Utente 461XXX
Ieri sera alle 24 circa, per sedare una rissa accesa tra i miei due gatti maschi, ho avuto la malaugurata idea di separarli a mani nude con la risultante che uno dei due si è attaccato al mio braccio riducendomelo a un cola brodo. È rimasto attaccato per una decina di secondi procurandomi tantissimi graffi e tre morsi. Ho avuto una fuoriuscita di sangue abbastanza copiosa, ma che si è fermata quasi subito. Ho lavato le ferite con acqua e sapone e disinfettato il tutto con abbondante uso di Betadine.
Attualmente a distanza di 13 ore e mezza dall'accaduto, permane dolenzia nella norma, un leggero gonfiore al polso e nelle zone dei morsi. Provo dolore al polso piegando la mano all'indietro. Un graffio non si è ancora rimarginato continua a sporcate leggermente il cerotto.
Purtroppo non posso assumere antibiotici per un intolleranza accertata da anni.
Non ho copertura antitetanica.
Un mese fa ho sofferto di un episodio analogo, sempre per una reazione dello stesso.gatto ( 6 anni, maschio, MAi uscito di casa e mai entrato in contatto con gatti estranei) anche in quel caso graffi e due morsi abbastanza profondi, ma tutto era guarito senza problemi.
A tutt'oggi non ho febbre.
Esattamente come un mese fa sto vivendo con il terrore del tetano.
Il fatto che un mese fa abbia sofferto dello stesso episodio senza l'esordio della malattia, può deporre a mio favore?
Da buon impanicato sto vivendo nel terrore.
GRAZIE PER LA VOSTRA PREGIATA OPERA .

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
se non è vaccinato contro il tetano deve fare 500 UI di Immunoglobuline antitetaniche.
Il rischio tetano se i morsi son profondi non può essere sottaciuto.
Occorrerebbe una terapia antibiotica: sicuramente lei non può essere allergico a tutte le classi di antibiotici.
Deve perciò sentirsi con il suo Medico curante che la conosce bene e che le potrà prescrivere la terapia idonea, Immunoglobuline comprese.
Cari saluti.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.