i valori sia in una fase iniziale vuol dire che proseguirà ancora a lungo? La febbre è iniziata a metà agosto appunto.
I valori dell'EBV sono arrivati oggi ma gli esami li ho fatti il 29.

Posso fare qualcosa intanto? Gli esami che mi ha detto di aggiungere per cosa sono?

Per la febbre posso prendere antinfiammatori? Sto prendendo saltuariamente Novalgina ora. La gola mi disturba molto al momento, peggio della fase iniziale della febbre.

Grazie e scusi le molte domande

[#14] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
calcoli il 29 come starter e dopo 15 gg rifaccia gli esami.
Le ho aggiunto altri due parametri che sono utili nel valutare l'andamento della Mononucleosi.
La Novalgina è l'unico Pirazolonico presente in Italia: in altri paesi i pirazolonici non sono più usati per molti effetti collaterali.
Principalente per la capacità di indurre agranulocitosi, ancorchè nelle razze latine questo effetto collaterale sia meno frequente che in quelle nordiche.
L'uso è giustificato solo in casi di febbre che non cala con altri farmaci.
Usi perciò un FANS qualunque: l'Ibuprofene da 600 mg è un ottimo FANS, maneggevole e ben tollerato.
Ne parli con il curante.
Per quanto riguarda la malattia si puà fare poco: deve fare il suo corso e potrà volerci un mese e fino a 2 mesi.
Mi aggiorni, se vorrà, sui prossimi esami.
Buona domenica,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.