Utente 147XXX
SALVE SCRIVO PER AVERE UN INFORMAZIONE UN Pò PARTICOLRE. MIO MARITO HA EFFETTUATO QUALCHE GIORNO FA UNA VISITA DA UN MEDICO DEL LAVORO PER VEDERE SE POTEVA ESSERE FATTA OPPOSIZIONE ALL'INAIL PER IL MANCATO RICONOSCIMENTO DELLA MALATTIA PROFESSIONALE. E STATA UNA STRANA VISITA PERCHE IL MEDICO LEGALE GLI HA DETTO CHE PER CAPIRE SE C'ERA UN'ERNIA DOVEVA PRATICAMENTE RAGGIUNGERE L'EREZIONE. A QUEL PUNTO è INIZIATA LA VISITA CON IL MEDICO CHE INTERVENIVA SUI GENITALI DI MIO MARITO PER FARGLI RAGGIUNGERE L'EREZIONE.PRECISO CHE IL MEDICO PER QUESTA PARTICOLARE VISITA NON HA USATO I GUANTI.VORREI SAPERE SE UNA COSA DEL GENERE è NORMALE, SE IL MEDICO è PASSIBILE DI DENUNCIA O VERAMENTE PER TROVARE L'ERNIA ANDAVA EFFETTUATA LA VISITA IN QUESTO MODO

[#1] dopo  
169091

Cancellato nel 2013
Gentile utente,
per l'identificazione di un'ernia discale l'esame che oggi viene eseguito dalla pressoché totalità degli specialisti è la risonanza magnetica (RM).
Non entro nel merito della questione da lei sollevata che appare paradossale.
---