Utente 420XXX
Salve,
come scritto nel titolo del consulto vorrei sapere se la mononucleosi è una di quelle malattie che possono essere presa una sola volta e poi rimane latente nell'organismo, ma senza altre manifestazioni sintomatiche, oppure se i sintomi possono ricomparire nel corso degli anni.
Ho contratto la mononucleosi circa sette anni fa ed ora mi è comparsa di nuovo febbre molto alta, linfonodi del collo e tonsille ingrossate, dolori articolari e saliva bianca.
Un po' di tempo fa ho richiesto un altro consulto sullo stafilococco aureo, perchè ho avuto un'infezione sempre alle tonsille.
Per ora il mio medico di famiglia, in base ai sintomi elencati, mi ha dato Brufen 600 mg (2 volte al gg) e Cefixima 400 mg (1 volta al gg).
In aggiunta, anche se il dottore mi aveva sconsigliato di prendere la tachipirina in aggiunta a questi medicinali, ho dovuto già prenderne una dose perchè la febbre era troppo alta (39,5).
Grazie in anticipo per la risposta.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
è evidente che lei non può avere la seconda volta una mononucleosi conclamata.
O ha una banale faringotonsillite, se virale o batterica non glielo posso dire, o potrebbe aver contratto il Citomegalovirus.
Perciò se la sintomatologia tardasse a rientrare, le consiglio almeno un emocromo e la verifica del suo status immunosierologico per il CMV:
-anti CMV IgM e IgG con metodica quantitativa.
Di più senza visitarla non posso esprimermi.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 420XXX

Grazie mille per la risposta.
Comunque sto con il mio ragazzo da molto tempo e fa un lavoro per cui spesso deve fare analisi per controllare il proprio stato di salute. Mi ha assicurata dicendomi che le ultime analisi, risalenti a pochi mesi fa, erano perfette. Dice che è veramente necessario il test per il citomegalovirus? La febbre è davvero molto alta, continuo a prendere i medicinali prescritti,tachipirina ed a fare sciacqui con un colluttorio intanto.

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
il suo ragazzo potrebbe non essere la causa del contagio del CMV: questo virus circola largamente tra la popolazione.
Se la tonsillite persistesse per più di 5 gg sotto terapia antibiotica, si imporrebbe almeno un emocromo e a quel punto con lo stesso prelievo potrebbe valutare la sua situazione immunosierologica per CMV.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
Utente 420XXX

Farò in questo modo, ma "fortunatamente" credo siano solo placche. La febbre è scesa di molto rispetto a ieri, i linfonodi mi fanno meno male, sono meno gonfi e mi sento molto meglio.
Ora il dottore mi ha detto di continuare l'antibiotico per altri 3 gg, di sospendere il Brufen 600 mg e di usare l'Oki. Inoltre faccio gargarismi tre volte al giorno con acqua frizzante, aceto, limone e bicarbonato (una cosa atroce, ma devo dire che funziona). Se finito il ciclo di antibiotico i sintomi non scompaiono vado a fare l'emocromo.
Non avevo mai sentito parlare di CMV prima d'ora e non pensavo fosse così comune...
Dopo l'esperienza con la mononucleosi spero di non aver più niente a che fare con cose simili.
La ringrazio per l'auto.
Cordiali saluti.