Utente 223XXX
Salve la mia ragazza ha avuto un ipoacusia improvvisa (grave, quasi anacusia e l'udito non è più tornato normale) nel 2009; due giorni prima che si manifestasse aveva preso l'aereo, e lo aveva preso anche una settimana prima; inoltre al momento di prendere l'aereo era raffreddata. Ora le chiedo. é possibile che l'ipoacusia improvvisa sia stata causata da quel volo aereo? Gli specialisti otorini han detto che probabilmente la causa è un virus ( ma è solo un ipotesi). Da quel giorno la mia ragazza non ha più preso l'aereo, secondo lei può prenderlo?
ps inoltre da quel giorno ha iniziato ad avere dolori all' articolazione temporo mandibola

grazie

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Cervoni

20% attività
4% attualità
0% socialità
TAGGIA (IM)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2011
Ritengo sia possibile, in particolare se la tua ragazza abbia provato, durante il viaggio, a "sbloccare" l'orecchio con una "violenta" manovra di Valsalva (sono certo che pur non sapendo cosa sia quella manovra, tu possa aver tentato di fare la stessa cosa in simili circostanze, o quando ti sei immerso in acque un po' profonde).
Ho visto altri casi di questo tipo.
La certezza e' impossibile da ottenere.
Dr. Edoardo Cervoni
Via C.Colombo, 125
Arma di Taggia (IM)

[#2] dopo  
Utente 223XXX

Grazie per la risposta,
gli altri casi che ha visto erano ipoacusie improvvise medio gravi avvenute dopo aver preso l'aereo?
A me gli altri otorini han sempre detto che il volo aereo poteva causare solo otiti perchè la variazione di pressione è minima, non come chi si immerge (sub) in acqua dove la pressione è più alta.

ps cmq in ogni caso non è possibile distinguere tra ipoacusia improvvisa dovuta a virus o barotrauma vero?

grazie

[#3] dopo  
Dr. Edoardo Cervoni

20% attività
4% attualità
0% socialità
TAGGIA (IM)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2011
Ritengo che quanto detto dai colleghi sia corretto. Infatti, senza una eccessiva, forzata, manovra di Valsalva nel tentativo di "sbloccare" le orecchie, un barotrauma di quel tipo e' difficile da immaginare su un volo aereo di linea.
Questo e' praticamente un altro rischio che si corre facendo immersioni, nel tentativo di compensare, ma in maniera eccessiva, la differenza pressoria tra orecchio interno ed esterno.
Difficile rispondere alla seconda domanda dal momento che la causa virale di una ipoacusia puo'essere solo oggetto di speculazione. E- mia opinione che il barotrauma si caratterizzi piu' tipicamente per una perdita piu' marcata sui 3-4 kHz.
Purtroppo ne' ho visiti parecchi.

Dr. Edoardo Cervoni
Via C.Colombo, 125
Arma di Taggia (IM)