Utente 154XXX
Durante la mia seconda gravidanza (2001) ho contratto la varicella all'ottava settimana. Ho portato avanti la mia gravidanza nonostante i pareri contrari di alcuni medici. Ora mio figlio ha appena compiuto i 5 anni, soffre dall'età di 2 mesi di dermatite atopica e ha dei problemi legati alla vista. Vorrei sapere se questi tipi di disturbi che lui ha possono essere legati al fatto che io ho avuto la varicella in gravidanza. Inoltre vorrei gentilmete chiedervi altre 2 cose: se ci sono, quali potrebbero essere in futuro i disturbi che potrebbe avere mio figlio ed inoltre vorrei sapere se secondo voi ora lui è immune da questa malattia.
Vi ringrazio un caro saluto

[#1] dopo  
22440

Cancellato nel 2008
l'embriopatia malformativa nel I° trimestre di gravidanza è rarissima: la più descritta è la "varicella congenita" che corrisponde all'esito di lesioni cutanee da varicella contratte nella vita intrauterina quindi già visibili alla nascita; ma Lei dice che sono iniziate dopo due mesi dalla nascita! Non mi sembra che la storia convalidi questa ipotetica malformazione; la stessa cosa vale per le alterazioni oculari. Per il futuro si tranquillizzi le rarissime e comunque non convalidate complicanze da varicella sono già presenti alla nascita e solo alla nascita non compaiono MAI a distanza. Infine dalla varicella non si è mai del tutto immuni sia perchè il virus appartiene alla numerosa famiglia dell'Herpes sia perchè alcuni ipotizzano un'immunità temporanea: 11 anni. Di sicuro..... non siamo sicuri di tutto ciò che riguarda la varicella in gravidanza salvo che può raramente dare problemi polmonari alla gestante e non al feto.

[#2] dopo  
Prof. Matteo Bassetti

24% attività
0% attualità
8% socialità
UDINE (UD)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2001
Gentile utente,
La varicella contratta in gravidanza, come tutte le malattie erpetiche può dare problemi al feto. Nel suo caso non credo che ci troviamo di fornte a malformazioni/patolgie che possono essere ascritte alla trasmissione materno-fetale dell'infezione.
Per valutare l'immunità di suo figlio le consiglio comunque di eseguire un test sielogico.
Cordilai saluti
Matteo Bassetti
Matteo Bassetti

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile signora,

La DERMATITE ATOPICA non detiene nessuna relazione con quanto da lei ascritto in ipotesi:
essa è una situazione eredo-familiare, geneticamente determinata causata da un'ipersensibilità di cute o mucose associata (al 50%) con diatesi allergiche. Non si tratta comunque di allergia; pertanto almeno per i problemi dermatologici di suo figlio possiamo categoricamente escludere il legame con il VVZ (virus varicella zooster). Mi permetto di consigliarle di non cercare la soluzione nel passato ma di affrontare il presente magari assieme a specialsiti del settore.
Carissimi Saluti.

Dott. Luigi Laino
Dermatologo e Venereologo, ROMA
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it